sabato 21 marzo 2009

Programmazione cinema nel teramano

Diverso da chi? L'esordio di Carteni è una commedia brillante e ben scritta
Regia di Umberto Cartenicon Luca Argentero, Claudia Gerini, Filippo Nigro, Antonio Catania, Francesco PannofinoGenere: Commedia, Italia - 2008Durata: 102 minuti circa.
Piero, un giovane politico gay dichiarato, viene affiancato nella corsa all'elezione di sindaco di una città del nordest dalla conservatrice Adele. L'incontro inizialmente aggressivo si trasformerà in un'attrazione sessuale reciproca.
Odeon (Roseto degli Abruzzi)SS 16 loc. Fonte dell'Olmoorari aggiornati »
Per programmazione e orari aggiornati fai click qui »
Recensione Poster Trailer
The Millionaire Scalata al milione di un ragazzo innamorato nel melodramma bollywoodiano di Danny Boyle
Regia di Danny Boylecon Mia Drake, Imran Hasnee, Faezeh Jalali, Anil Kapoor, Irfan KhanGenere: Commedia, Gran Bretagna, USA - 2008Durata: 120 minuti circa.
Jamal è un giovane vissuto per le strade dei quartieri più poveri di Bombay. Cercherà una rivalsa sociale partecipando al famoso programma televisivo "Chi vuol esser milionario?".
Smeraldo Via Maestri del Lavoroorari aggiornati »
Per programmazione e orari aggiornati fai click qui »
Recensione Poster Trailer
Watchmen Snyder interpreta Moore, in chiave rozza ma appassionata
Regia di Zack Snydercon Malin Akerman, Billy Crudup, Matthew Goode, Jackie Earle Haley, Jeffrey Dean MorganGenere: Azione, Gran Bretagna, USA, Canada - 2009Durata: 163 minuti circa.
In un'ipotetica America, in cui Richard Nixon è ancora al potere, si fronteggiano i blocchi contrapposti USA e URSS.
Smeraldo Via Maestri del Lavoroorari aggiornati »
Per programmazione e orari aggiornati fai click qui »
Recensione Poster Trailer
Il mai nato Un horror intricato che apre innumerevoli spiragli e sparge (in)decifrabili simboli cabalistici
Regia di David S. Goyercon Odette Yustman, Gary Oldman, Cam Gigandet, Meagan Good, Jane Alexander (I)Genere: Horror, USA - 2009Durata: 87 minuti circa.
Casey è tormentata da un incubo premonitore di infausti eventi. Quando le visioni cominciano a manifestarsi anche di giorno la giovane inizia a indagare sul suo passato scoprendo una terribile verità che la riguarda.
Moderno Multiscreen (Giulianova)Piazza Bruno Buozzi, 1orari aggiornati »
Per programmazione e orari aggiornati fai click qui »
Recensione Poster Trailer
Gran Torino Il complesso ritratto - in pieno stile Eastwood - di un uomo che ha fatto dell'odio verso i diversi la sua ragione di vita
Regia di Clint Eastwoodcon Clint Eastwood, Cory Hardrict, Geraldine Hughes, Brian Haley, Dreama WalkerGenere: Azione, USA - 2008Durata: 116 minuti circa.
Un veterano della guerra in Korea, Walt Kowalski comincia a correggere il suo vicino, il teenager Hmong, dopo che questi ha cercato di rubare la sua Gran Torino del 1972.
Smeraldo Via Maestri del Lavoroorari aggiornati »
Odeon (Roseto degli Abruzzi)SS 16 loc. Fonte dell'Olmoorari aggiornati »
Per programmazione e orari aggiornati fai click qui »
Recensione Poster Trailer
La matassa Ficarra e Picone si divertono a litigare, sul tema dei rapporti famigliari, con un umorismo d'altri tempi e un copione solido
Regia di Salvatore Ficarra, Valentino Picone, Giambattista Avellinocon Salvatore Ficarra, Valentino Picone, Claudio Gioé, Mario Pupella, Anna SafroncikGenere: Commedia, Italia - 2009Durata: 98 minuti circa.
La storia è incentrata su due cugini, figli di fratelli che si odiano e che per questo non si vedono per 20 anni. Ma i casi della vita li portano a rincontrarsi e ad essere protagonisti involontari di mille avventure, tanto da rischiare la vita.
Comunale Via Ignazio Rozzi, 9orari aggiornati »
Moderno Multiscreen (Giulianova)Piazza Bruno Buozzi, 1orari aggiornati »
Odeon (Roseto degli Abruzzi)SS 16 loc. Fonte dell'Olmoorari aggiornati »

Vi comunichiamo che è stato attivato il nuovo sito internet del Parco Naturale del Bosco di Tecche

BuonGiorno,
Vi comunichiamo che è stato attivato il nuovo sito internet del Parco Naturale del Bosco di Tecche
www.boscoditecchie.it Perchè non andate a visitarlo?

Vi aspettiamo e vi invitiamo a visitare il Parco.

Ufficio InformazioniVia Pianacce 1, Acqualagna (PU)Tel. 0721700041Fax. 0721700148info@boscoditecchie.itboscoditecche@provincia.ps.itwww.boscoditecchie.it

Le donne incontrano i giovani, la Commissione Pari Opportunità presenta il “Quaderno di mentoring”. 106 testimonianze sulla condizione femminile nel m

Le donne incontrano i giovani, la Commissione Pari Opportunità presenta il “Quaderno di mentoring”.
106 testimonianze sulla condizione femminile nel mondo del lavoro


Generazioni a confronto sul pensiero, le esperienze personali e professionali delle donne.
La Commissione Provinciale per le Pari opportunità ha organizzato un ciclo di incontri nelle scuole superiori per presentare il “Quaderno di mentoring”; una pubblicazione, quest’ultima – curata dalla CPO Regionale – che raccoglie le testimonianze di 106 donne abruzzesi.

Le donne parlano essenzialmente di lavoro, del percorso professionale, della condizione femminile nel contesto sociale, professionale e produttivo. Si comincia con una donna simbolo, Filomena Delli Castelli, 97 anni, “madre” della stagione Costituente italiana e poi si snodano le altre testimonianze, fra professioni e mestieri.

“Una vera e propria banca dati con lo stile del racconto – afferma Germana Goderecci, presidente della CPO di Teramo – e per questo abbiamo scelto di parlarne nelle scuole, con i ragazzi e le ragazze, un confronto fra generazioni, nello spirito del ”.

Il primo incontro è in programma per lunedì 23 marzo, alle ore 11.20, nell’ Aula Magna Liceo Classico “M.Delfico”. Interverranno le donne teramane che con le loro testimonianze hanno contribuito a comporre il “Quaderno”: Margherita di Francesco, giornalista; Pina Manente, giornalista; Giulia Paola Di Nicola, docente, scrittrice; Cristina Mosca, scrittrice; Annalia Savini , fondatrice associazione On The Road, operatrice sociale; Giuliana Sanvitale, scrittrice.
All’appuntamento saranno presenti anche la presidente regionale della CPO Regionale, Manuela Villacroce e la vicepresidente Annarita Frullini.

WWF. AL VIA IL PROGRAMMA ESCURSIONISTICO 2009

AL VIA IL PROGRAMMA ESCURSIONISTICO 2009

Di nuovo in cammino!
Domani, con la prima escursione nella baia di Portonovo nel Parco regionale del Conero, prende il via il programma escursionistico WWF del 2009, come sempre gestito dalla Coop. Pacha Mama.
Si tratta di una vera e propria tradizione, visto che sono ormai 15 anni che il WWF di Teramo, insieme alla Scuola Verde di Isola del Gran Sasso ed alla Legambiente di San Benedetto del Tronto, organizza un programma di escursioni sempre molto partecipate.
Il nuovo programma è stato presentato questa mattina nella sede del WWF di Teramo da Claudio Calisti, consigliere regionale del WWF Abruzzo, e Fausto Pompilii, Presidente della Coop. Pacha Mama. Per tutto il 2009, da marzo fino a novembre, sono previste 11 escursioni nelle aree naturali protette d’Abruzzo e di altre regioni italiane, oltre ad un viaggio di 6 giorni alla scoperta della Corsica.
Come sempre, molte passeggiate saranno nel Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, una delle aree naturali protette più estese dell’Europa occidentale. Altre mete importanti sono il Parco nazionale dei Monti Sibillini, il Parco nazionale del Gargano, il Parco naturale regionale Gola della Rossa e di Frasassi, il gruppo montuoso di Monte Giano e Monte Calvo, i Parchi naturali regionali di Monte Cucco e Lago Trasimeno e la Riserva regionale di Castel Cerreto.

“Come ogni anno”, ha dichiarato Claudio Calisti, “abbiamo preparato un programma di escursioni in posti bellissimi. Il WWF a Teramo si è da sempre impegnato nella promozione e nella valorizzazione delle aree naturali protette. Spesso l’organizzazione di escursioni e campi-vacanze è stato il primo passo per far conoscere ad un pubblico più ampio la bellezza di certi luoghi che solo successivamente siamo riusciti a far diventare parchi o riserve naturali: per noi far conoscere un luogo vuol dire anche farlo apprezzare di più e quindi conservarlo”.

Natura, ma anche archeologia, visite a paesi caratteristici e gastronomia nelle escursioni WWF durante le quali i partecipanti saranno sempre accompagnati da guide ufficiali e da esperti naturalisti che sapranno illustrare le caratteristiche geomorfologiche, vegetazionali e faunistiche delle aree visitate.
Il programma delle escursioni può essere richiesto a teramo@wwf.it o ritirato presso la sede in via Tevere n. 24.

Programma escursionistico 2009

Domenica 22 marzo: La baia di Portonovo nel Parco regionale del Conero
Domenica 19 aprile: Nel regno dei fossili nel Parco Naturale Regionale Gole della Rossa e di Frasassi
Venerdì 1° maggio: “Virtù” a Cortino nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
Domenica 17 maggio: “Errare… humanum est” nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini
Da domenica 31 maggio a martedì 2 giugno: Lo sperone d’Italia nel Parco Nazionale del Gargano
Domenica 14 giugno: Sulle tracce di Annibale nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
Da Lunedì 29 giugno a sabato 4 luglio: Viaggio in Corsica
Domenica 6 settembre: Nevaio Gravone e Monte Camicia: il regno dei camosci nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
Domenica 27 settembre: Faccia a faccia con il Terminillo nel gruppo montuoso di monte Giano e monte Calvo
Domenica 11 ottobre: Su e giù tra il Salinello e il Vezzosa nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
Da sabato 31 ottobre a domenica 1° novembre: Week end in Umbria nel Parco Regionale Monte Cucco e Lago Trasimeno
Domenica 15 novembre: Ciak, si mangia nei feudi degli Acquaviva e nella Riserva regionale naturale di Castel Cerreto

venerdì 20 marzo 2009

D’Agostino all’Ance: “Ci sono progetti cantierabili e finanziamenti. La Regione deve decidere al più presto in merito alla destinazione dei fondi Fas”

D’Agostino all’Ance: “Ci sono progetti cantierabili e finanziamenti. La Regione deve decidere al più presto in merito alla destinazione dei fondi Fas”.

