sabato 23 maggio 2009

Riceviamo dal giuliese, Sirio Pomante, un messaggio per ricordare Padre Serafino Colangeli

Se n'è andato lasciando ai giuliesi un tesoro immenso di amore, di solidarietà e di cultura. graziSi è spento questa mattina all'ospedale di Giulianova all'età di 85 anni Padre Serafino Colangeli.

Nato il 16 dicembre 1923 a Tussio, ma giuliese di adozione. Notissimo in città per le attività culturali e sociali. Ha donato a Giulianova due musei e altrettante biblioteche tra le più attive in regione, in aggiunta alle opere in campo sociale, fra tutte spicca la Piccola Opera Charitas (un complesso in grado di ospitare e seguire adeguatamente tanti ragazzi afflitti da gravi patologie psichiche).Tutta la città di Giulianova piange la scomparsa del “mecenate in saio”.

I funerali si terranno lunedì mattina alle ore 10.00 presso il Santuario della Madonna dello Splendore.

Riceviamo dal Partito della Rifondazione Comunista di Giulianova, un messaggio per la morte di Padre Serafino Colangeli


Circolo di GIULIANOVA
“ Pasquale Di Massimantonio “
del Partito della Rifondazione Comunista
Corso Garibaldi,43/45 – 64021 GIULIANOVA
www.rifondazionegiulianova.too.it



COMUNICATO STAMPA


Il Circolo “P. Di Massimantonio” del Partito della Rifondazione Comunista partecipa con commozione al lutto che, con la morte del suo fondatore, padre Serafino Colangeli, ha colpito non solo ospiti, personale e collaboratori della Piccola Opera Charitas, ma l'intera società civile giuliese.

Nell'identificare nella figura di padre Serafino, nella sua esistenza interamente dedicata al reale e concreto sostegno dei più bisognosi un esempio indelebile di altruismo, solidarietà, attenzione per i deboli, il Partito della Rifondazione Comunista comunica la sospensione di tutte le iniziative elettorali pubbliche in calendario nella giornata di lunedì 25 maggio.


Partito della Rifondazione Comunista
Circolo P.Di Massimantonio


Giulianova, 23 maggio 2009

Riceviamo dall'Associazione di Cultura Politica Il Cittadino Governante, un messaggio per la morte di Padre Serafino Colangeli


Il Cittadino Governante Associazione di cultura politica


Comunicato dell’Associazione di Cultura politica “Il Cittadino Governante”



La morte di Padre Serafino Colangeli ci riempie tutti di tristezza. Egli ha significato per Giulianova e le cittadine del circondario un punto di riferimento etico e morale ineludibile. Prima come docente e poi come infaticabile organizzatore della Piccola Opera Caritas e del Centro Culturale S.Francesco, Padre Serafino rappresentava per tutti noi un appuntamento e un esempio di rare qualità umane. Ci piace ricordarlo vicino ai suoi piccoli ospiti e in innumerevoli occasioni culturali di cui era promotore e spesso attivo protagonista. Pertanto l’associazione propone alle Autorità Comunali di proclamare una giornata di lutto cittadino per il giorno del funerale, coinvolgendo le istituzioni scolastiche nell’omaggio funebre.


Giulianova 23.5.’09



Il Cittadino Governante
Il Cittadino Governante associazione di cultura politica
Via Galvani 53 64021 Giulianova (TE) tel. 3461035861 http://www.ilcittadinogovernante.it/ info@ilcittadinogovernante.it

Giulianova. Al Salone del libro di Torino, ricordato Rubens Fadini e lo stadio giuliese che porta il suo nome.








Il nostro stadio come luogo di memoria. 60 anni fa scompariva Rubens Fadini nella strage di Superga.
Al salone del libro di Torino, ricordato il Grande Torino e gli stadi che portano il nome degli stessi giocatori periti in quel tragico incidente a Superga. Anche lo stadio giuliese è stato citato. Iniziativa anche a Giulianova.
A Torino, tra un folto pubblico, l'autore di stadi d'Italia, Sandro Solinas, ha ricordato la storia degli stadi italiani dalle prime arene e fino ad oggi. Alla fiera, è arrivato scortato dai tifosi del gruppo Leoni Granata e poi la mattina successiva, con il collega torinese Hervé Bricca, ha visitato il capoluogo torinese, con tappe a Superga e in tutti gli stadi cittadini, compreso il motovelodromo di corso casale ancora in discrete condizioni. Sgomento nel vedere il Delle Alpi raso al suolo e brividi allo stato puro quando è arrivato dentro il Filadelfia
Sono passati 60 anni dai tragici fatti della strage di Superga, dove, il 4 maggio 1949 il Grande Torino si schiantava con l’aereo che lo riportava da una amichevole contro il Benfica. Una squadra ineguagliabile scompariva dalla scena nazionale, lasciando attoniti moltissimi tifosi del toro e non. Anche Giulianova, poco tempo dopo, diede il nome al suo stadio, chiamandolo proprio “Rubens Fadini”, un giovane e promettente giocatore granata (10 presenze e 1 gol) che poi ha portato tanta fortuna al Giulianova, visto il glorioso e storico vivaio che possiede. Ci siamo lasciati sfuggire un occasione per ricordarlo degnamente, uno dei tanti ricordi che la nostra città non può permettersi di dimenticare. Forse siamo troppi lontani dall’uso che gli inglesi fanno dei loro stadi, ma basta citarne uno tra più famosi, giusto per far capire come il luogo dello stadio sia vissuto da tutta la città e dai suoi stessi tifosi. Lo stadio “Anfield Road”, dove vi gioca il Liverpool, un luogo dove è possibile fare un vero tour storico-sportivo, perfino dentro gli spogliatoi, senza tener conto dei numerosi stadi-musei sparsi in tutta l’Inghilterra. Recentemente, proprio all’Università degli Studi di Teramo, al Corso di Laurea Magistrale in Management dello Sport e delle Imprese Sportive di Atri, sono stati trattati e sviscerati da Sandro Solinas, autore del volume “Stadi D’Italia”, l’utilizzo e il futuro dei stadi italiani. Se la nostra memoria storica-sportiva, solo recentemente, grazie al contributo di alcuni sportivi giuliesi è stata portata alla ribalta dell’opinione pubblica, con le due edizioni “principe”: “Il Calcio a Giulianova dalle Origini al 1960” e “1971-1996 25 anni di Vittorie, trionfi, storia, statistiche, curiosità, del calcio a Giulianova”, vuol dire che siamo sulla strada giusta. Devo però constatare che non esiste un vero archivio storico della Società, non esiste una sorta di bacheca o/e luogo dove poter ammirare i tanti scudetti giovanili e anche i numerosi trofei vinti in oltre 80anni di storia calcistica. Chi sa dove sono andati a finire? Qualcuno obietterà che è roba vecchia, una vera utopia raccogliere cimeli che riguardano il Giulianova calcio. Noi una vera proposta la vogliamo fare. All’ingresso dello stadio (su Via Migliori – zona biglietteria tribune), visto che non esiste nessuna intitolazione al compianto “Rubens Fadini”, esiste una parete in cemento armato (usata recentemente per affiggere manifesti) che potrebbe essere usata per realizzare un’opera artistica (bronzo o/e formelle di ceramica di Castelli) che raffiguri il giocatore Fadini, la strage di Superga e la formazione giuliese. Secondo noi può essere il primo passo per dare lustro al nostro “catino” o “callarò” come simpaticamente i nostri tifosi lo hanno ribattezzato. Se lo farà la nuova amministrazione comunale, saremo ben felici di dare dei preziosi consigli, ma non disperiamo che ci sarà qualche buon imprenditore che ci verrà incontro.



Giulianova. URBANISTICA PER TUTTE LE STAGIONI: GLI APPETITI DI COALIZIONE.-

Il candidato sindaco della sinsistra, sempre più avvolto nella propria confusione, ha affermato che attuerà la variante al P.R.G. nel corso della seduta di insediamento del nuovo Consiglio Comunale.
A parte che dimostra poca conoscenza e dimistichezza con le istituzioni, mente sapendo di mentire. Ingannando gli elettori. Ed infatti.
L'on. Augusto Di Stanislao, tornato agli interessi natii dopo avere lungamente snobbato la Città di Giulianova, pare abbia chiesto, in caso di vittoria, l'assessorato all'urbanistica per una vecchia gloria socialista, prudentemente piazzata alla candidatura provinciale, in aperto contrasto con la variante targata Ruffini-Mastromauro-Capanna.
Come aggiusterà gli interessi l'aspirante Sindaco innovatore, padrino della trasparenza e della buona amministrazione?
E che ne pensa l'IDV? E' concorde con la variante o con la new-entry?

Il Comitato Elettorale
per
Giancarlo Cameli Sindaco

Le news del CAI di Castelli

Il 24 maggio è diventato l’appuntamento annuale che ricorda l'istituzione del primo parco europeo, avvenuta in Svezia il 24 maggio del 1909. Per il periodo dal 21 al 31 maggio 2009, la Federazione Italiana Parchi e Riserve Naturali raccoglie in un cartello unico le attività riferite a questa data.Il Centro di Educazione Ambientale “gli aquilotti” del Club Alpino Italiano Abruzzo, celebra questo evento e si rivolge a studenti, amministratori, professionisti, turisti ed escursionisti proponendo un ricco calendario di iniziative, realizzate direttamente o dalle Sezioni e OTP del Cai, nei territori che hanno subito il sisma del 6 aprile e in quelli dove le attività possono essere svolte nella massima sicurezza, del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.
CALENDARIO DELLE INIZIATIVE21 – 31 maggio 2009
21 maggio – giovedì – Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Escursione all’Aceretta di Vallelonga (AQ)22 maggio – venerdì – Campo Accoglienza “ Pagliare di Sassa” (AQ). Incontro e lezione del Cea “gli aquilotti” agli studenti organizzati nelle tende, in collaborazione con Sezione Cai L’Aquila.23 e 24 maggio – sabato e domenica – Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Escursioni sui Monti della Laga (TE), in collaborazione con Cai Sezione “Gran Sasso d’Italia” di Teramo 24 maggio – domenica – nelle zone del terremoto dell’Aquila. Escursione a un mese dal solstizio: la necropoli di Fossa e la Media Valle dell?Aterno dopo il terremoto25 maggio – lunedì – a Bisenti (TE). Incontro e lezione del Cea “gli aquilotti” agli alunni delle classi medie dell’Istituto Comprensivo di 26 maggio – martedì – a Teramo. Incontro e lezione del Cea “gli aquilotti” agli alunni della Scuola Media “Zippilli”26 maggio – martedì – a Castelli (TE). Sopralluogo “Terre Alte” del Cea “gli aquilotti” al “mulinetto degli smalti”, con i tecnici della Provincia di Teramo, la ditta realizzatrice e la Sezione Cai “Piergiorgio De Paulis” di Castelli.28 maggio – giovedì – a Teramo. Incontro e lezione del Cea “gli aquilotti” agli alunni delle classi elementari della Direzione Didattica IV Circolo 31 maggio – domenica – Giornata Nazionale dei Sentieri, organizzata dal Cai - Commissione Centrale per l’Escursionismo.

Domani Giornata Europea dei Parchi, Il WWF apre le sue Oasi agli ospiti de L’Aquila

Domani Giornata Europea dei Parchi
Il WWF apre le sue Oasi agli ospiti de L’Aquila

Si celebra domani in tutta Europa la Giornata del Parchi perché sono trascorsi cento anni dal 24 maggio 1909 quando in Svezia nasceva il primo parco europeo.
Il WWF è da sempre vicino al mondo delle aree protette, chiedendone l’istituzione, difendendole e anche gestendole direttamente aree naturali protette nella sua rete di circa 130 Oasi.
Parchi e riserve sono un presidio contro le aggressioni del cemento (in Italia si consumano circa 200 metri quadrati di territorio ogni minuto) e una garanzia per le generazioni future perché consentono la messa in sicurezza da rischi e calamità naturali come quello idrogeologico e gli incendi.

Per festeggiare ancora più degnamente la Giornata dei Parchi, quest’anno il WWF in Abruzzo apre le porte delle sue Oasi agli amici aquilani colpiti dal terremoto del 6 aprile.
Domani, domenica 24 maggio, le oasi abruzzesi ospiteranno, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, i ragazzi presenti nelle tendopoli dell’Aquila: circa 150 visitatori saranno accompagnati nella visita dell’Oasi Gole del Sagittario (Anversa degli Abruzzi – L’Aquila), dell’Oasi dei Calanchi d’Atri (Teramo) e dell’Oasi delle Sorgenti del Pescara (Popoli – Pescara).
Per tutta la giornata si svolgeranno escursioni nella splendida natura delle Oasi WWF e nei borghi vicini. Sono state anche previste attività e giochi per i ragazzi per far passare una domenica di serenità.

“Questa di domenica”, dichiara Dante Caserta, Consigliere nazionale del WWF “è un’altra delle iniziative attivate dal WWF per l’emergenza Abruzzo. Tra queste merita di essere ancora segnalata la presenza presso l’Oasi WWF del Lago di Penne degli studenti e degli insegnanti del Corso di Laurea in Scienze Ambientali de L’Aquila che hanno trovato accoglienza presso le strutture dell’Oasi e che lì stanno completando la loro sessione di studi grazie ad un accordo tra Università de L’Aquila, WWF, Regione Abruzzo e Legacoop. Le lezioni stanno procedendo in maniera spedita e molto proficua ed è stato organizzato anche un ricco calendario di incontri, escursioni e seminari che rendono la permanenza di studenti ed insegnanti piacevole e interessante”.

La Giornata Europea dei Parchi pone all’attenzione di tutti la situazione dei parchi abruzzesi. In Italia le aree naturali protette rappresentano circa 11% del territorio nazionale. Si può dire che sono stati difesi i beni più preziosi del nostro Paese e al tempo stesso salvaguardato e valorizzato tante attività economiche che ruotano intorno alle aree protette. Tuttavia sul fronte della loro gestione la strada è ancora in salita visti i malcelati attacchi agli Enti parco che frenano il raggiungimento di un’attiva conservazione di specie ed ecosistemi. I parchi oggi sono ancora più importanti per la difesa della biodiversità, visti i rischi legati alla caccia, ai cambiamenti climatici ed a consumo del territorio.

Comitato di Tutela della Val Tordino

Ai candidati presidenti alla provincia di Teramo

Come è stato detto in molte altre occasioni anche oggi il CTVT si rivolge a Voi chiedendovi l’impegno di sottoscrivere ciò che di seguito è riportato. Il CTVT ritiene necessario individuare quali siano le prospettive future per la Val Tordino circa la situazione “rifiuti”. Nell’ultimo periodo infatti, più di una voce si sono susseguite sulla volontà di creare una nuova discarica.
E’ necessario stabilire esattamente i fatti, le intenzioni dell’ex Consorzio CIRSU e quali saranno le garanzie per l’ambiente, i cittadini e la salute che gli amministratori daranno al territorio. Dopo l’esperienza del recente passato non è possibile chiedere di sopportare ulteriori sacrifici ed è inaccettabile che non venga creato un processo di partecipazione della collettività a quanto viene deciso.
E’ urgente quindi, che ciascuna istituzione si faccia carico di un maggior senso di responsabilità rispetto al passato e che le buone intenzioni lascino spazio ai fatti concreti.
Allo stesso momento chiede che vengano date garanzie imprescindibili ai cittadini attraverso reali percorsi di partecipazione e nuove iniziative di monitoraggio e di controllo diretto.
Il CTVT chiede di essere tenuto al corrente sulla situazione attuale e le prospettive future del CIRSU
E chiede come garanzie per il territorio e per i cittadini:
· la costituzione come parte civile dei Comuni
· la raccolta differenziata,(riduzione,riciclo,riuso) come garanzia
· il monitoraggio diretto della salute e dell’ambiente
· la partecipazione dei cittadini alla programmazione
· il ristoro ambientale all’ambiente e al territorio
· il futuro e lo sviluppo delle “aree bersaglio” nella programmazione del Cirsu
Inoltre il CTVT chiede il Vs impegno forte affinchè , nel neo costituito ATO unico per i rifiuti , vengano riconosciuti ruoli attivi ai comitati di cittadini che hanno segnalato le ben note criticità del territorio provinciale poichè è nostro timore che le battaglie fin qui condotte con impegno e sacrifici e che hanno portato,seppur piccoli risultati,possano essere vanificate!