Il presidente D’Agostino convoca il mondo imprenditoriale del settore edile: “Abbiamo progetti cantierabili e idee, dobbiamo chiedere alla Regione di confermare i finanziamenti Fas e gli interventi individuati insieme ai Comuni e alle forze imprenditoriali. Deve essere avviata immediatamente la concertazione con le Province e i partner locali per passare dai programmi agli investimenti”.

Intervenendo al convegno organizzato dall’Ance “Come la crisi cambierà l’industria delle costruzioni”, svoltosi ieri sera a Mosciano Sant’Angelo, Ernino D’Agostino, ha proposto un percorso da condividire con il mondo imprenditoriale per dare seguito, nel più breve tempo possibile, alla realizzazione dei progetti inseriti nei PIT e a quelli finanziabili con i fondi Fas. Solo questi ultimi, sulla base dell’intesa sottoscritta dalle quattro Province e dalla Regione Abrusso nel 2008, prevedono investimenti per oltre 200 milioni di euro per la realizzazione di interventi strategici come il completamentio del sistema ciclabile lungo la costa e la realizzazione di una pista ciclopedonale dal Capoluogo al mare; il nuovo ponte sul Vomano; la strada dell’Università a teramo, il Distretto Agroalimentare; le infrastrutture a servizio delle aree produttive, solo per citarne alcuni”.

Quindi, D’Agostino, ha proposto la costituzione di una task-force anti-crisi anche per chiedere di accellerare decisioni e procedure da parte della Regione; a questo scopo le associazioni imprenditoriali del settore edile e i sindacati sono stati convocati per il prossimo 31 marzo, alle ore 10, nella sala consiliare della Provincia.

“Noi stiamo facendo la nostra parte – ha sostenuto D’Agostino – oltre 56 milioni di investimenti sulle opere pubbliche, il finanziamento del progetto Borghi con la previsione di una fiscalità di vantaggio e la semplificazione delle procedure amminitrativa a favore dei privati che investiranno nel recupero delle strutture e nella gestione. Alla Regione chiediamo di mantenere gli impegni assunti in ordine ai criteri di ripartizione dei fondi Fas, paritaria fra le quattro province, e di confermare i progetti già individuati in un tavolo ampio di concertazione con gli enti locali”.

La Regione ha manifestato l’intenzione di procedere ad una rimodulazione dei fondi ma questa intenzione “pur legittima” secondo D’Agostino: “non può né stravolgere la programmazione fatta dagli enti locali, frutto di una accurata analisi delle esigenze reali del territorio, né rallentare il processo degli investimenti: oggi più che mai, per fronteggiare la grave crisi economica, c’è bisogno di tempi e modalità certe”.

Sulla stessa linea il documento già sottoscritto dai Sindaci, dalle Comunità Montane e dall’Osservatorio provinciale dell’economia e dello sviluppo, una settimana fa.
Teramo 20 marzo 2009

Conferenza Stampa del WWF

CONFERENZA STAMPADomani, sabato 21 marzo, alle ore 11 presso la sede del WWF Teramo in via Tevere n. 24, si terrà una conferenza stampa per la presentazione del programma escursionistico 2009.Sezione provinciale di Teramo WWF Italia ONLUShttp://lagramigna.blogspot.com

Concerto rinviato ad Ascoli Piceno

ATTENZIONE: l'esibizione di domani 21/3 al C-LOUNGE è annullata per motivi di salute di un componente della band (leggi SFIGA mostruosa), passate parola!
Ci scusiamo con tutti gli interessati.Stay tuned on desverzaux.com

giovedì 19 marzo 2009

A Piazza Dante Club. Domenica 22 marzo 2009, ore 19,00. "RICCARDO MAGGITTI QUARTET"


Domenica 22 marzo 2009, ore 19,00"RICCARDO MAGGITTI QUARTET"Riccardo Maggitti - saxGiulio Spinozzi - trumpetAbramo Riti - pianoClaudio Bollini - drumsJoin us...


Nato a giulianova (TE) l'1/07/1983 ha avuto il suo primo "incontro" con la musica nel '95 iniziando a studiare chitarra classica finchè , dopo qualche anno, ha avuto modo di avere a che fare con uno strumento a fiato e da li e incominciato il suo lungo cammino nella musica. Dopo l'esperienza del conservatorio inizia lo studio del jazz sotto la guida del sassofonista CARMINE IANIERI da cui ha tratto solide basi e grande sensibilità. Nel 1999 partecipa all' AQUAROCK FESTIVAL di Lusignan (Francia) come sassofonista della SCALA ON THE ROAD BAND,ha svariate esperienze con gruppi funky e r&b che lo portano in giro per la sua regione e non solo.Nel 2004 viene inserito nella Big Band dell’UNIVERSITA’ DELLA MUSICA di Roma sotto la direzione del pianista PINO IODICE. Sempre nello stesso anno entra a far parte della BARACCA BIG BAND di Bussi sul Tirino diretta dal trombettista GIANNI FERRERI al fianco del suo insegnante CARMINE IANIERI e del Clarinettista BEPI D’AMATO che, notandolo, lo volle sotto la sua guida ed attualmente è ancora il suo insegnante. Entra anche a far parte, al Sax Tenore e Baritono, dell’ Orchestra dell’ UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TERAMO diretta dal pianista TONY FIDANZA al fianco di altri sassofonisti tra cui SABATINO MATTEUCCI ed il Tenorista GIANLUCA CAPORALE. Nel 2006 ha avuto l'onore di poter acompagnare in big band il grandissimo BOB MINTZER al BUSSI IN JAZZ FESTIVAL, ed ha suonato nella SIDMA JAZZ ORCHESTRA diretta dal M° ROBERTO SPADONI. Ha seguito seminari (CHIETI IN JAZZ, ARQUATO JAZZ, SIENA JAZZ...) e masterclass con BEPI D'AMATO, BENNY GOLSON, MARIA PIA DE VITO, FABRIZIO BOSSO, MAX IONATA... Attualmente fa parte della MO'BETTER BAND (www.mobetterband.it) ed e iscritto al III anno del corso sperimentale di jazz presso il conservatorio G.B. MARTINI di Bologna sotto la guida del tenorsassofonista B.MIDDELHOFF, TOMASO LAMA (armonia e composizione), LUCA BRAGALINI (storia del jazz), R.MAZZONCINI (pianoforte), P.MORGANTE (ear training), D.MEACCI (informatica), PAOLO GHETTI, MARCO MICHELI, MASSIMO MORGANTI(musica d'insieme), fa parte della big band el conservatorio"A.Cascella" dell'Aquila diretta dal trombettista MIKE APPLEBAUM.

Venerdì, incontri al Museo D'Arte dello Splendore di Giulianova

L’arte, esperienza del bello, spazio di trascendenza.Giulianova (TE), Museo d’Arte dello Splendore, viale dello Splendore, 112INFO:
www.museodellosplendore.ite

mail: staff@museodellosplendore.it
Tel e fax: 085 – 800.71.57

venerdì 20 marzo, alle ore 21.00, presso il Museo d’Arte dello Splendore, si svolgerà un nuovo incontro del ciclo “L’arte, esperienza del bello, spazio di trascendenza”. Relatore sarà Davide Rondoni, uno dei più importanti poeti italiani, fondatore e direttore del Centro di Poesia contemporanea dell’Università di Bologna. Titolo della conferenza sarà “La poesia mette a fuoco la vita”. Largo spazio sarà dedicato alla discussione con il pubblico.----------------------------------------------------------------------Ricordiamo i nostri appuntamenti del fine settimanahttp://www.ilnomedellarosa.com/schedanews.php?id=224http://www.ilnomedellarosa.com/schedanews.php?id=231http://www.ilnomedellarosa.com/schedanews.php?id=226Ed il torneo di freccette di Pasqua!http://www.ilnomedellarosa.com/schedanews.php?id=179

L'Associazione Culturale BAGATTO presenta: Lupa e Vampira, venerdì 17 e sabato 18 aprile 2009


Giulianova. AMBITO PREMIO LETTERARIO A LILIANA SABATINI, di Lino Manocchia


Libri: AMBITO PREMIO LETTERARIO A LILIANA SABATINI, di Lino Manocchia

Liliana Sabatini-Branciaroli e’nata a Giulianova (Teramo) ed ora vive a Pescara dove ha risvegliato il mulino a vento della sua memoria offrendoci un saggio rievocativo di vicende,nomi, testimonianze interessanti di un tempo che fu.
Non e’ la rituale presentazione che ci proponiamo di fare,non e’ il
consueto premio laudativo da coniare.
Il libro, della Liliana, e’ come una favola tenue e squisita, svolta con grazia delicata,sottile di dialoghi,e dolcezza di tocchi.
L’autrice ha ripescato dalla memoria,giorni avvincenti e date con
una facilita’ di mente senza eguali. Ha senza dubbio strappato un velo al passato per riviverlo nel presente con tanto amore.
Liliana non ha rimorsi e rifarebbe tutto quello che ha fatto poiche’
“la vita va accettata come te la offre il destino”.
Il viaggio attraverso il tempo di Liliana inizia dall’asilo di Giulianova,
dal portone massiccio e grigio,un piccolo piazzale ed un’ampia stanza piena di piccole scrivanie e sedili.”In fondo alla stanza c’era l’armadio dei sogni”, ricorda la fanciulla, ammirata da tanti per la sua naturale bellezza.
Il giardino,le pesche pelose,il gioco delle noci, il casotto della spiaggia, il Convento di Mosciano S.Angelo,il diploma, la gita scolastica e poi il matrimonio, la nascita dei suoi tre pupattoli,la gita in montagna,la grande paura, sono rimembranze care a molti che, per destino, nella vita hanno attraversato momenti e situazioni simili.
La sua piu’ grande sorpresa fu allorche’ l’ing Marucci direttore della scuola industriale la chiamo’ per l’insegnamento di italiano,storia e geografia poiche’ mancavano i professori richiamati per la guerra.
E l’aver studiato la Divina Commedia,le poesie del Foscolo,Carducci e Leopardi, fu di grande ausilio per la “neo professoressa”.
Dopo un’anno di supplenza Liliana segui’ il marito,tenente del Genio
stanziato a Bologna.
Aveva 16 anni allorche “Lil” decise di fare una foto-studio del fotografo Carlo. “Venne abbastanza carina”. Un giorno passando per il Corso, Luigi (Gino) Branciaroli (il marito n.d.r)) entro’ da Carlo e chiese informazioni su chi fossi. Da quel momento inizio’ la “love story” che non ha avuto piu’ fine” .I vividi dettagli della “love story” spiegano che la corte assidua del futuro compagno della sua vita, con la giovane giuliese, scateno’il cielo, per il fatto che una ragazza figlia di un antagonista del proprio commercio avrebbe sposato “lui” e poiche’ il paese pettegolo comincio’ a “sparlare”,il 15 ottobre 1942, decisero di scambiare gli anelli.
NASCONO I FIGLI
‘Quando nacque il primo figlio ( Flavio) ,la gioia fu indescrivibile per tutti”,narra Liliana .La coppia si trasferi’ a Macerata, sempre per la guerra e due anni dopo dalla nascita di Flavio apparve Peppino. Era il maggio 1948.
Quando chiediamo: Ma cos’e’ l’amore? l’autrice risponde: “ E’ la
base della conoscenza umana”
Liliana riprende a narrare:” Mio padre (Peppino n.d.r.) compro’ la casa nel 1922,dopo il suo ritorno dagli Stati Uniti. “Era partito giovanissimo, con la nave che aveva impiegato piu’ di un mese per la traversata,portando con se un carico umano di dolori,di speranze per il nuovo mondo”.
“Papa’ ritorno’ in America,piu’ tardi - aveva appena 70 anni- in compagnia di mamma,ed al ritorno si stabili’ nella casa al centro del corso dove insieme alle mie serelle abbiamo raccolto le nostre incertezze, aspirazioni, delusioni, dolori e gioie. E fu li,che papa’ amante della musica, spiro’ il giorno della Festa della Madonna dello Splendore, mentre la banda paesana transitava sotto il suo balcone.”
“Tantissimi flash tornano nella mente, al ricordo del passato”, dice la Sabatini-Branciaroli,e ad elencarli tutti diventa troppo lungo ed accorato.”
E conclude: “Col tempo la nostra casa l’abbiamo abbandonata,ma lei e’ sempre li, con tutti i nostri ricordi,sogni e speranze,che ci affollano la mente ogni qualvolta ci passiamo davanti.”
“A Pescara abbiamo trovato un altro angolo di vita piacevole, altri
amici,altre situazioni che non fanno rimpiangere il Paese.”
Il libro della Sabatini e’ stato accettato e premiato anche dalla Giuria nazionale dell’Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Stanto Stefano (Arezzo)
Quale momento della sua vita e’ rimasto fortemente
memorabile?
“La nascita dei miei tre figli”
Liliana, cosa nella vita piu’ la incuriosisce?
“Conoscere il racconto della vita delle persone.”
Crede nella fortuna?
“Credo nelle occasioni che la vita offre”
Rimpiange l’adolescenza?
“Si per i suoi fantastici sogni”
E’ femminista?
“Sono per l’’equilibrio dei doveri fra uomo e donna”
Fra uomo e donna devono esserci solo parita o anche
eguaglianza?
“No eguaglianza,si parita’.
Chi e’ Liliana Sabatini-Branciaroli?
“E’ una persona che ha rispettato con cuore e coraggio i doveri verso di se’ e verso gli altri dando il meglio si se stessa.”
LINO MANOCCHIA