La Vice Presidente
Gotta Giovanna

E' MORTO PADRE SERAFINO COLANGELI, FONDATORE DELLA PICCOLA OPERA CHARITAS DI GIULIANOVA (TE) - Abruzzo


Oggi, nella tarda mattinata (erano le 10:00 circa) E' MORTO PADRE SERAFINO COLANGELI, FONDATORE DELLA PICCOLA OPERA CHARITAS DI GIULIANOVA (TE) - Abruzzo

IL CANDIDATO SINDACO GIANCARLO CAMELI INCONTRA A GIULIANOVA L'ENTE NAZIONALE SORDOMUTI.

Non si ferma nemmeno di domenica la campagna elettorale del candidato sindaco dott. Giancarlo Cameli.
Anche per la giornata di domani 24 maggio 2009, infatti, l'agenda politica è particolarmente caratterizzata da appuntamenti ed attività varie.
Alle ore 18:00 è previsto l'incontro con l'E.N.S. (Ente Nazionale Sordomuti) presso la sede dell'U.D.C., lungomare Zara.
Poco più tardi (dalle ore 18:30 in poi) ci sarà un "momento giovani" presso lo stabilimento balneare "Caprice" dove Giancarlo Cameli porterà il suo saluto e riserverà una particolare attenzione alle problematiche ed alle aspettative delle giovani generazioni.
Sempre nella giornata di domenica il dott. Cameli farà visita al gazebo appontato dalla coalizione che lo sostiene in piazza Dalmazia, nei pressi dell'imboccatura del molo nord (dalle ore 17:00 alle ore 21:00).
Intanto nella giornata di ieri, sabato, il candidato sindaco per il centro-destra al comune di Giulianova ha fatto visita alla struttura della Casa di Riposo "Cristal" incontrando operatori, dipendenti ed ospiti della struttura.

Chieti. Al Teatro S. Antonio di Rapino (CH), Sabato 23 Maggio, Ore 21

Al Teatro S. Antonio di Rapino (CH), Sabato 23 Maggio, Ore 21

Il Teatro Stabile d’Abruzzo
per il sistema teatrale
della provincia d Chieti
Al Teatro S. Antonio di Rapino (CH), alle ore 21.00 di domani, sabato 23 maggio, va in scena FRA...INTENDIMENTI D'AMORE, una produzione del Teatro Stabile d’Abruzzo, con Vanessa Gravina e Edoardo Siravo (foto), e con Davide Cavuti alla fisarmonica e Franco Finucci alla chitarra.
Saffo, Orazio, Tetrarca, ma anche Dante Alighieri e Stefano Benni, per tante "visioni prospettiche" del sentimento più controverso e...inevitabile, attraverso poesie, pensieri, lettere e testi teatrali, selezionati da Alma Daddario, da un'idea di Edoardo Siravo.
E' un equilibrato mix di parole e musica che attinge alla produzione di Artisti di tutti i tempi che hanno saputo raccontare al mondo situazioni, peculiarità ed emozioni, racchiuse tra le mille sfaccettature dell'Amore. Uno spettacolo dove parole, gesto e canto dribblano tra ironia e passione, sarcasmo, soavità e semplice senso del reale.

EDOARDO SIRAVO
Attore e regista, nato a Roma nel 1957, ha recitato nelle compagnie teatrali più rilevanti del panorama nazionale in oltre 120 spettacoli. Ha lavorato, e lavora, anche nel cinema, televisione e nel doppiaggio collaborando con importanti registi e attori quali: S. Randone, P. Stoppa, V. Redgrave, L. Ulmann, A. Lionello, V. Gassman, G. Lavia, G. Bosetti, L. Ronconi, L. Squarzina, R. Guicciardini, G. Patroni Griffi, A. Pugliese, J. Lassalle, M. Sciaccaluga, M. Missiroli, W. Pagliaro, G. Sbragia, G. Proietti, C. Verdone, M. Bolognini, D. Damiani, G. Capitani, S. Martino, R. de Simone, A. Piccardi, T. Pulci, L. Pugelli, O. Krejka, ecc.
Tra i vari recital in suo repertorio, i più richiesti ed apprezzati sono: Magia della Voce, con il baritono Roberto Servile, Fra...intendimenti d'Amore, con Vanessa Gravina, e Moby Dick, per la riduzione di Massimo Vincenzi.
E' stato regista degli spettacoli teatrali "Voieurs", di G. Amendola, di "Scespiriana", con Michele Placido, de "Le Regine", con Ivana Monti, "Le Troiane", di Seneca, con Anna Teresa Rossini, di "Albertine", di Alma Daddario.
E' stato aiuto regia di Giancarlo Sbragia negli spettacoli "La bottega del caffè" con Vittorio Caprioli e "il gioco delle parti" con la Compagnia Tieri Loiodice. Ha curato inoltre la regia di tutti i recital di cui è protagonista. Per quanto riguarda le Regie Liriche, ha curato, nel 2003, la regia di "Macbeth" di Giuseppe Verdi, con Marzio Giossi e Anna Valdetarra, per il Comunale di Vercelli e per la stagione teatrale di Nichelino e nel 2004 "Simon Boccanegra", per Vercelli, Cuneo e Nichelino. Per il Teatro Consorziale di Budrio, ha curato la regia di "Rigoletto" di Giuseppe Verdi, con Marzio Giossi e Fernanda Costa.
Ha inoltre collaborato con l'Orchestra Filarmonica di Torino e dal 2004, con il M° Gabriele Bonolis, come voce recitante in numerosi concerti, tra cui PIERINO E IL LUPO di Prokofiev e EGMUND di L. V. Beehtoven.
E' stato per molti anni docente dell'Accademia d'Arte Drammatica della Calabria e del C.C.C.D.S. Conservatorio Teatrale, con sede a Roma. Al Festival Internazionale di Casablanca consegue il premio per la migliore regia e tre premi per i suoi allievi attori.
Collabora, come editorialista, con il quotidiano IL CORRIERE ADRIATICO e con riviste del settore Spettacolo.Pubblica e collabora con la rivista on-line AGORA' MAGAZINE: www.agoramagazine.it
Ha svolto attività in trasmissioni radiofoniche con la regia di P. Giuranna, S. Rossi, W. Ciurlo, A. Calenda, L. Romeo, A. Bandini, P. Venetucci.
>>>

ABRUZZOpress – N. 183 del 22 Maggio ’09 Pag 2

Svolge inoltre intensa attività di doppiatore ed ha prestato la sua voce, tra gli altri, a G. Depardieu, C. Reewe, P. Veller, M. Keaton, P. Fonda, J. Irons, K. Richards e Koji Yakusho.
Dal 2002 al 2006 è stato Direttore Artistico del Festival "Il verso, l'afflato e il canto" del Teatro Romano di Volterra; è inoltre nel Comitato Artistico del Festival di Altomonte e di Sabbioneta e attualmente del Festival Lario della Provincia di Como. Ha fondato la Compagnia Teatrale Molise Spettacoli, di cui è Direttore Artistico. Nel 2007 ha conseguito l'incarico di Direttore Artistico del Festival del Teatro dei due Mari, con sede a Tindari e Taormina.
E' inoltre vincitore della Biennale di Poesia 2008 come lettore delle poesia di Angelo Sagnelli "Lo spazio e il tempo", premio Lettera d'Argento. Nel 2006 ha curato la prefazione dell'opera di Riccardo Benini "Un manager di provincia", per Graus Editore. Per gli Editori Riuniti è in preparazione "Il manuale per attori", dal titolo "Diseducazione al Teatro", scritto in collaborazione con Alma Daddario.

VANESSA GRAVINA
Nasce a Milano. Inizia giovanissima l'attività di artista, posando per importanti campagne pubblicitarie e fotografiche ad opera di fotografi quali Fabrizio Ferri, Richard Avedon, Gilles Tapie.Segue l'esordio in radio, con Diego Cugia e Massimo Catalano. E' all'età di dieci anni l'esordio al cinema con "Colpo di Fulmine", regia di Marco Risi, Nastro d'Argento come miglior attrice protagonista esordiente. L'anno dopo gira, per Alberto Lattuada, "I due fratelli". Seguono "Maramao", esordio alla regia di Giovanni Veronesi. Inizia la stagione televisiva con "La voglia di vincere", di Vittorio Sindoni, con Gianni Morandi, e "Don Tonino", di Fosco Gasperi, commedia seriale con Gigi e Andrea.
Di nuovo il cinema con "32 Dicembre", regia di Luciano De Crescenzo, con Marina Confalone, Renato Scarpa, Enzo Cannavale. Poi "Sentimental", rivista musicale per RAI 3, di Enzo Muzzi. Di nuovo in televisione con "La piovra 4" e "La piovra 5", per la regia di Luigi Perelli. In Germania, per la tedesca ZDF, interpreta "Laura und Louis", di Frank Strecker. L'anno dopo, il 1991, ecco l'esordio in teatro ne "La donna del mare", di Ibsen, per la regia di Giorgio Strehler, con il Piccolo di Milano.E' di nuovo in televisione con serial di grande successo popolare, quali "I coccodrilli", di Josè Maria Sanchez, "Incantesimo", "Sospetti 3" di Luigi Perelli, "Gente di mare" di Vittorio de Sisti e "Pompei, ieri, oggi, domani", regia di Paolo Poeti. Poi al cinema con "Milonga" di Emidio Greco, con Carlo Cecchi, "Italiani" di Maurizio Ponzi, Premio Speciale per la Giuria al Festival di Berlino e la commedia "Come quando fuori piove", con Ennio Iacchetti.
Per la Francia, sempre al cinema, gira "Les gens en maillot de bain", di Eric Assous, "Rien que du bonheur" di Denis Parent. Per TF1 gira "Commissarie Valence" con Bernard Tapie e per FRANCE 2 "Les camarades", di François Luciani. Ancora cinema con Emidio Greco, in "L'uomo privato" e "Aria", opera prima di Giorgio Arcelli Fontana.
Infine a teatro interpreta Giulia, nel dramma di August Strindberg, prodotto dal TSA, "La signorina Giulia", regia di Armando Pugliese, con Edoardo Siravo, "Le troiane", regia di Livio Galassi, con Erica Blanc e Edoardo Siravo. Per lo Stabile di Messina, sotto la direzione di Walter Manfrè, è "Agata", dramma di Rocco Familiari. E' Ersilia Drei in "Vestire gli ignudi", di Luigi Pirandello, con Gigi Diberti, per la regia di Walter Manfrè. E' Claudia Procula in "Pilato sempre", di Giorgio Albertazzi, per la regia di Armando Pugliese. E' Annabella in "Peccato che sia una sgualdrina", di John Ford, regia di Federica Restani. E' Clitemnestra nell'Orestea di Eschilo. Infine "Nella città l'inferno", dramma di Susoi Cecchi d'Amico, per la regia di Francesco Tavassi e Dacia Maraini, e "Rudens", di Plauto, per la regia di Walter Manfrè.

Intitolata a Lagreca l’aula costruita dall’associazione Amref in Kenya




Intitolata a Lagreca l’aula costruita dall’associazione Amref in Kenya

È stata portata a termine la costruzione della nuova aula che l‘associazione umanitaria Amref ha realizzato, grazie al contributo della Provincia di Teramo, in una scuola di Jila, nella divisione di Bamba, in Kenya. La struttura, come si vede nella foto che proponiamo, è stata intitolata ad Antonio Lagreca, l’indimenticato dirigente dell’ente scomparso nel mese di agosto di due anni fa.

L’aula, destinata a potenziare la capacità di accoglienza della Jila School, è stata costruita grazie ai fondi di "In gita con la Provincia", la storica iniziativa di promozione turistica dell’ente di cui è stato festeggiato il venticinquennale l’anno scorso.

Oltre 17 mila euro, il ricavato delle escursioni della scorsa estate, furono consegnati l’anno scorso (in occasione dell’anniversario dell’iniziativa) dal Presidente Ernino D’Agostino alla responsabile dei rapporti istituzionali dell'Amref, Daniela Cuomo.

“La scuola di Jila – scrive in una nota indirizzata alla Provincia di Teramo Guendalina Sassoli, responsabile raccolta fondi di Amref Italia – è frequentata da circa 500 allievi che da oggi potranno disporre di una nuova struttura che permetterà loro lo svolgimento delle attività didattiche in un ambiente pulito e adeguato”.

“Sull’aula – scrive ancora Sassoli – la comunità scolastica ha scritto ‘Asante Sana’ che in lingua Swahili significa ‘Grazie molte’… e grazie da parte di Amref per aver portato a termine questa avventura insieme a noi”.

Con il contributo della Provincia, oltre alla nuova aula nella scuola di Jila, Amref ha potuto realizzare i servizi igienici sanitari in una scuola di Gosmi e acquistare materiale didattico.

Da oltre 10 anni Amref è nelle scuole dell’Africa con programmi di sviluppo sanitario e di adeguamento delle strutture scolastiche più povere allo scopo di garantite la formazione e la diffusione di conoscenze e capacità professionali, la creazione di reali e durature occasioni di sviluppo e il progresso culturale, sociale ed economico dell’Africa.

Corropoli. La valle Vibrata, dalle multinazionali del Petrolio, manifestazione il 24 maggio 2009


venerdì 22 maggio 2009

Giulianova. Presentazione libro, Giulianova: Il Mare, la marineria, il porto. Storia, storie, immagini e documenti di Alessandro Brandimarte


A causa dell’aggravarsi delle condizioni di salute di Padre Serafino Colangeli, per rispetto verso il fondatore della Piccola Opera Charitas di Giulianova (luogo dove si doveva tenere la presentazione), decidiamo di trasferire la presentazione del libro: Giulianova: Il Mare, la marineria, il porto. Storia, storie, immagini e documenti, autore, Alessandro Brandimarte, presso i locali delle Antiche Scuderie del sotto Belvedere, in Piazza della Libertà a Giulianova alta (TE).

Confermiamo lo stesso orario e gli stessi relatori.
Sabato, 23 maggio 2009, ore 18:00, ingresso libero.

Interventi del dott. Umberto Palestini, Direttore dell'Accademia delle Belle Arti di Urbino e del dott. Ottavio Di Stanislao, Archivio di Stato di Teramo. Sarà presente l’autore.
Durante la presentazione verrà proiettato il video (rievocazione della pesca sulla riva giuliese) e le foto storiche inedite della vita marinara giuliese. Inoltre, alcune foto sono state riprodotte per essere esposte la stessa sera della presentazione.Per l'autoreWalter De Berardinis