Il tavolo regionale del Cicas non approva la richiesta di proroga di cassa integrazione per i 99 lavoratori Teleco. “Un’incomprensibile interpretazion

Il tavolo regionale del Cicas non approva la richiesta di proroga di cassa integrazione per i 99 lavoratori Teleco. “Un’incomprensibile interpretazione tecnico – amministrativa può determinare il licenziamento dei lavoratori”.



Ieri pomeriggio, il Comitato per le crisi aziendali della Regione Abruzzo ha respinto la richiesta di proroga di cassa integrazione guadagni per 99 lavoratori della Teleco cavi di Roseto.


“Una situazione paradossale – afferma il presidente Ernino D’Agostino – gli organismi istituzionali dovrebbero salvaguardare i lavoratori non provocarne il licenziamento. Dopo settimane di intenso impegno da parte di Provincia, Comune, parlamentari e Tribunale per individuare un percorso che conducesse al reimpiego dei lavoratori, una discutibile interpretazione tecnico - amministrativa ha determinato la mancata approvazione della richiesta di proroga di cassa integrazione. Una circostanza che può comportare il licenziamento dei lavoratori della Teleco Cavi e che mette a repentaglio la possibilità che vengano reimpiegati. Abbiamo scritto una nota ufficiale all’assessore Paolo Gatti con il quale, ne sono certo, potremo collaborare e trovare un’intesa affinchè questa decisione venga rivista”.


La richiesta di proroga di cassa integrazione in deroga è stata avanzata dopo che la Ecotel di Cesena ha acquistato all’asta i macchinari della ex Teleco Cavi di Roseto, ha ripreso la produzione negli stabilimenti di Voltarrosto e Notaresco, riassorbito circa 50 lavoratori e manifestato una disponibilità di massima a riprendere l’attività anche a Roseto.

Servizio civile, parte il “taxifarmaco“

Servizio civile, parte il “taxifarmaco“
Al via il progetto, finalizzato alla consegna a domicilio di farmaci e beni alimentari, promosso dalla Provincia e gestito dalla Comunità montana del Gran Sasso insieme a Federfarma

È attivo da ieri il “taxifarmaco”, nuovo servizio di consegna a domicilio di farmaci e di beni alimentari di prima necessità rivolto alle persone anziane (oltre i 65 anni di età) e ai disabili e a chiunque si trovi in uno stato di necessità.

L’iniziativa, presentata questa mattina nella conferenza stampa tenutasi nella sede dell’ente, parte grazie ad un progetto di servizio civile promosso dalla Provincia e gestito dalla Comunità montana del Gran Sasso in collaborazione con Federfarma.

I volontari impegnati nel progetto, quattro in totale, hanno il compito di rispondere al telefono, accogliere e registrare la richiesta degli utenti su appositi modelli, acquistare i farmaci (previa prescrizione medica) o i generi alimentari e provvedere alla consegna a domicilio del prodotto richiesto.

I comuni nei quali il servizio è attivo sono quelli della Comunità montana del Gran Sasso: Castel Castagna, Castelli, Colledara, Crognaleto, Fano Adriano, Isola del Gran Sasso, Montorio al Vomano, Pietracamela e Tossicia.

Il progetto si avvale della collaborazione delle locali farmacie oltre che delle strutture commerciali presenti sul territorio e prevede il coinvolgimento dei medici di base.

La finalità è quella di sperimentare una nuova strategia di assistenza sociale e sanitaria in favore di quelle persone che vivono in aree periferiche o che, a causa dell’età o di qualsivoglia disabilità o affezione, si trovino in una condizione tale da compromettere oppure ostacolare la loro mobilità o capacità di spostamento.

Per accedere al servizio è possibile telefonare dal lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 13,30, al numero verde 800701288.

“Puntiamo molto su questo nuovo servizio – è stato il commento dell’assessore alle Politiche giovanili, Mauro Sacco – che parte in via sperimentale in una area dove gli utenti hanno bisogno di maggiore assistenza. L’opportunità che il servizio civile ci offre ancora una volta è quella di coniugare l’esigenza di offrire un’occasione di impegno civile ai ragazzi a quella di tutelare le fasce più deboli della società. Una volta esaurita questa prima fase, verificheremo se sarà possibile estendere l’iniziativa su larga scala”.

“Il servizio di taxifarmaco – ha aggiunto il presidente della Comunità montana del Gran Sasso, Alfredo Di Varano – è fondamentale sia perché va a integrare la gamma dei servizi che offriamo agli anziani e alle fasce socialmente più deboli, sia perché si svolge in un’area disagiata dove la scarsità di collegamenti e di farmacie penalizza gli utenti deboli”.

“Le farmacie – ha dichiarato Biagio De Martinis, presidente di Federfarma - sono da sempre un presidio sanitario fondamentale, questo grazie alla loro diffusione capillare su tutto il territorio provinciale, dove vanno a formare una vera e propria ‘rete sanitaria’ di riconosciuto valore per la comunità tutta, soprattutto nelle zone più disagiate dell’entroterra. Nella provincia di Teramo sono 91 le farmacie che lavorano attivamente per offrire alla collettività un servizio adeguato e puntuale”.

All’interno della Comunità montana del Gran Sasso coordinano il progetto il responsabile dei servizi sociali Piergiorgio Possenti e Luana D’Antonio.

Roma. Mostra di Tommaso Lisanti, dal 19 marzo 2009




Mostra: Tommaso Lisanti
Titolo: Ufo in velocità
Inaugurazione: giovedì 19 marzo ore 18,30
Durata: fino al 11 aprile 2009
Luogo: Galleria Maniero, via dell’Arancio 79 – 00186 Roma
Info: tel./fax: 06 68807116 - info@galleriamaniero.it - www.galleriamaniero.it
Orario: martedì-sabato ore 16-20 e per appuntamento
In galleria uno scritto di Lorenzo Canova
Si inaugura il 19 marzo la mostra personale di Tommaso Lisanti, “Ufo in velocità”, dal titolo che l’artista ha dato a due dei quadri in mostra, e forse in omaggio alla ricorrenza del centenario del Movimento Futurista.
Da sempre Lisanti dipinge alieni, astronavi, paesaggi di altri pianeti, come fosse testimone di una realtà altra, di una dimensione cosmica a lui solo concessa, scegliendo la strada isolata e personale di una pittura fondata su rappresentazioni futuribili che sembrano evocare immagini provenienti da altri mondi, quelli di un mondo visivo autonomo e misterioso.



Nato a Ferrandina (MT) nel 1956, vive e lavora a Roma. Principali mostre personali e collettive: 1983 "Due quadri" Galleria Pio Monti Roma;1985 Galleria Pio Monti Roma; "11 exhibitions" Galleria Corinne Hummel Basilea; "Un pittore uno scultore" Galleria Pio Monti Roma; 1986 "Quadriennale" Roma; "A new Romanticism, sixteen artists from Italy" Hirshhorn Museum, Washington; 1989 "Il boscaiolo magico e la civetta" Galleria Pio Monti Roma; 1991 "Media Ikos" Studio Cristofori Bologna; "Nuove metafisiche" Galleria In arco Torino; 1992 "Castelli in aria" Galleria Nazionale d'Arte Moderna Repubblica di San Marino; 1994 "Così lontano così vicino" Pinacoteca Provinciale Bari; "Ritratto autoritratto" Trevi Flash Art Museum Trevi; 1996 Galleria Maniero Roma; "personale" Studio Giovanni Bulgari Roma; "La pittura delle gioie - La collezione Bulgari" Roma; "Misure uniche per una collezione" Palazzo Ducale Mantova; 1999; "Collezione Giorgio Franchetti" Palazzo Forti Verona; 2000 "Futuribile 3797" Galleria Maniero Roma; 2001 "Cross-roads" Arte Contemporanea dalla Collezione Tonelli, Castello Colonna di Genazzano, Roma; 2002 "Tre Artisti in barca (per tacer del cane)" Galleria Pio Monti Roma; "53° Premio Michetti" Museo Michetti Francavilla al Mare; 2003 "Giotto ha inventato anche Flash Gordon" L'Idioma Centro d'Arte Ascoli Piceno; "Futuro Italiano" Parlamento Europeo, Bruxelles; 2004 "Cento Anni di Arte Italiana alla Farnesina" Roma; "Alogicoalieno" Studio Chia Roma; 2005 "Giostra della Quintana" Palazzo Trinci Foligno; "Il fascino indiscreto della pittura 2" galleria Maniero Roma; 2007 "Personale" Per Mari e Monti Arte Contemporanea Civitanova Marche; 2008 "Quadrato d'arte" Libra Arte Contemporanea Catania.
GALLERIA MANIERO VIA DELL’ARANCIO 79 – 00186 ROMA

Creazione d’impresa: in collaborazione con Sviluppo Italia un ciclo di seminari per favorire l’avvio di nuove attività imprenditoriali

Creazione d’impresa: in collaborazione con Sviluppo Italia un ciclo di seminari per favorire l’avvio di nuove attività imprenditoriali

Dopo la realizzazione del progetto “CREO - Laboratori d’Impresa”, la Provincia di Teramo, Assessorato al Lavoro, torna ad occuparsi di autoimprenditorialità, questa volta in collaborazione con l’Agenzia di sviluppo regionale.