Teramo. Vitalij Kuprij per il concerto di chiusura della Riccitelli

Vitalij Kuprij per il concerto di chiusura della Riccitelli

Sarà la Sala Polifunzionale della Provincia ad ospitare il concerto di chiusura della trentesima Stagione dei Concerti organizzata dalla Società della Musica e del Teatro “Primo Rccitelli”. Domenica 24 maggio, alle ore 21, si esibirà a Teramo il pianista Vitalij Kuprij
Kuprij ha intrapreso lo studio del pianoforte all’eta’ di tre anni con la Professoressa Nina Nayditsch ed in seguito e’ stato selezionato per entrare nell’Accademia Musicale Mykola Lyssenko di Kiev. Avendo riscosso numerosi interesse intorno al suo talento ed alla sua tecnica, Kuprji e’ stato selezionato per frequentare il prestigioso Curtis Institute of Music di Philadelphia ed ha ricevuto una Borsa di Studio al fine di studiare con il famoso virtuoso del piano, Gary Graffman. Nella Primavera del 1999, Kuprji si e’ esibito alla Carnegie Hall di New York con la New York Youth Symphony in un concerto “sold out” che lo ha proiettato in una carriera piena di successi in tutto il mondo (Olanda, Germania, Francia, Svizzera, Messico, Usa, Italia, Svezia, Norvegia, Inghilterra, Giappone).L’attivita’ concertistica di Kuprji si divide tra tour in tutto il mondo dagli States al Giappone come pianista concertista ma anche come uno tra i piu’ rinomati virtuosi tastieristi rock, con le sue bands Artension e Ring of Fire, sempre ai primi posti delle Charts di mezza Europa e autentica Rockstar in Giappone. A differenza dei pianisti tradizionali, la grande versatilita’e la sua capacita’ di saper mediare con il mondo neo-classico, lo rende una delle forze primarie del rock alternativo e dell’esplorazione musicale odierna. Kuprij ha la capacita’ di espandere gli orizzonti dell’ arte pianistica oltre, rendendolo una delle grandi realta’ di oggi ma soprattutto del futuro.È da poco uscito sul mercato internazionale il suo CD in cui Kuprij da una magistrale interpretazione della Sonata di Franz Liszt e della Terza Sonata di Frederic Chopin. In tutti gli States Kuprij ha interpretato magistralmente le composizioni per pianoforte di Leonard Bernstein e pur essendo uno specialista in Rachmaninoff da una interpretazione della “Rapsodie in Blue” di Gershwin incredibilmente originale ritrascrivendo alcune cadenze per rendere il pezzo ancor piu’ virtuosistico.
ProgrammaL. van Beethoven Sonata in do min. n. 8 op. 13 “Patetica” F. Liszt Rapsodia ungherese n. 8 in fa # magg.
F. Chopin 6 Studi Andante Spianato and Grand Polonaise Brilliante

Venerdì 22 maggio ore 21: Una canzone per ricominciare

Venerdì 22 maggio ore 21: Una canzone per ricominciare
a Montesilvano Di Tonno, Mazzocchetti, Molinari e tanti altri per L'Aquila
AL PALACONGRESSI DI TONNO, MAZZOCCHETTI, MOLINARI E TANTI ALTRI
Domani 22 Maggio ore 21, a Montesilvano si terrà una grande serata di musica e spettacolo di solidarietà per L'Aquila, "UNA CANZONE PER RICOMINCIARE", organizzato dal Comune di Montesilvano e da Raimo Produzioni che vede cantanti, musicisti e cabarettisti alternarsi sul palco per una grande serata a favore del Progetto Teatri Cinema e Musica - Nuovo Cinema Paradiso curato dall'Associazione Culturale Arti e Spettacolo di Villa S. Angelo (AQ). Grande attesa per gli artisti abruzzesi e non da Gio Di Tonno, Piero Mazzocchetti, Paolo Belli, Lola Ponce, Luisa Corna , Simona Molinari, La Differenza i Maxiata, Marco Armani, Nduccio e tanti altri.La serata si terrà presso l’area esterna del Palacongressi di Viale, Aldo Moro.
Sempre domani sera, 22 Maggio, ore 21, a Montesilvano nella sala “Di Giacomo”, a Palazzo Baldoni si esibiranno in concerto concerto jazz Walter Gaeta Quintet, ovvero le special guest Marco Tamburini alla tromba e Pierpaolo Pecoriello al sax, Gabriele Pesaresi al contrabasso, Walter Gaeta al pianoforte e Dante Melena alla batteria. Il concerto sarà un tributo alla musica di Horace Silver, il pianista statunitense che più di altri rappresenta l'estetica degli anni cinquanta.
Durante la serata si raccoglieranno fondi per la ricostruzione del centro per bambini autistici dell’Aquila “Il Cireneo”, distrutto dal sisma dello scorso 6 aprile.
La serata è un appuntamento della rassegna concertistica “Note dal Palazzo”, promossa dalla Nuova Scuola Comunale di Musica di Montesilvano.
L’ingresso al concerto è gratuito.

Lettera aperta al Presidente dell'Ordine dei Gionalisti d'Abruzzo, a firma dell'On. Pio Rapagnà

Pio Rapagnà – ex Parlamentare

Coordinatore Città per Vivere-Mia Casa d'Abruzzo
Agli Organi di informazione e Giornalisti abruzzesi

e per conoscenza: alla classe politica della nostra Regione

Invio, per conoscenza, la seguente lettera aperta inviata al Presidente Pallotta, per informare l'Ordine dei Giornalisti e tutti gli iscritti e denunciare alla opinione pubblica abruzzese il comportamento, assunto da tempo (in particolare dal lontano 1994 e cioè da quando non sono più Parlamentare), nei miei confronti e dei movimenti che ho il piacere, il dovere e l'onere di coordinare e animare, da parte di ben individuabili organi di informazione (peraltro sempre gli stessi, con poche e significative eccezioni che ringrazio di nuovo di cuore). In attesa di smentita e di un cenno di risposta, ovvero, con l'apertura di un dibattito pubblico...se... “possumus”. Cordiali saluti.

Lettera aperta al Presidente dell'Ordine dei Gionalisti
Dott. Stefano Pallotta
L'Aquila

Caro Presidente,
rispetto al nostro impegno di soccorso, solidarietà ed iniziative per la ricostruzione del patrimonio abitativo pubblico distrutto o danneggiato dal terremoto, ti segnalo che, nei giorni successivi al 6 aprile, è stato messo in atto nei miei confronti e dei movimenti che coordino o rappresento (anche come ex-Parlamentare abruzzese ancora impegnato per la mia Regione ed i suoi Cittadini più deboli ed oggi colpiti anche dal terremoto) un continuo, reiterato ed assurdo comportamento di censura, cancellazione ed oscuramento da parte delle Redazioni regionali dei due più letti quotidiani diffusi in Abruzzo: il Centro e il Messaggero, con aggiunta della RAI Abruzzo, quasi noi fossimo, tutti, Cittadini di serie B e meritevoli di comportamenti che rasentano il razzismo e la discriminazione politica e sociale.Ciò si verifica da tempo, e già in passato segnalato all'Ordine che tu presiedi, specialmente nei confronti delle iniziative del Movimento "Città per Vivere-Mia Casa" che rappresento ed anche, sin dall'inizio, nei confronti del Comitato promotore dei referendum regionali sui costi della politica e della proposta di legge di iniziativa popolare.Addirittura il Centro è arrivato a "lanciare" una petizione con raccolta di firme on-line sugli stessi contenuti della nostra "Proposta di Legge di iniziativa popolare" negli stessi giorni in cui "oscurava" la nostra raccolta "ufficiale i istituzionale", ed essa proposta on-line è stata utilizzata per "appropriarsi" del tema nei confronti del Consiglio Regionale e della classe politica e dei cui risultati "effettivi e documentabili" non si dice nulla, nel mentre si "oscura" tutto il resto delle nostre attività sindacali, sociali e di solidarietà.In questi giorni drammatici, sono molto disorientato per quello che ho visto, sentito e letto del terremoto: sono molto vicino agli amici aquilani e abruzzesi duramente colpiti nei sentimenti e nei beni più cari e Vi tengo tutti sul cuore, pronto a dare tutto me stesso per la ricostruzione dell'Aquila e delle sue famiglie disperse, nelle tende e sulle nostre Città costiere, ma "quotidianamente sotto il nostro abbraccio commosso e fortissimo".Mi sento indignato e forse scrivo anche troppo perchè mi sembra di fare troppo poco ed ogni minuto fare ancora qualcosa, e a volte mi ripeto: ma può essere questo una colpa che mi procura un torto informativo?Siamo e ci sentiamo tutti aquilani, e tutti abruzzesi, caro Presidente, e stringiamo le mani a tutti ed a tutti mostriamo i nostri pugni sbattuti sul petto e sul cuore alla ricerca del coraggio, in attesa del ritorno.Buona fortuna, buon lavoro e arrivederci a presto: "Forza e coraggio, Pupa di Maggio!"Affettuosi saluti.
Pio Rapagnà

DOMANI (SABATO) PRESENTAZIONE CANDIDATI "AL CENTRO DELLA CITTA'". PRESENZIERA' NAZARIO PAGANO.

Sarà il Presidente del Consiglio Regionale dell'Abruzzo dott. Nazario Pagano, oltre al candidato sindaco dott. Giancarlo Cameli, a presenziare alla prima uscita ufficiale della lista "Al Centro della Città", ideata, pensata e voluta dall'avv. Pierangelo Guidobaldi. Sul fatto che la "civica giuliese" sia tenuta a battesimo da uno dei massimi esponenti della politica regionale la dice lunga sugli interessi che la lista stessa, vero e proprio laboratorio politico-amministrativo, sta suscitando nell'opinione pubblica.
Infatti, il raggruppamento è composto da ben otto donne (40% dei candidati è in rosa) ed è sicuramente un peculiarità per Giulianova, come pure l'età media degli aspiranti consiglieri comunali (39).
Tra l'altro, per la presentazione della lista è stato scelto uno dei simboli del turismo giuliese, ovvero il mitico stabilimento balneare "Venere", la prima struttura balneare della costa abruzzese.
L'appuntamento è per domani (sabato) 23 maggio 2009, ore 18,30.

Domani 23 Maggio, il “Sayonara” di Tortoreto Lido, sarà lo scenario del più grande evento mondano della costa adriatica: ”Do You Remember Reverse?”

Domani 23 Maggio, il “Sayonara” di Tortoreto Lido, sarà lo scenario del più grande evento mondano della costa adriatica: ”Do You Remember Reverse?”


Inizierà domani, 23 Maggio la movida costiera dell’estate 2009. Presso il “Sayonara” di Tortoreto Lido è in programma un evento cult per tutti gli amanti della vita notturna: “Do You Remember Reverse?”.
La serata, che da mezzanotte andrà avanti fino alle prime luci dell’alba, è stata concepita per conciliare due anime della notte: house e commerciale. Si potrà scegliere fra due diversi ambienti, ed entrambi presenteranno nomi altisonanti del panorama musicale.
Nella prima sala si alterneranno tre dee jay: Ricky Montanari, Fabrizio Ciancy ed Andrea Mattioli, affiancati dal vocalist Willy Deluxe. Nella pista on the beach, invece, i votati al genere commerciale sentiranno suonare Remo Mariani e Filippo Porrini .
C’è voluto lo sforzo organizzativo di due big del divertimento notturno per dare vita ad un evento di questo calibro: Mauro Bianchi e Giovanni Perna, i due direttori artistici hanno unito le forze per realizzare una serata che faccia a lungo parlare di sé. Bianchi e Perna tornano a “giocare in casa” dopo circa tre anni e la risposta del pubblico sta già superando le più rosee aspettative; per raggiungere questo risultato si sono avvalsi della collaborazione di molti staff della riviera adriatica tra i quali quelli di Alessandro Nardi e Francesco Fabbii.
“Tutto lascia presagire un grande successo – dichiara uno degli organizzatori- abbiamo dovuto chiudere le prenotazioni tavoli per eccesso di richieste. Questo ovviamente ci onora e siamo sicuri di essere all’altezza delle aspettative della nostra gente che, come sempre, non ci fa mancare la sua fiducia. ”.
Sono attesi anche numerosi addetti ai lavori da tutta italia visti gli ottimi rapporti che legano Bianchi e Perna con i più importanti locali .



Ufficio Stampa: Maura Narcisi Info: 347/6059647 maura_narcisi@yahoo.it

Ci si incontra con Franco Arboretti ed Alberta Ortolani presso il ristorante Beccaceci , lunedì 25 maggio

Organizzatore: Andrea Beccaceci
Tipo:
Incontri - Ritrovo
Rete:Global
Inizio:lunedì 25 maggio 2009 alle ore 21.30
Fine:martedì 26 maggio 2009 alle ore 0.30
Luogo:ristorante beccaceci
Indirizzo:via Zola
Città/Paese:Giulianova, Italy
Descrizione: Ci si incontra con Franco Arboretti ed Alberta Ortolani presso il ristorante Beccaceci , lunedì 25 maggio .Si mangiano fragole e panna , si beve moscato , si parla di Giulianova . Tutti benvenuti.

Ricordo a tutti l'importante incontro di domenica 24 maggio 2009, maggiori informazione vedete l'allegato ed il link.

Ricordo a tutti l'importante incontro di domenica 24 maggio 2009, maggiori informazione vedete l'allegato ed il link.
http://www.no-petrolio-abruzzo.com/?p=211--

Di Giacinto Vittorio Via Roma,447
64014 Villa Rosa di Martinsicuro (TE)
3404926424
mail vittoriodigiacinto@gmail.com
P.iva 01643470675
skipe vittoriodigiacinto
www.mobiliartepovera.it www.arredamenti.it
http://vittoriodigiacinto.splinder.com

Rocco Salini annunciò l'imminente realizzazione di una nuova struttura ospedaliera a Giulianova. Nota del PRC di Giulianova

Comunicato STAMPA
Correva l'anno 2000 quando per primo, con una brillante intuizione elettoralistica, Rocco Salini annunciò l'imminente realizzazione di una nuova struttura ospedaliera a Giulianova. Da quel momento, la panzana del nuovo ospedale ha caratterizzato pressoché tutti gli appuntamenti elettorali, venendo ripresa con scarsa fantasia, ma innegabile caparbietà dalla quasi totalità dei candidati succedutisi nelle compagini di centrodestra: è accaduto, solo per citarne alcuni, con Bruno Sabatini, Giancarlo Cameli, Gianfranco Francioni e, naturalmente, Lanfranco Venturoni.
La panzana del nuovo ospedale, svanita nel nulla all'indomani delle regionali 2000, è così ricomparsa, con cronometrica puntualità, in occasione delle elezioni comunali 2004 e, immancabilmente, anche al primo avvicinarsi dell'appuntamento elettorale di questa primavera. Nessun candidato ha saputo rinunciare all'annuncio ad effetto, privilegiando ancora una volta la politica delle facili e false promesse rispetto a quella della progettazione seria e concreta.
Che poi, nei quasi dieci anni dal primo annuncio non solo le condizioni dell'ospedale giuliese, ma quelle dell'intera sanità pubblica abruzzese siano drammaticamente peggiorate, poco importa. Poco importa che interi reparti siano stati chiusi; poco importa che i tempi d'attesa degli esami clinici siano divenuti biblici; poco importa che il personale ospedaliero sia ridotto all'osso e sottoposto a turni massacranti; poco importa che le casse della sanità pubblica siano state metodicamente depredate secondo un vero e proprio teorema, delineatosi all'epoca della giunta Pace e consolidatosi fino all'esplosione dello scandalo sanità, che ha travolto i vertici della giunta Del Turco e dello stesso Partito Democratico; poco importa se gli effetti più deleteri di Sanitopoli sono ricaduti, come al solito, sui più deboli e sui più bisognosi.
L'importante è scrivere nuove pagine nel libro dei sogni della sanità abruzzese, rispolverando dai cassetti del più becero illusionismo elettorale la favola stantia del nuovo ospedale di Giulianova. L'importante è vendere fumo, nascondere dietro l'ennesima riproposizione di un copione usato ed abusato i fallimenti di un centrodestra che, a partire dall'originaria, illusoria promessa di Rocco Salini non ha mai saputo dare alcuna risposta concreta ai problemi della sanità locale e regionale. Ancora oggi, pur con la presenza al fianco dell'assessore Venturoni di un commissario governativo ad acta, Gino Redigolo, risposte concrete alla drammatica situazione della sanità abruzzese tardano ad arrivare, ed ancora oggi il centrodestra solleva la cortina di un ipotetico nuovo ospedale a coprire le macerie delle proprie incapacità.
Rifondazione Comunista denuncia ancora una volta il tentativo di abbindolare l'elettorato giuliese attraverso ciniche, spregiudicate e soprattutto fasulle promesse destinate a svanire già all'indomani dell'appuntamento elettorale. Il rilancio della sanità giuliese, non passa attraverso le sirene dell'edilizia ospedaliera, ma attraverso una politica rigorosa che

privilegi la realizzazione delle UTAP (associazioni di medici di base) per assistenza domiciliare ed ambulatoriale 24ore su 24, e lo sviluppo dell’ADI (Assistenza domiciliare integrata)
investa nella prevenzione con potenziamento dei consultori, della medicina scolastica, della medicina del lavoro, della medicina turistica
abolisca i Ticket per le fasce di reddito più deboli e per gli esami diagnostici di prevenzione;
completi la rete di urgenza-emergenza (118) e riqualifichi il Pronto Soccorso con l'inserimento di una figura primariale in grado di limitare i ricoveri impropri;
azzeri le liste di attesa;
avvii l'immediata ristrutturazione del padiglione est e l'ampliamento di quello ovest, privilegiando comunque l'elevata qualità dell'offerta assistenziale;
riordini la pianta organica anche attraverso convenzioni con la facoltà di Medicina dell’Università dell'Aquila;
preveda punti di eccellenza per il recupero della mobilità passiva.