Tra i suoi compiti istituzionali, infatti, SviluppoItalia Abruzzo, ha proprio quello di sostenere la realizzazione e l’avvio di nuove attività imprenditoriali: lavoro autonomo; microimpresa; franchising.

I seminari sono destinati a tutti coloro che intendono avviare una attività in proprio ed avere informazioni dettagliate sulle agevolazioni vigenti, nonché sulle modalità di creazione e gestione d’impresa; si tratta di un’iniziativa con un forte valore aggiunto rispetto alla formazione tradizionale in quanto, gli aspiranti imprenditori, possono contare sul sostegno della Provincia e di Sviluppo Italia per progettare percorsi imprenditoriali qualificati e credibili.

Gli appuntamenti dei seminari, previsti per i mesi di marzo e aprile 2009, saranno articolati secondo il seguente calendario: 24 Marzo - Ore 16.00 Sala del Consiglio provinciale, Via Milli, 2 - Teramo; 7 aprile - Ore 16.00, Centro per l’Impiego di Nereto, Via Iachini, 1 – Nereto; 21 aprile - Ore 16.00 , Sviluppo Italia Abruzzo, Zona Ind. le - Mosciano S. A.
Per avere maggiori informazioni sull’iniziativa, e per potersi iscrivere ai seminari, ci si può recare nei Centri per l’Impiego di Teramo, Giulianova, Nereto e Roseto. Per maggiori informazione visitare la sezione Teramo Lavoro sul sito dell’ente.

Mostra di Alfio Pulcini, dal 19 al 29 marzo 2009 a Piazza Dante Giulianova




Venerdì 20 marzo 2009, alle ore 22,00, verrà presentata, c/o i locali dell'associazione culturale "PiazzaDante" di Giulianova Alta, la mostra personale del notopittore martinsicurese Alfio Pulcini : "Luce eGeometrie".L'esposizione, presentata dalla curatrice SimonaClementoni, immergerà il visitatore in un'atmosferasognante, quasi irreale, dove quiete e silenzio regnanosovrani: architetture essenziali, torri, templi greci,facciate di edifici dalla prospettiva non realistica,volutamente deformata ed allungata con inevitabili suggestioni dechirichiane.L'esposizione resterà allestita fino a domenica 29 marzo2009 e sarà visitabile nei giorni di giovedì, venerdì,sabato e domenica dalle 19,00 alle 24,00.




Alfio Pulcini
Luce e geometrie
di
Simona Clementoni

Nato a Martinsicuro (TE), il 15 novembre 1943, Alfio Pulcini vanta numerosi premi ed una pubblicazione su Nuova Arte di Mondadori. Annovera, inoltre, partecipazioni a diversi concorsi, tra cui il “World Wide Millenium” di Milano nel 1999, il “Giovanni Guareschi” di Parma nel 2000 e la Biennale d’Arte “A. Cesari” di Verona.
Giovanissimo si trasferisce a Legnano, in provincia di Milano, dove frequenta l’Istituto Tecnico, rivelando subito una forte predisposizione per quel tipo di disegno. Tornato nel paese di origine, dove attualmente vive e lavora, frequenta i corsi del maestro Vincenzo Zanchiello da cui apprende le tecniche della pittura del Cinquecento, in cui colori e luci diventano gli elementi essenziali della composizione. Dall’arte figurativa, Alfio Pulcini passa successivamente alla pittura metafisica e poi all’informale, a cui continua ad applicare la tecnica cinquecentesca, ben visibile nel sapiente uso del colore che comincia a farsi più chiaro e luminoso, grazie anche al copioso impiego dell’oro, pur rimanendo prevalente l’azzurro, il colore preferito dell’artista, nelle sue varie sfumature, fino al bianco. Risalgono a questo periodo anche alcuni dipinti dalle forti suggestioni etniche. Affascinato dalla cultura indiana ed egizia, dipinge totem decorati con segni misteriosi, graffiti, triangoli, rombi e spirali. Tra i simboli più ricorrenti, lo scorpione, il suo segno, e l’occhio di falco, sostituto metonimico dell’artista che osserva, scruta ed indaga. Sono le opere dell’ultimo periodo, però, che decretano la piena maturità tecnica ed emotiva dell’artista, nel ritorno alla pittura che più gli è congeniale, quella metafisica. Inevitabili le suggestioni dechirichiane nella rappresentazione di oggetti totalmente incongrui rispetto al contesto: un manichino senza volto dalle sembianze femminili, simile ad una statua greca, elegantemente avvolto in un drappo azzurro e arancio che sfuma in trasparenze gialle, baroccamente plissettato e fermato su un fianco; sulla sinistra il globo terrestre, il mondo di cui l’artista si sente cittadino, una costante nelle sue opere; sulla destra, compostamente assemblata, una natura morta: una grossa conchiglia, una ciotola e resti di antiche rovine colpite da un abbagliante raggio di luce. Sullo sfondo, un paesaggio desertico dai colori pastello, ma tanto distante ed indistinto da sfumare nel nulla. Il tutto immerso in un’atmosfera sognante, quasi irreale, dove quiete e silenzio regnano sovrani. Ed ancora cavalli, quasi imbizzarriti, rappresentati nel rigore delle proporzioni classiche, immersi in una sorta di nuvola di polvere atta a conferire loro il senso del movimento. E poi ricorrenza di architetture essenziali, torri, templi greci, facciate di edifici dalla prospettiva non realistica, volutamente deformata ed allungata. Lo sfondo, sempre molto distante, vacuo ed indistinto, conferisce maggiore risalto agli elementi in primo piano; a volte figure misteriose, ombrose presenze o una semplice testa dal profilo greco e dall’occhio indagatore: è l’artista che, riservato e timorosamente sensibile, si nasconde dietro la sua maschera. Più spesso figure geometriche: parallelepipedi, coni, piramidi, sfere, prismi e cubi; ancora l’artista, il cui carattere preciso e “squadrato” si rispecchia nel rigore geometrico dei simboli che più lo rappresentano.
Come elemento unificante, una padronanza sapiente e sicura della tecnica e del colore, con effetti di luminosa drammaticità, risultato della maestria con cui Alfio Pulcini, senza l’ausilio del pennello né di alcun altro strumento tecnico, riesce, con mano leggera ed esperta, a riportare alla luce il chiaro, conferendo alla composizione sfumature e trasparenze, con sorprendenti effetti di chiaro-scuro. Sono proprio la perizia tecnica, la purezza delle linee, la cura del segno e dei dettagli, uniti ad un temperamento sensibile e rigoroso, che fanno di Alfio Pulcini un artista completo e raffinato.




Paesaggio metafisico
olio su tela, cm 70x120, 2008

Omaggio a De Chirico
olio su tela, cm 70x80, 2008






La memoria nel tempo
olio su tela, diametro cm 80, 2008


In esposizione dal 19 al 29 marzo 2009
Piazza Dante
Giovedi, venerdi…….19.00…24.00


mercoledì 18 marzo 2009

Ad Ascoli Piceno, de Sverzaux, SABATO 21/3 LIVE AL C=LOUNGE


SABATO 21 MARZO
C=LOUNGEVia dell'Aspo, 1Lu Battente - Ascoli Piceno


info: http://www.desverzaux.com/

Seguici sui nostri Social Network, via RSS o scrivici una email

Giovedì 19 Marzo 2009: “Viaggio nel sapere di quant’è buono il formaggio con le pere….e sapessi col miele”


In allegato il menù del prossimo evento che Terra del Gusto Viale Crispi 156 Teramo,
è lieta di organizzare Giovedì 19 Marzo 2009: “Viaggio nel sapere di quant’è buono il formaggio con le pere….e sapessi col miele”
Presenza in sala di un mastro casaro che realizzerà dal vivo Giuncate e Scamorze, seguirà Degustazione.

E' gradita la prenotazione.
Vi Aspettiamo.
Lo staff di Terra del Gusto

Terra del Gusto
Viale Crispi, 156
Info e Prenotazioni 0861 221320

E' scomparso il Presidente dell'Ordine dei Farmacisti della provincia di Teramo, Gianfranco Foschi


E' scomparso il dott. Gianfranco Foschi , Presidente dell'Ordine dei Farmacisti della Provincia di Teramo e titolare della omonima farmacia di Bellante Stazione, dove viveva con la sua famiglia. A Ripattoni di Bellante, ieri, si sono svolti i funerali. E' stato il primo presidente, nel 1976, dell’A.S.D. Amatori Rugby Teramo. La redazione si associa al dolore che ha colpito la famiglia Foschi, rivolgendo un pensiero affettuoso ad Alessandra e Giovanni Foschi.

Beni culturali: a Giulianova il “vuoto”! Perché?








Il Cittadino Governante associazione di cultura politica
Beni culturali: a Giulianova il “vuoto”! Perché?
Dicevamo qualche settimana fa:
“Un cantiere, quello di Piazza Buozzi, che viene aperto al buio, senza cioè che ci sia stato uno studio preliminare del sottosuolo di Piazza Buozzi. Dove è risaputo che ci sono cisterne, cunicoli e condotte, come evidenziato dal crollo degli anni ’80 nei pressi del Duomo. Ci sono foto che mostrano chiaramente che in quella piazza, risalente al 1470, ci sono strutture sotterranee molto probabilmente utilizzate per deposito di vettovaglie e convogliamento delle acque di cui è ricchissima tutta la collina ove è sorta Giulianova. Lì sotto ci potrebbe essere materiale archeologico di grandissima importanza per capire com’era la Giulianova del Rinascimento. Uno studio del sottosuolo preliminare e contestuale ai lavori in superficie sarebbe utile, quindi, per:
-garantire la sicurezza statica di tutta la piazza -acquisire notizie importanti sulla storia di Giulianova -scegliere porzioni sotterranee da preservare e mostrare con pavimenti trasparenti -trarre spunti importanti per la scelta dei materiali e delle tecniche costruttive da utilizzare nella
ripavimentazione della piazza e del corso”.
A quanto pare avevamo visto giusto. Queste foto documentano chiaramente che nella piazza ci sono parti sotterranee vuote che andrebbero, da una parte studiate e dall’altra messe in sicurezza statica. Non sta accadendo nulla di tutto ciò. La grande cavità che si è aperta, accidentalmente – di fronte alla pizzeria della piazza – è stata rapidamente chiusa e poi… altro che mattoni in cotto “ a spina pesce” (che si vedono chiaramente anche nelle nuove foto), come logica suggerirebbe, ma un’offensiva pavimentazione in porfido per la nostra bella piazza rinascimentale. Inizialmente la presenza quotidiana di un’archeologa, dopo il nostro interessamento presso la Soprintendenza dei Beni Archeologici, aveva fatto sperare in qualcosa di buono. Finora non è stato così. Auspichiamo che, almeno, si proceda allo studio archeologico della porzione di piazza vicino al Duomo di S.Flaviano. Non si può, comunque, non rimarcare come quello che sta accadendo sia frutto, da una parte, di una pessima impostazione dell’opera pubblica che sta interessando il cuore del Centro Storico e dall’altra, delle dimissioni anticipate del Sindaco e della Giunta che, se in carica, avrebbero potuto, almeno, rivedere il piano d’azione amministrativa, inserendo sondaggi di studio in corso d’opera. Il Commissario Prefettizio, occupandosi dell’ordinaria amministrazione, deve invece probabilmente camminare su binari obbligati ricevuti in eredità. Rimane l’amarezza per la mancata valorizzazione dei nostri importanti Beni Culturali, nonostante la spesa di oltre un milione di euro.