Oggi più che mai la situazione dell'ospedale di Giulianova esige concretezza, tempestività, onestà intellettuale: tutto il resto sono ripetitive, stucchevoli, e soprattutto riprovevoli panzane elettorali.



Partito della Rifondazione Comunista
Circolo P.Di Massimantonio


Giulianova, 22 maggio 2009

Ufficio Circondariale Marittimo di Giulianova e le Società concessionarie delle aree demaniali: contestate ingiustamente le operazioni di varo ed alag

Ufficio Circondariale Marittimo di Giulianova e le Società concessionarie delle aree demaniali: contestate ingiustamente le operazioni di varo ed alaggio ad Angelo Ruffini, Presidente Provinciale di Cna Nautica


Complessa ed ingarbugliata la normativa che regola le operazioni di varo ed alaggio al Porto di Giulianova per le Società concessionarie delle aree demaniali. Angelo Ruffini ,Presidente Provinciale di CNA Nautica, denuncia la penalizzante situazione in cui la capitaneria di Porto ha imposto prescrizioni a tutte le attività che operano sul Porto di Giulianova, in merito alla supervisione di un ingegnere navale durante le operazioni di varo ed alaggio su aree in concessione demaniale ma che avvengono su scali pubblici regolamentati dal locale ufficio marittimo. Imposizione, secondo il Presidente di CNA Nautica, che comporterebbe un costo importante ed assolutamente infondata ed inutile in quando equiparerebbe l’attività di varo ed alaggio all’attività di riparazione e manutenzione delle unità navali i cui progetti sono già approvati da ingegneri altamente specializzati. Ci si chiede pertanto se suddette prescrizioni siano la reale opinione del Ministero delle Infrastrutture o una personale interpretazione da parte della Capitaneria di Porto. Pertanto è stato richiesto l’intervento dell’Avv. Cristina Pozzi, avvocato nazionale di CNA Nautica, dell’Avv. Francesco Mastromauro ,avvocato della CNA di Teramo ,e del Direttore CNA Teramo Gloriano Lanciotti, che proprio questa mattina si sono incontrati per predisporre un documento da produrre sul tavolo del Ministero delle Infrastrutture, che attesti le difficoltà delle società operatrici del settore, oltre a chiarimenti in merito alla suddetta circolare.Si è altresì deciso di interessare la direzione Nazionale di CNA Nautica affinché segua con la dovuta premura la spinosa vicenda.

Demian CIRCOLO CULTURALE e Associazione Studenti ERASMUS Teramo, organizzano:INCONTRO-DIBATTITO

Demian CIRCOLO CULTURALE e Associazione Studenti ERASMUS Teramo

organizzano:

INCONTRO-DIBATTITO

Il ruolo della dignità nella politica

intervengono:

Paolo ALBI (PD)
Maurizio BRUCCHI (PDL)
Sandro SANTACROCE (PRC)

coordina:
ELSO SIMONE Serpentini

Mercoledì 27 maggio 2009 - ore 18.30
Caffè Grande Italia - Teramo


In una società che stenta a riconoscere la funzione della dignità alla “casta” politica italiana e ai suoi rappresentanti, l’incontro vuole offrire un’occasione di chiarimento, confronto e riflessione sul tema, al fine di riscoprire il valore etico del compito a cui è chiamata la politica, e per voce dei protagonisti delle prossime elezioni amministrative comunali a Teramo.

* * *

Nel corso dell’incontro sarà presentato il libro “Il volto di Dignità” di Antonio Di Sante (Demian Edizioni, 2009): un breve testo di carattere allegorico incentrato sulla figura di Dignità, un ambizioso personaggio che in cambio di potere e denaro perde il volto, gli affetti più cari e la sua stessa vita.

Giulianova Calcio. COMUNICATO STAMPA DEL 22 MAGGIO 2009, BIGLIETTI STAMPA, PERMESSI FOTOGRAFICI, RIPRESE FILMATE

COMUNICATO STAMPA DEL 22 MAGGIO 2009
PLAY – OFF E PLAY – OUT - BIGLIETTI STAMPA, PERMESSI FOTOGRAFICI, RIPRESE FILMATE ETC.

La società Giulianova Calcio s.r.l. al fine di agevolare il Vostro lavoro di operatori degli organi di stampa e di informazione intende portarVi a conoscenza di quanto disposto dal C.U. N. 184/L del 8 maggio 2009 a cura della Lega Pro di Firenze, organizzatrice della fase finale dei play-off e play-out, in riferimento a:


a) Giornalisti

Per i giornalisti è necessaria richiesta sottoscritta dal direttore del giornale con l’indicazione del nominativo e i dati anagrafici dell’inviato.

b) Fotografi

Le richieste di lasciapassare per i fotografi (interno campo) dovranno pervenire alle società interessate con lettera a forma del direttore del giornale e dell’agenzia interessati, nelle quali dovrà essere indicato il nominativo del fotografo, e i relativi dati anagrafici Il numero dei fotografi ammessi nel recinto di gioco sarà limitato in relazione alle norme vigenti.

c) Cronaca Radio o Televisiva

Dovranno essere inviate alle società sportive le richieste da parte di emittenti radiotelevisive in possesso del nulla osta, indicando contemporaneamente i nominativi degli operatori ed evidenziando l’impegnativa di non trasmettere sintesi oltre il limite previsto dalla vigente normativa regolamentare e legislativa. La Lega si riserva ogni decisione dopo aver esaminato le domande caso per caso. Le troupes non possono superare, come da norme internazionali: le tre persone per le televisioni e le due persone per le radio compresi i giornalisti; le stesse non avranno accesso al terreno di gioco e saranno ubicate negli spazi consentiti.


Tutte le richieste dovranno pervenire alle società interessate e/o alla Lega Italiana Calcio Professionistico entro e non oltre il giovedì antecedente la gara cui si riferiscono. L’accesso all’impianto sarà consentito compatibilmente alle disponibilità presenti nel settore di riferimento.


GIULIANOVA CALCIO SRL

L’On. Remo Gaspari sarà a Teramo martedì prossimo 26 Maggio 2009,

L’On. Remo Gaspari sarà a Teramo martedì prossimo 26 Maggio 2009, per sostenere la candidatura a Sindaco del Centro Destra di Maurizio Brucchi e la lista dell’UDC.
I Signori Giornalisti sono invitati a partecipare alla conferenza stampa con l’On. Remo Gaspari, il candidato Maurizio Brucchi e il Commissario cittadino dell’UDC Dodo Di Sabatino Martina
Martedì 26.05.2009 ore 19.30 Teramo
Saletta del Caffè San Matteo



Il Commissario Cittadino dell’UDC
Alfonso Di Sabatino Martina

giovedì 21 maggio 2009

Lettera al Commissario Prefettizio presso il Comune di Giulianova dott.a Paola Iaci.

COMITATO ELETTORALE
GIANCARLO CAMELI SINDACO DI GIULIANOVA



Al
Commissario Prefettizio
dott.a Paola Iaci
Comune di Giulianova (TE)


OGGETTO: INDEBITO UTILIZZO DI UFFICI COMUNALI.