Giulianova 18 marzo 2009

IL CITTADINO GOVERNANTE
Il Cittadino Governante associazione di cultura politica
Via Galvani 53 64021 Giulianova (TE) tel. 3461035861 www.ilcittadinogovernante.it info@ilcittadinogovernante.it


Al via un corso di aggiornamento per operatori scolastici sulle MGF

Al via un corso di aggiornamento per operatori scolastici sulle MGF

La Provincia di Teramo, in collaborazione con l’Ufficio scolastico provinciale, ha organizzato un corso di aggiornamento per la prevenzione e il contrasto delle MGF (sigla che sta per mutilazioni genitali femminili) rivolto agli operatori scolastici del territorio.

L’iniziativa s’inserisce nell’ambito del progetto DADA (Diritti e Autonomia per le Donne Africane), di cui è partner la Provincia, lanciato l’anno scorso dal Comune di Pescara in collaborazione con la Regione Abruzzo e altri enti grazie ad un finanziamento del Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il coinvolgimento degli operatori scolastici nasce dalla considerazione che la scuola è un fondamentale contesto di integrazione sociale sia per le bambine immigrate sia per le loro famiglie. Gli insegnanti, in particolare, possono intercettare i casi di rischio o di interventi di MGF sulle proprie alunne.

Il corso di aggiornamento, che inizierà venerdì 20 marzo, è aperto alla partecipazione di un numero massimo di trenta docenti e cinque mediatori culturali.

La segreteria organizzativa del corso è coordinata da Liviana Bentivoglio dell’Osservatorio Immigrazione della Provincia (tel. 0861 331306 - E-mail: affari.sociali@provincia.teramo.it).

Basket. Amicacci Giulianova per la A1


x la A1
.Ciao a tutti,volevo ricordarvi un'appuntamento importante ,torna il campionato:Sabato ore 18 al palacastrum c'è il Cagliari.è un'appuntamento importante e delicato,bisogna vincere a tutti i costi per evitare la lotteria dei playout ,andrebbe bene anche perdere con uno scarto di meno di 6 punti,avendo vinto la prima con un +6,ma sarebbe meglio vincere e basta.Abbiamo bisogno del tifo di tutti,per cui vedete di fare uno sforzo e venite alla partita ,ma sopratutto fate girare il messaggio.Spingiamo la palla dentro al canestro col tifo ,tutti insieme a tre giornate dal termine questa è la classifica:1 retrocessa(Vicenza) e 2 ai Playout(porto Torres + S.Lucia/ Taranto 26Lottomatica 22Sassari 18Padova 15Porto Potenza 14Las Giulianova 12Cagliari 10Porto Torres 4Vicenza 2 come vedete vincendo sabato andiamo a +4 e non abbiamo + problemi

TAPPA di MARZO 2009 – “SAN GIUSEPPE E FESTA DELLA PRIMAVERA”




TAPPA di MARZO 2009 – “SAN GIUSEPPE E FESTA DELLA PRIMAVERA”
Lo Staff di Agritour Teramo è lieto di comunicare a tutti i soci che la tappa di Marzo 2009 si svolgerà venerdì 27 marzo 2009 presso la trattoria “Cosciotti” (Tel. 0861.950148) sita in località Tintorale nel comune di Crognaleto!
[Anticamente il mese di marzo era dedicato a Marte, non il dio bellicoso delle battaglie ma quello pacifico della fecondazione, per questo la Primavera è detta anche “stagione dell’amore”. Il Tema del mese sarà dedicato sì alla Primavera ma anche a San Giuseppe la cui ricorrenza viene festeggiata con l’uso rituale del falò. E sarà proprio il fuoco a legare i due momenti di festa, e a cadenzare il passaggio dalla stagione invernale a quella primaverile attraverso la magia benaugurale del …]

Partecipare per ricordare, non solo la luminea di San Giuseppe e l’arrivo della nuova stagione, ma anche il menù della serata:
Antipasti a base di:
- Melanzane, zucchine, scrippelle all’olio, melanzane e patate in rosso, mazzarelle in bianco, fagioli con le cotiche;
- Assaggi di focacce bianche e pizze cotte al forno a legna;
Primi:
- Zuppa speciale della trattoria;
- Ceppetelle alla boscaiola;
Secondi e contorni:
- Spezzatino di castrato con insalata mista;
- Bollito misto ai sottaceti;
Crostata della casa e Torzetti;
Trebbiano, Montepulciano e digestivi locali.

Prezzo riservato ai soci € 20,00 circa.

Le prenotazioni si chiuderanno alle ore 13 di mercoledì 25 marzo 2009 e/o al raggiungimento delle 25 prenotazioni!
Per le adesioni confermare tramite e-mail (info@agritour.te.it o tappamensile@agritour.te.it) o tramite SMS (cell. 328.8977652)!
Appuntamento in Piazza Garibaldi, sito storico, alle ore 19 e 45.
A venerdì, lo Staff di Agritour Teramo.
http://www.agritour.te.it/

ANGELA CHITI a occhi chiusi - fotografie a Firenze



Firenze - Palazzo Medici Riccardi - Limonaia, Via Cavour 1 / 3
Sabato 28 marzo 2009 ore 17.00 inaugurazione della mostra ANGELA CHITI a occhi chiusi - fotografie
a cura di Alessandra Borsetti Venier
Interverranno:
Andrea Barducci Vicepresidente della Provincia di Firenze
Jennifer Celani Storica dell’arte, Responsabile The International Association for Art and Psychology
La mostra resterà aperta dal 28 marzo al 18 aprile 2009
Catalogo Morgana Edizioni

Palazzo Medici Riccardi ha ormai da tempo una consolidata attività espositiva attenta non solo alle grandi opere del Rinascimento o della classicità, ma anche, in una sorta di dialogo virtuoso tra passato e presente, a quelle degli artisti contemporanei. Nella sua prestigiosa Limonaia, trova accoglienza dal 28 marzo al 18 aprile la mostra di opere fotografiche di Angela Chiti. Esposizione singolare, già a partire dal paradossale titolo “a occhi chiusi”, nella quale sentimenti, emozioni e memoria escono da misteriose aggregazioni materiche.
È soltanto nel 2007 che Angela Chiti inizia a utilizzare il colore e realizza la serie a occhi chiusi. Si tratta di una svolta decisiva nel suo percorso artistico ed espressivo. Non casualmente, il suo talento e la sua passione avevano finora ritenuto opportuno utilizzare esclusivamente il bianco e nero, scanditi nelle loro infinite variazioni. Nella raffinata eleganza dei suoi microcosmi informali a volte è difficile capire se si tratta di fotografie o di opere pittoriche fotografate. È come se pittura e fotografia fossero entrate in simbiosi, compenetrandosi in risultati emblematici e fortemente suggestivi, evolvendo in una dimensione “altra”. Sono immagini in assenza di peso specifico, aliene alla gravità, al tempo e a qualsiasi anatomia. Vi si possono immaginare lievi tracce materiche di realtà, ma forse è soltanto una necessità razionale di chi guarda e non accetta di lasciarsi andare al “vuoto” di pochi elementi immersi nella luce e nel colore. Un vuoto permeato da un’ “essenza” silenziosa che l’artista ha intuito e fermato attraverso la fotografia. Con l’intenzione - forse - di sospendere, anche solo per un istante, il ritmo convulso del vivere, e spostare l’attenzione su tutto ciò che ogni giorno sfugge, cancellato dall’urgenza.
“Angela Chiti - scrive Luca Landi - abita poeticamente il mondo, gli ambienti che la circondano e che si offrono al suo sguardo, secondo un’estetica dell’incontro e dell’esperienza che non è passiva registrazione di ciò che c’è, ma attivo posizionarsi nei confronti dell’immagine e della forma”.
Anche dalla poesia l’artista prende spunto per le sue opere ed ecco perché nel libro/catalogo, pubblicato da Morgana Edizioni per questa occasione espositiva, sono inseriti vari testi di quegli autori preferiti, come Emily Dickinson, Hatsuo Basho, Dino Campana, Cristina Campo, Giorgio Caproni, che la accompagnano e la ispirano nella ricerca della visione di un altro orizzonte di senso.

Il percorso espositivo di Angela Chiti inizia a Firenze nel 1986 a Palazzo Pitti con la collettiva L’etrusco immaginato, esposizione organizzata dalla Scuola Internazionale F64 di Luciano Ricci, anche se già nel 1985 lo stesso Ricci, partecipando al “SICOF” a Milano, aveva esposto una foto dell’allieva.
Fin dagli esordi nella sua ricerca si evidenzia il morbido uso del bianco e nero, la capacità di cogliere i soggetti con naturalezza, dotando le immagini di un taglio lirico-realistico. Agli inizi degli anni Novanta l’artista si dedica al ritratto ed espone in una personale ritratti di bambini della comunità cinese dell’area fiorentina in rapporto all’integrazione scolastica. Dal 1995 al 2003 contribuisce all’arricchimento dell’archivio fotografico dell’Istituto Ernesto de Martino di Sesto Fiorentino (Fi), documentandone tutte le iniziative svolte nell’ambito della cultura e della musica popolare italiana.
Nel 1996, durante un viaggio in Algeria con l’Associazione Ban Slout Larbi, Italia-Saharawi, realizza un rèportage incentrato proprio sul ritratto, cogliendo la profondità espressiva e la grande dignità di questo popolo.
Sempre nel 1996, la fotografa Maria Teresa Giancoli svolge una tesi su di lei all’Hunter College (NYC) e scrive: “Angela Chiti ha sviluppato due corpi di lavoro: uno ambientato all’interno di un teatro abbandonato e l’altro ambientato nei caffè e in altri luoghi d’incontro, entrambi realizzati in giro per la Toscana. Il primo è coincidentalmente legato al lavoro sui teatri svolto da Hiroshi Sugimoto (Metropolitan Museum of Art, New York, novembre 1995 - gennaio 1996). Mentre Sugimoto fotografa ciascun teatro usando la stessa rigorosa posizione frontale, Angela Chiti fotografa da diversi punti di vista; per lei lo spazio teatrale è una celebrazione di umanità. Con pochi elementi e la luce naturale, Angela Chiti accende la particolare vita del teatro abbandonato e di tutto il suo vissuto”.
Contemporaneamente si dedica sempre più al ritratto non ambientato. L’artista pone la figura umana come fulcro delle sue immagini, nel tentativo di rivelare la persona, “il tessuto di storia dell’anima, come vera espressione del sé”. L’uso del bianco e nero, l’assenza di artificio, la luce naturale, sono scelte estetiche volte a far emergere l’autenticità dell’essere, cercando la poesia che anima la vita. Nel 1997 avviene un cambiamento importante: ha inizio una ricerca visiva incentrata sugli elementi primari della natura. Nasce la serie Lito-grafia del Tempo, immagini di segni e astrazioni raccolte nell’elemento terra, lasciati nel tempo dal Tempo. Siamo di fronte a un invito, quasi un’indicazione etica, a cogliere l’intrinseca poesia della natura. In seguito, dal 1998 al 2003 affronta, sempre con il consueto uso del bianco e nero, l’elemento acqua. La serie dal titolo Fonti, si basa esclusivamente sul movimento e sulla luce, cogliendo quei connotati simbolici e ancestrali che da sempre le vengono attribuiti. La qualità e la novità di questa serie vengono segnalate da “Il giornale dell’Arte”.

MULTIMEDIA - ARTE 055 6811728 Info Provincia: 055 2760473/427 - 334 339 6562
Orari: aperto tutti i giorni ore 9.00 - 19.00, escluso mercoledì - Ingresso libero

martedì 17 marzo 2009

Il Turismo dei rifiuti a Giulianova, nota di Azione Giovani







GIULIANOVA
Il Turismo dei rifiuti


Dopo aver segnalato nelle scorse settimane le condizioni in cui versava il depuratore del quartiere Annunziata, questa volta ci preme segnalare il disagio ambientale della zona turistica, la cosiddetta “E2”.
Tutti sappiamo che Giulianova è una città che vive soprattutto di turismo nei mesi estivi, ma per il resto dell’anno sul territorio comunale continuano a viverci i cittadini giuliesi!
Passeggiando per la zona nord di Giulianova, abbiamo notato la mancanza di cura del verde pubblico con rifiuti di vario genere buttati qua e là, senza che nessuno si preoccupi minimamente di tutto ciò.
Con le immagini abbiamo documentato l’esistenza in alcuni casi di piccole discariche “a cielo aperto”, fatto che riteniamo abbastanza grave.
Ciò che colpisce di più tuttavia, è che la stessa zona “E2” è interessata dalla raccolta “porta a porta” la quale, oltre a non essere mai entrata in funzione su tutto il territorio cittadino, non ha evidentemente raggiunto gli obiettivi che i nostri passati amministratori si erano prefissati.
Non solo, ma anche la cura del verde nella nostra città risulta deficitaria e carente, perciò crediamo che la “Giulianova Patrimonio” debba fare di più.
Nel ringraziare comunque la “squadra del verde”, per aver provveduto sollecitamente a ripulire la zona del depuratore, chiediamo un ulteriore intervento nella “E2”, in quanto è una delle zone più importanti per il turismo della nostra città e sicuramente non merita di versare in una situazione di tale degrado.

Distinti saluti.
I ragazzi di Azione Giovani Giulianova

Comitato promotore Referendum regionali

Comitato promotore Referendum regionali
e Proposta di legge di iniziativa popolare
per la riduzione dei costi della politica
SEDE REGIONALE DI ROSETO DEGLI ABRUZZIVia Lombardia, 10 – Tel. 085.8944932 – 330/431480 - Fax. 085.9150464 –COMUNICATO STAMPA
“Non c'è più religione!”
Sono due anni consecutivi che chiediamo al Consiglio regionale di ridurre i costi degli organi politici e di sciogliere gli enti strumentali della Regione Abruzzo: eppure “nessuno” ci aiuta nella racolta delle firme e nella informazione dei Cittadini sottoscrittori e delle istituzioni locali preposte alla autentica delle firme medesime. Riducendo del 50% le ingentissime e sproporzionate spese “non obbligatorie” che la Regione inserisce ogni anno nel bilancio, si risparmiano complessivamente più di 150.000.000,00 di euro, per un totale di 750.000.000,00 euro nell'arco dei 5 anni di legislatura. Sciogliendo i Consigli di amministrazione e tagliando buona parte degli 81 enti strumentali, Società partecipate e controllate della Regione, delle Province e dei Comuni, e chiudendo almeno la metà delle 350 sedi di rappresentanza, si risparmierebbero altri 70.000.000,00 di euro: tali somme, immediatamente spendibili, povrebbero essere utilizzate a sostegno del reddito delle famiglie in difficoltà, per i servizi sociali e sanitari, per la riduzione delle tariffe e delle tasse e per la sicurezza sui posti di lavoro e sulle strade.
Abbiamo chiesto al Consiglio regionale ed ai Gruppi Consiliari di fare propria la nostra Proposta di legge di iniziativa popolare, sulla quale in questi giorni stiamo raccogliendo le firme: con essa si chiede al Consiglio Regionale la riduzione del 50% di COMPENSI, RIMBORSI, INDENNITA', DIARIA MENSILE E ASSEGNO VITALIZIO per i Consiglieri regionali, la abolizione di CONSULENZE, INCARICHI, COLLABORAZIONI, CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI A PIOGGIA e la riduzione e lo scioglimento degli enti strumentali della Regione Abruzzo.
Abbiamo presentato un “ricorso amministrativo” all'Ufficio di Presidenza per revocare la delibera di decadenza dell'iter referendario che è stata sospesa a causa dello scioglimento anticipato del Consiglio, chiedendo invece di poter riprendere la raccolta delle firme sui 5 Referendum abrogativi regionali alla scadenza dei sei mesi successivi alla elezione del nuovo Consiglio, così come prevede lo Statuto e la Legge: ma “nessuno” sino ad ora ci ha dato alcuna risposta, mentre rimane ancora “vacante” il Collegio per le Graranzie statutarie che su questi temi dovrebbe esprimere il proprio qualificato parere.
Tutti parlano di riduzione dei costi della politica, ma nessuno, da più di due anni, ha anora fatto nulla: ci sembra proprio che, su questa vicenda “politica” sia vero il detto popolare “Non c'è più religione!”
Pio Rapagnà e Giovanna Forti – promotori
Roseto degli Abruzzi, 17.3.2009

Petizione Online de IL CENTRO

Petizione online de IL CENTRO

Anche i politici paghino un ticket. Non solo gli anziani e i malati. "Il Centro" lancia, attraverso il proprio sito internet, una petizione per sollecitare i 45 consiglieri regionali dell'Abruzzo a ridursi lo stipendio di almeno il 20 per cento. "Se è tempo di sacrifici, che lo sia per tutti" ha scritto il direttore Luigi Vicinanza commentando la decisione di aumentare i ticket sulle ricette mediche, fino a quadruplicarli: prima si pagava massino 1 euro; ora si pagherà fino a 4 euro a ricetta. La decisione è stata presa dal commissario, Gino Redigolo, inviato dal governo in Abruzzo per risanare il bilancio della spesa sanitaria: per il 2009 mancano ben 183 milioni di euro per far quadrare i conti. "Necessarie, forse. Odiose, sicuramente. Altre tasse - sia pure mascherate sotto la forma del ticket sulla ricette farmaceutiche - sono piombate sulle spalle dei contribuenti abruzzesi. Per ora, pagano i più deboli: anziani e ammalati" ha scritto il direttore del "Centro".Partendo da questa considerazione, con la crisi economica che impoverisce il paese, è giusto che chi governa la Regione dia l'esempio contribuendo al risanamento del deficit sanitario. I consiglieri regionali abruzzesi sono tra i meglio remunerati d'Italia: sono all'8° posto su venti regioni, davanti alle Marche, all'Umbria e al Lazio. Un consigliere prende 4.840 euro netti al mese più 6.085 di rimborsi per un totale di quasi 11mila euro. Inoltre ci sono indennità aggiuntive per ogni capogruppo, presidente di commissione, per il presidente dell'assemblea, i vice, ecc. Un veterano di Palazzo dell'Emiciclo all'Aquila, Giuseppe Tagliente (centrodestra), ha calcolato che diminuendo di mille euro al mese lo "stipendio" dei 45 consiglieri, la Regione risparmierebbe un milione di euro all'anno. Se si riducessero del 20 per cento anche i compensi e i gettoni di presenza di tutti coloro che occupano posti nei consigli di amministrazione degli enti regionali abruzzesi, si potrebbe mettere insieme un ulteriore tesoretto di almeno 4/5 milioni di euro (se non di più) da impiegare per ridurre l'effetto-tasse sulla sanità.

Vai alle firme

RINVIATO LO SPETTACOLO DELLA DE SIO


RINVIATO LO SPETTACOLO DELLA DE SIO

La Società della Musica e del Teatro “Primi Riccitelli” informa tutto il pubblico della Stagione di prosa 2008-2009 che lo spettacolo Il laureato con Giuliana De Sio, in programma al Teatro Comunale di Teramo mercoledì 18 marzo e giovedì 19 alle ore 21 e venerdì 20 alle ore 17, per motivi di salute dell’artista è rinviato a data da definire. Si informa, inoltre, che saranno comunicate il prima possibile le nuove date.

Garrufo di Sant'Omero (TE). IV° edizione del premio racconto breve 2009 in memoria di Giammario Sgattoni

PREMIO RACCONTO BREVE 2009

1. L’Associazione Pro Loco di Garrufo di Sant’Omero (Te) indice la IV edizione del premio Racconto breve 2009 “Giammario Sgattoni”, con il tema “Il folklore nella storia della tua terra”. I racconti devono trovare ambientazione negli antichi riti e festeggiamenti della tradizione locale.
2. La partecipazione è gratuita.
3. I testi non devono superare la lunghezza di n. 16.000 battute (spazi inclusi).
4. Gli elaborati devono, inoltre, essere scritti in lingua italiana.
5. Gli elaborati devono essere inediti.
6. Il materiale dovrà essere consegnato entro il 22 maggio 2009, sia su supporto cartaceo (n. 5 copie), sia su supporto informatico (file. doc), e spedito a “Premio racconto breve” c/o Pro Loco di Garrufo, Piazza XXV Aprile, - 64027 GARRUFO DI SANT’OMERO (Te). Le buste, contenenti le opere, con timbro postale successivo alla data suindicata, non verranno tenute in considerazione.
7. Il Premio è articolato in un’unica sezione: possono partecipare tutti quelli che abbiano compiuto i quattordici anni di età alla data del 22 maggio 2009.
8. I dattiloscritti devono essere presentati in n. 5 copie non firmate e in busta chiusa, e senza mittente (anonimo).
9. Il nominativo, l’età degli autori, i recapiti (anche quelli telefonici) e il dischetto con il file. doc, vanno inclusi in una seconda busta sigillata e inserita nel plico in forma anonima.
10. Non si accettano elaborati spediti per posta elettronica.
11. Per informazioni: tel. 328.8967619 (ore pomeridiane), oppure all’indirizzo e-mail: info@garrufo.it
12. Non verranno presi in considerazione racconti che eccedono la lunghezza stabilita e che, per gli argomenti trattati, a insindacabile giudizio della Giuria, possano esporre l’organizzazione o i singoli soggetti a contenziosi di tipo legale o possano risultare lesivi della loro immagine.
13. I lavori partecipanti al Premio non saranno restituiti in quanto costituiranno parte integrante dell’archivio del Premio medesimo.
14. I lavori premiati potranno essere pubblicati a cura della Casa Editrice Verdone (C.da Casette-Faiano, 17/a – 64041 Castelli (Te) – tel. 0861.979402 – fax 0861.432386).
15. La Giuria, nominata dalla Pro-Loco, esaminerà i lavori concorrenti e, in base ai criteri e motivi stabiliti per l’assegnazione dei premi, redigerà una Relazione conclusiva che conterrà la graduatoria dei vincitori. La Giuria sarà presieduta dal vincitore della edizione dello scorso anno.
16. Ai vincitori sarà data notizia telefonicamente circa 20 giorni prima della premiazione.
17. I premi consistono in:
€ 700,00 per il primo classificato;
€ 400,00 per il secondo classificato;
€ 250,00 per il terzo classificato.
18. Confezione di prodotti tipici locali (o artigianato locale) per il quarto, quinto e sesto classificato.
19. Una Giuria-giovani (14-25 anni), nominata dalla Pro Loco, si riserva di assegnare un premio speciale.
20. La Giuria si riserva, inoltre, di assegnare premi ex-aequo.
21. Il giudizio della Giuria è inappellabile e insindacabile. L’organizzazione non fornirà ai partecipanti alcun tipo di spiegazione in merito a eventuale esclusione dal concorso e ai criteri di valutazione.
22. La partecipazione al Premio implica l’automatica accettazione da parte dei concorrenti di tutte le norme del bando (accettazione D.L.gs. 196/2003 sulla privacy).
23. La premiazione avrà luogo venerdì 7 agosto, alle ore 21.30, nel corso della manifestazione “Garrufo con Gusto” che si svolgerà, dal 2 all’8 agosto 2009, in Garrufo di Sant’Omero (Te).

Giulianova. V edizione de Passio Christi 2009


V Edizione Passio Christi – Conferenza Stampa



La S.V. Ill.ma è invitata a partecipare alla Conferenza Stampa organizzata in occasione della presentazione della V Edizione della “Passio Christi” che si svolgerà, alla presenza di autorità cittadine, SABATO 21 MARZO alle ore 15.00 presso la Gioielleria Torresi, Via Gramsci 27, Giulianova.

E’ gradita conferma.
Programma Passio Christi 2009

Associazione Culturale “Gruppo Corale G. Braga”
Via Gramsci n°27 – 64021 Giulianova (TE)
http://www.coralebraga.it/info@coralebraga.it
Tel. e Fax. 085.800.34.20
Cell. 349.144.52.67



DOMENICA 29 MARZO
Pellegrinaggio ad Assisi
Incontro tra rappresentanze della Città di Giulianova con il Comune di Assisi
Santa Messa presso la Basilica Patriarcale di Assisi
Visita alla Tomba di San Francesco e Cerimonia di accensione de “La Lampada della Pace”
Peregrinatio “Lampada della Pace”

LUNEDI 30 MARZO
Peregrinatio “Lampada della Pace”

MARTEDI 31 MARZO
Peregrinatio “Lampada della Pace”

MERCOLEDI 1° APRILE
Peregrinatio “Lampada della Pace” presso i luoghi del dolore: Istituto Gualandi di Giulianova per sordomuti, Piccola Opera Charitas e Ospedale Civile

GIOVEDI 2 APRILE
Peregrinatio “Lampada della Pace”

VENERDI 3 APRILE
Peregrinatio “Lampada della Pace” Duomo di San Flaviano
ore 19.00 Duomo di San Flaviano
Solenne Concelebrazione Eucaristica con Ostensione Sacra Sindone animata dalla Corale “G. Braga” diretta dal M° Marco Palladini

SABATO 4 APRILE
dalle ore 20.00 alle ore 22.30 Salita Montegrappa (con ingresso mercato coperto)
PASSIO CHRISTI V edizione

DOMENICA 5 APRILE
ore 19.00 Duomo di San Flaviano
Solenne Concelebrazione Eucaristica con Ostensione Sacra Sindone animata dalla Corale “G. Braga” diretta dal M° Marco Palladini

LUNEDI 6 APRILE
ore 10.00 Sala Trevisan presso la Piccola Opera Charitas
Conferenza tenuta dal Prof. Bruno Barberis con i ragazzi delle Scuole
Direttore del Centro Internazionale di Sindonologia di Torino

GIOVEDI 9 APRILE
ore 21.00
Veglia di preghiera alla Sindone

VENERDI 10 APRILE
ore 15.00
Ora media del Venerdì Santo davanti alla Sindone

SABATO 11 APRILE
ore 09.00
Lodi Mattutine del Sabato Santo davanti alla Sindone
17.00 Tradizionale Benedizione delle “Uova e delle Pizze di Pasqua”

DOMENICA 12 APRILE
ore 12.00 animazione della Santa Messa del Giorno di Pasqua a cura della Corale Polifonica “G. Braga”

DAL 4 APRILE AL 14 APRILE dalle ore 09.30 alle ore 12.30
dalle ore 16.00 alle ore 21.30

MOSTRA E OSTENSIONE DELLA SACRA SINDONE (copia autentica certificata) illuminata dalla LAMPADA DELLA PACE

Operazione "Leone 3" - L'esercito italiano in Libano - Diario per immagini ed emozioni di una missione di pace. Autore Gianfranco Peroncini



Codice prodotto: 978-88-8155-458-4


Titolo: Operazione "Leonte 3" - L'esercito italiano in LibanoSottotitolo: Diario per immagini ed emozioni di una missione di pace

Pagine: 192

Codice ISBN: 978-88-8155-458-4

prezzo € 35.
Operazione “Leonte 3”: l’opera di pace delle Forze armate italiane in Libano. Una missione in cui s’intrecciano nel quotidiano ecoscandagli e potabilizzatori, pattuglie e ricognizioni, sminamenti e cure veterinarie, il filo rosso che cuce le lunghe ore dei giorni – che diventano settimane, che si trasformano in mesi – della vita quotidiana dei nostri militari che vivono in prima linea e in prima persona le missioni di pace decise e sostenute dal Parlamento, in nome e per conto del popolo italiano. “140.000 attività diurne e notturne, oltre 2.500.000 chilometri percorsi in attività operative e logistiche...”, ha sottolineato il generale Paolo Ruggiero, Comandante del Sector West di Unifil 2, nel suo contributo al libro. Si tratta di impegni in teatri sconvolti dall’odio e dalla distruzione che costano molto, a volte anche lacrime e sangue. Come ha detto nella sua Prefazione il ministro della Difesa, on. Ignazio La Russa: “A caro prezzo – a carissimo prezzo – abbiamo conseguito concretamente e sul campo risultati che hanno interrotto le spirali della guerra e della violenza e riaperto la strada alla sicurezza e allo sviluppo. Una strada segnata dal sacrificio italiano, di quello degli uomini e delle donne schierati in prima linea. Ma anche di tutta la comunità nazionale che ne comprende, come ha saputo dimostrare, rischi, asprezze e fatiche”.

La nuova immagine editoriale de La Città una scelta voluta e perché il Resto del Carlino

presentano:
Intervengono:
Dr. Antonio D’Amore
Direttore “La Città”
“La nuova immagine editoriale de La Città una scelta voluta e perché il Resto del Carlino”

Avv. Domenico Di Sabatino (Sindaco di Bellante)
Dr. Luigi Maria Feriozzi (Presidente Proloco)
Davide D’Amario (Nuove Sintesi)

Venerdì 20 marzo 2009
Ore 21.00 sala consiglio comunale
Bellante (Teramo)

Il “Figliol prodigo” di Alberto Chiarini donato dagli eredi alla Biblioteca Delfico


Il “Figliol prodigo” di Alberto Chiarini donato dagli eredi alla Biblioteca Delfico

I familiari dello scomparso artista teramano, Alberto Chiarini, doneranno alla Biblioteca Dèlfico l'opera incompiuta “Il ritorno del figliol prodigo”. La consegna della tela, domani pomeriggio, alle 17.30 nel corso di una cerimonia ufficiale che si svolgerà nella sala Audiovisi della Biblioteca Melchiorre Delfico, a Teramo. A ricordare la figura del pittore sarà Romolo Bosi e interverrà l’assessore alla cultura Rosanna Di Liberatore.

L’opera, un dipinto di grandi dimensioni, circa 5 metri di larghezza per 2 di altezza, rappresenta “Il ritorno del figliol prodigo” e doveva far parte di un ciclo pittorico, comprendente anche “La parabola del buon samaritano” da collocare nella chiesa del Cuore Immacolato di Maria di Piazza Garibaldi a Teramo.

Nelle intenzioni dell'artista, in realtà, doveva trattarsi di un affresco da realizzare sulle pareti della chiesa, ma difficoltà di ordine tecnico consigliarono l'abbandono del progetto e la scelta di dipinti su tela. Questo spiega le dimensioni dell'opera. Fu elaborato nell'agosto del 1988 ma Chiarini non ebbe il tempo di completarlo perché morì a causa di incidente stradale.

Nota biografica dell’autore

Terminati gli studi a Macerata si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Roma, sotto la guida dei maestri Gentilini e Maccari. Dopo vari lavori di grafico pubblicitario e vetrinista si dedica all’attività didattica divenendo successivamente titolare della cattedra di Disegno e Storia dell’arte all’Istituto Magistrale di Teramo. Organizza con i coetanei mostre collettive e
pratica la pittura en plain air; vince vari concorsi extemporanei con apprezzamenti di critica e pubblico. Conosce Guido Montauti a cui si lega particolarmente. Nel 1964 alla costituzione del gruppo “Il pastore bianco” aderisce e ne è il maggiore artefice. Partecipa alla
realizzazione della grande tela “Il giudizio universale” ora collocato nell’androne del municipio di Teramo. Pur rimanendo legato al maestro , ne sviluppa il linguaggio aderendo alla sua personale poetica lirica e completativa. La rarefazione dell’atmosfera con la creazione di forme dense di chiara luce mediterranea e il rigore prospettico dello spazio illusorio rinascimentale portano all’esaltazione di angoli mai considerati della città e vegetazioni irridescenti del territorio. Attento alle tradizioni popolari con la nascita della tv locale via cavo TeleTeramo da lui voluta nel 1974, organizza la trasmissione “La preta mmarmarata” rispolverando il lessico e la
cultura nel teramano, quando ancora il dialetto locale era sinonimo di arretratezza culturale. Teramo 17 marzo 2009

Conferenza Stampa a Teramo

CONFERENZA STAMPA Giovedì 19 marzo Sala Giunta Ore 11,30 L’assessore alle Politiche giovanili, Mauro Sacco , vi invita alla conferenza stampa in programma dopodomani, giovedì 19 marzo, nella Sala Giunta, alle ore 11,30, per illustrare il nuovo servizio di “ taxifarmaco ”, avviato nei comuni della Comunità montana del Gran Sasso grazie a un progetto di servizio civile promosso dalla Provincia e attuato dalla Comunità montana in collaborazione con Federfarma Teramo . Saranno presenti, oltre all’assessore Sacco, anche il presidente della Comunità montana del Gran Sasso, Alfredo Di Varano , e il presidente di Federfarma, Biagio De Martinis . Teramo, 17 marzo 2009 -- Ufficio Stampa Provincia di Teramo 0861.331313 329.2608975 ufficio.stampa@provincia.teramo.it entra nella Sala Stampa http://www.provincia.teramo.it/home/sala-stampa/folder_summary_view

Pedemontana: bandita la gara d’appalto per il secondo lotto in direzione Val Vibrata e affidati i lavori del primo lotto

Pedemontana: bandita la gara d’appalto per il secondo lotto in direzione Val Vibrata e affidati i lavori del primo lotto

Complessivamente circa 34 milioni di euro; gli interventi saranno completati entro il 2011. D’Agostino: “Il Governo, però, ci ha sottratto i 52 milioni per il completamento”

Progettate e appaltate dalla Provincia, finanziate con i Fondi Cipe; i lavori dei due nuovi lotti della Pedemontana sono una realtà. 15 milioni e mezzo il primo lotto fino a Villa Faiazzi, oltre 18 il secondo lotto che arriverà fino a Campli per un totale di circa 2 chilometri di strada a scorrimento veloce.
Evitando il centro abitato di Sant’Onofrio, con questo nuovo tratto della Pedemontana, si accorcerà notevolmente la distanza con la Val Vibrata, migliorando sicurezza e transitabilità
Pedemontana: bandita la gara d’appalto per il secondo lotto in direzione Val Vibrata e affidati i lavori del primo lotto

Complessivamente circa 34 milioni di euro; gli interventi saranno completati entro il 2011. D’Agostino: “Il Governo, però, ci ha sottratto i 52 milioni per il completamento”

Progettate e appaltate dalla Provincia, finanziate con i Fondi Cipe; i lavori dei due nuovi lotti della Pedemontana sono una realtà. 15 milioni e mezzo il primo lotto fino a Villa Faiazzi, oltre 18 il secondo lotto che arriverà fino a Campli per un totale di circa 2 chilometri di strada a scorrimento veloce.
Evitando il centro abitato di Sant’Onofrio, con questo nuovo tratto della Pedemontana, si accorcerà notevolmente la distanza con la Val Vibrata, migliorando sicurezza e transitabilità.

“La soddisfazione per aver portato a compimento quanto avevamo promesso come amministrazione – commenta il Presidente D’Agostino – è decisamente ridotta dal fatto che l’attuale Governo non ha confermato gli impegni assunti nel 2007, quando il Ministero delle Infrastrutture firmò un’intesa con la Regione Abruzzo per il completamento della Pedemontana verso nord: 52 milioni di euro che ci sono stati sottratti “.

“I lavori del primo lotto sono stati già affidati e c’è una piccola soddisfazione in più perché la gara, con procedura Europea, è stata vinta da un’impresa locale e ciò inciderà positivamente sull’economia del settore edile sia per i riflessi diretti che per l’indotto che mette in moto” afferma il vicepresidente Giulio Sottanelli che aggiunge: “abbiamo bandito in questi giorni la gara d’appalto per il secondo lotto e disciplinare e capitolato sono scaricabili direttamente da nostro sito. Anche in questo caso si tratta di una gara con caratteristiche europee e per le procedure di affidamento occorrono tre mesi”.

Il primo lotto, appaltato ad un’associazione temporanea d’impresa la cui capofila è la Costram di Tortoreto, parte da Sant’Anna e arriva a Fosso Faiazzi. Da capitolato i lavori dovranno essere completati entro 730 giorni dalla consegna.
Il secondo lotto arriverà fino a Floriano di Campi; il costo complessivo dell’opera è di 18.369.000 euro, l’ importo della gara è di circa 12 milioni di euro. Gara e disciplinare sono scaricabili dal sito: data ultima per la presentazione delle offerte è l’8 maggio. I lavori dovranno essere ultimati in 730 giorni dalla consegna ufficiale.

Sante Messe in rito Antico a Chieti

Oratorio del Preziosissimo SangueVia Colonnetta n. 148 - Chieti Scalo
Marzo 2009
MERCOLEDI' 18 - ore 18,30 - S. MESSA (san Cirillo)
GIOVEDI' 19 - ore 18,30 - S. MESSA (san Giuseppe)
VENERDI' 20 - ore 18,30 - S. MESSA (della feria) - ore 19,00 - Via CrucisSABATO 21 - ore 8,30 - S. MESSA (san Benedetto)
DOMENICA 22 - ore 10,30 - S. MESSA (IV di Quaresima)
www.oratoriodichieti.it
www.oratoriodichieti.blogspot.com

oratoriodichieti@yahoo.it

A Teramo, Giuliana De Sio per la Stagione di Prosa, IL LAUREATO



Giuliano De Sio per la Stagione di Prosa
IL LAUREATO



La Stagione di Prosa organizzata dalla Società della Musica e del Teatro “Primo Riccitelli” presenta mercoledì 18 e giovedì 19 marzo alle ore 21 e venerdì 20 alle ore 17 al Teatro Comunale di Teramo lo spettacolo Il laureato.

Giudith Robinson, affascinante, lontana, estranea al mondo che vive intorno a lei, persa nell’alcool, vaga in una sorta di periferia dell’esistenza, come in un acquario popolato da creature che si lasciano vivere, lei sola della sua specie.Il sollievo della fuga, possibile solo in fondo al bicchiere, sembra placare la claustrofobia del conformismo che il vento dei pieni anni ’60 tenterà di spazzare via.Anche il giovane Benjamin Braddock, da poco laureato, indifferente ai progetti che i genitori sognano per lui, ha smania di novità e la differenza di età tra i due non argina il caso che li porterà ad essere amanti.Comincia per loro un confronto di solitudini senza implicazioni sentimentali fino a che Elaine, figlia di lei, entra come terzo incomodo in un rapporto già anomalo che il destino tinge ora di assurdo.La musica di Simon e Garfunkel dell’edizione cinematografica con Ann Bancroft e Dustin Hoffman puntellano di struggente evocazione la vita di Mrs Robinson-Giuliana De Sio in questa edizione teatrale, già accolta con successo sulle scene di Londra e Broadway.


Francesco Bellomo e The Dreamers Productions
GIULIANA DE SIO
"IL LAUREATO"
Adattato da Terry Johnson
Basato sul romanzo di Charles Webb Versione italiana di Atonia Brancati e Francesco Bellomo
con Giulio Forges Davanzati, Luigi Di Fiore, Valentina Cenni, Paolo Gattini, Giulia Weber
Scene di Carmelo Giammello
Costumi di Teresa Acone
Colonna Sonora di Renato Giordano
Regia di Teodoro Cassano

lunedì 16 marzo 2009

sulla risoluzione del Consiglio Regionale del 27 gennaio 2009

Legambiente e WWF
sulla risoluzione del Consiglio Regionale del 27 gennaio 2009
inerente l’impugnativa da parte del Governo
sulla Legge Regionale “Provvedimenti urgenti a tutela della Costa Teatina”


Il Presidente Chiodi non ha mantenuto fede al suo primo impegno di legislatura.
Netto il giudizio delle associazioni ambientaliste Legambiente e WWF.

Il Consiglio Regionale, infatti, nella seduta di insediamento del 27 gennaio 2009, all’unanimità, aveva dato mandato al Presidente Chiodi di elaborare, entro e non oltre 45 giorni, un Disegno di Legge finalizzato a superare l’impugnativa del Governo dinnanzi alla Corte Costituzionale sulla Legge Regionale 10 marzo 2008 n. 2 “Provvedimenti urgenti a tutela della Costa Teatina“, modificata ed integrata con Legge Regionale 15 ottobre 2008 n. 14.
La Legge, nota anche come blocca Centro Oli Eni di Ortona, secondo il Governo presenta diversi profili di legittimità costituzionale e merita di conseguenza una valutazione di merito da parte della Corte Costituzionale.

All’impegno purtroppo, non sono seguiti i fatti: i 45 giorni sono trascorsi ed il Presidente Chiodi non ha elaborato alcun Disegno di Legge, dimostrando, nonostante i proclami, una scarsa attenzione al problema che aveva calamitato durante la campagna elettorale persino l’interesse del Presidente del Consiglio Berlusconi.

La mancanza di responsabilità del Presidente Chiodi getta seri dubbi sulle reali intenzioni del Governo regionale sulla deriva idrocarburi che, evidenziato da Legambiente e WWF nel dossier “Dati e numeri sulla ricerca e la coltivazione e degli idrocarburi in Abruzzo” presentato il 16 febbraio scorso in occasione del quarto anniversario dell’entrata in vigore dl Protocollo di Kyoto, sta coinvolgendo l’intera Regione.

Oltre a questa manifesta mancanza di responsabilità, Legambiente e WWF sottolineano anche la discutibile iniziativa del Presidente Chiodi che, fuori dal ruolo istituzionale, ha firmato, come primo firmatario ed a titolo di semplice consigliere regionale, il Disegno di Legge inerente la “Disciplina della localizzazione di nuove infrastrutture energetiche” che, presentato dall’assessore regionale Mauro Febbo, di certo non da alcuna risposta ai dubbi espressi dal Governo nazionale nella impugnativa presentata dinnanzi alla Corte Costituzionale.

La disattenzione politica del Presidente Chiodi sul tema, trova ulteriore e grave conferma anche nel fatto che ad oggi la Regione Abruzzo non è ancora intervenuta presso la Corte Costituzionale per sostenere la validità della vigente Legge Regionale approvata nella passata legislatura all’unanimità del Consiglio Regionale.

Nel richiamare il Presidente Chiodi ai propri impegni, Legambiente e WWF ribadiscono nuovamente la necessità che la Regione si faccia promotrice di un tavolo di confronto tecnico per affrontare nel suo quadro generale la situazione abruzzese sempre più oggetto di interesse delle compagnie petrolifere.


WWF Abruzzo: Dante Caserta 335.8155085
Legambiente Abruzzo: Angelo Di Matteo 347.8489363

Convegno del Tradizionalismo Cattolico (Civitella del Tronto, 20-21-22 marzo 2009)

A Civitella del Tronto (TE), nei giorni Venerdì 20, Sabato 21 e Domenica 22 Marzo 2009Convegno del Tradizionalismo CattolicoIl Convegno del Tradizionalismo Cattolico: "1799-2009: la battaglia per la Civiltà Cristiana nell'età contemporanea", con il patrocinio della Regione Abruzzo, si terrà a Civitella del Tronto, in provincia di Teramo, nei giorni da Venerdì 20 a Domenica 22 Marzo 2009, presso la Sala Consiliare del Comune.Il Convegno, nel ventennale della fondazione della rivista "Controrivoluzione", sarà presieduto da S.E. Dott. Bruno Tarquini, Presidente Onorario della Suprema Corte di Cassazione.Il programma prevede il saluto del Senatore Fabrizio Di Stefano, la prolusione di Pucci Cipriani, direttore di "Controrivoluzione". Interverranno Alessandro Gnocchi, Massimo De Leonardis, Roberto de Mattei, Massimo Viglione, Gianandrea de Antonellis, Francesco Agnoli, Stefano Carusi, Abbondio Dal Bon, Luciano Garibaldi, Benigno Roberto Mauriello.Questo il programma dei lavori:Venerdì 20 MarzoOre 16,30 - Incontro con i vari gruppi tradizionalisti, vendita di libri e oggettisticaOre 18,30 - S. Messa in rito romano anticoOre 19,00 - "Via Crucis" con fiaccole per le vie del paese.Sabato 21 MarzoOre 8,30 - S. Messa in rito romano anticoOre 9,45 - Inizio LavoriOre 16,00 - Ripresa dei lavoriOre 20,00 - Termiche dei lavori.Domenica 22 MarzoOre 8,00 - S. Messa in rito romano anticoOre 10,00 - Partenza della processione verso la RoccaOre 10,30 - Sulla Piazzaforte della "fedelissima" Civitella del Tronto alzabandiera con l'inno borbonico composto da Paisiello, eseguito dalla banda di CivitellaOre 10,45 - Celebrazione della Santa Messa Tridentina cantata in memoria dei Martiri della Tradizione, nella chiesa di San Iacopo sulla RoccaOre 12,00 - Visita alla Rocca della Fedelissima Civitella del TrontoOre 13,00 - Riunione conviviale e "arrivederci" al 2010.