Lo scrivente Comitato La invita a vigilare attentamente su quanto sta accadendo, in questi giorni, all’interno di alcuni uffici comunali.
Infatti, risulta che vengono frequentati costantemente da candidati sindaci che, senza averne titolo alcuno, cercano di condizionare indebitamente la vita amministrativa dell’Ente.
Poiché riteniamo non dover ricorrere all’Autorita’ Giudiziaria, La invitiamo a fare in modo che dette frequentazioni vengano meno.
In difetto non mancheremo di segnalare nomi e situazioni alla Procura della Repubblica competente per territorio.
Distinti saluti

Giulianova, lì 18 maggio 2009

Il Comitato Elettorale
per
Giancarlo Cameli Sindaco di Giulianova

ROSETO È RIMASTA INERTE ED ISOLATA

ROSETO È RIMASTA INERTE ED ISOLATA

L’Amministrazione Comunale Rosetana ostacola la realizzazione della Riserva Naturale Regionale del Borsacchio, opponendosi alla nomina dell’Organo di Gestione della Riserva, prescritta dalla legge.
L’atteggiamento è grave ed ingiustificabile, ma non certo nuovo. Questa Amministrazione Cittadina si è finora messa in evidenza per immobilismo ed incapacità di fare.
L’unica iniziativa intrapresa, quella di redigere il PAN (Piano di Assetto Naturalistico), ha prodotto un risultato tanto mostruoso e lontano da quanto le leggi prevedono per un’area naturale protetta che il progetto non ha superato neppure il vaglio del Consiglio Comunale di Roseto degli Abruzzi. L’Amministrazione Municipale è stata pertanto dichiarata inerte dalla Regione Abruzzo che, in via sostitutiva, ha affidato ogni competenza alla Provincia di Teramo.
Di fronte al comportamento del Comune di Roseto, le Associazioni ambientaliste ed il Comitato cittadino per la Riserva chiedono, ancora una volta, al Presidente della Provincia di rispettare gli impegni da lui presi in più occasioni, anche dinanzi al Consiglio Provinciale riunitosi in data 21/04/2009, nominando il Comitato di Gestione della Riserva, nonostante il rifiuto irragionevolmente opposto dall’Amministrazione Comunale di Roseto degli Abruzzi.
Il triste sistema adottato da dieci anni a questa parte dal Comune di Roseto, di non decidere mai nulla, paralizzando ogni cosa (Variante Generale del PRG, Piano Spiaggia, Piano Antenne, ecc.), sta conducendo questo territorio verso l’isolamento totale.
Gravissimo poi il silenzio più assoluto dell’Amministrazione Comunale sul progetto “Villa Mazzarosa”, che prevede trivellazioni petrolifere della società MEDOILGAS ITALIA in tutta l’area compresa fra Cologna Spiaggia ed il fiume Vomano (dalla spiaggia alla collina). E che, unitamente alle piattaforme previste in mare, avrebbe pesanti ricadute negative sull’agricoltura, sulla pesca, sul turismo e sulla salute dei cittadini.
Tanto per cambiare, la pista ciclabile del Corridoio Verde Adriatico s’interrompe proprio nel territorio di Roseto degli Abruzzi. Eppure la realizzazione dell’opera sarebbe ovviamente strategica per il futuro dell’offerta turistica oltre che della mobilità ciclopedonale.
La ciclabile che scende da Cupra Marittima (e tra qualche anno raggiungerà Civitanova) presto sarà collegata fino a Cologna Spiaggia, con la realizzazione del passaggio sul Tronto e da Scerne presto si potrà proseguire fino al vastese grazie alle mille iniziative in atto nei Comuni di Pineto, Silvi, Pescara e lungo la Costa teatina.
A Roseto invece nulla si muove: un buco nero amministrativo che tutto inghiotte. Novecentocinquanta metri di ciclabile sul lungomare sembrano bastare!
La colpevole inazione dell’Amministrazione rosetana evidenzia, per contrasto, l’efficace operosità di altre Amministrazioni della costa.
Si spera, a questo punto, in una reazione della Cittadinanza, fisicamente isolata e forse non pienamente consapevole di quanto gli è stato finora negato, invitando la Provincia di Teramo a procedere, comunque, alla nomina del Comitato di Gestione della Riserva, sopperendo all’inerzia dell’Amministrazione del Comune di Roseto degli Abruzzi.


Comitato cittadino per la riserva regionale del Borsacchio
WWF
LIPU
Legambiente
Coordinamento ciclabili Abruzzo teramano

Parte “Call Safer”, il numero verde per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro. Intanto si fa formazione ai giovani nelle scuole mentre a giugn

Parte “Call Safer”, il numero verde per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro. Intanto si fa formazione ai giovani nelle scuole mentre a giugno parte quella per le imprese

Un numero verde per avere tutte le informazioni concernenti la sicurezza nei luoghi di lavoro. E’ un servizio attivato grazie al progetto Safer (acronimo di Sicurezza, attenzione fino all’esclusione dei rischio). Chiamando il numero verde 800 017 822 è possibile chiarire ogni dubbio rispetto alla normativa, ai comportamenti e alle precauzioni da assumere per prevenire incidenti nei luoghi di lavoro. Il servizio “Call Safer” partirà dal 25 maggio nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00.

Al pari di tutte le altre attività sin qui realizzate, anche questo servizio è frutto di un lavoro di concertazione con gli altri attori coinvolti: ASL - Spsal, Camera di Commercio, Direzione del Lavoro, INAIL, INPS, Ufficio Scolastico e Vigili del Fuoco per il livello provinciale; ISPESL e INAIL; l’Inail ha anche coofinanziato l’intervento. SAFER ha iniziato le sue attività nel luglio del 2008, a seguito della costituzione di un nucleo di coordinamento, entità alla quale è affidata la cabina di regia delle azioni previste dall’intervento e della quale fanno parte tutti gli attori locali interessati a vario titolo dal tema.

In linea generale SAFER nasce per raggiungere due obiettivi: costituire una rete, stabile e dinamica, tra gli attori interessati alle tematiche legate alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro; migliorare il grado di consapevolezza e di conoscenza dei lavoratori; dei giovani, considerandoli, questi ultimi, come i lavoratori di domani; degli imprenditori e dei loro familiari coinvolti nell’impresa, attraverso azioni mirate di formazione. Con riferimento a quest’ultimo tema le attività sono state avviate a partire dal mese di novembre. I primi destinatari sono stati gli studenti dell’ultimo anno degli istituti tecnico-professionali provinciali: ITIS e IPIA di Teramo, ITIS di Nereto, ITI e IPIA di Giulianova e IPIA di Atri. L’attività di formazione, promossa dal servizio Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro della ASL di Teramo, si è conclusa nel mese di maggio con il coinvolgimento di un totale di 90 alunni i quali, a seguito di positiva verifica finale, hanno maturato un attestato in tema di “Principi di Sicurezza ed Igiene del Lavoro” valido come credito formativo scolastico. La Camera di Commercio, in collaborazione con i Centri per l’Impiego, si è invece dedicata alla sensibilizzazione del secondo target: le imprese. Sono state più di 40 le adesioni raccolte per la partecipazione ad un percorso formativo che inizierà nel prossimo mese di giugno. “Con Call Safer abbiamo voluto creare un servizio utile e funzionale”, afferma l’assessore provinciale alle Politiche del Lavoro e alla Formazione professionale Francesco Zoila che aggiunge. “Infatti, grazie al numero verde le aziende teramane avranno informazioni puntualissime per ciò che concerne la normativa vigente in tema di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Un operatore specializzato recepirà i quesiti delle imprese per poi inviarli all’ente competente che provvederà a fornire una risposta chiara ed esaustiva”.

I candidati dell’UDC al Consiglio Comunale di Teramo

Segreteria comunale di Teramo

Teramo, lì 21 Maggio 2009.
Agli Organi di Informazione
I candidati dell’UDC al Consiglio Comunale di Teramo, riunitisi ieri sera presso la sede cittadina di Via Irelli 6, hanno confermato, qualora ce ne fosse ancora bisogno, l’impegno, l’entusiasmo e la volontà di voler conseguire un risultato molto importante per il Partito, a dimostrazione del fatto che la assoluta dignità unita alla inequivocabile riconoscibilità del nostro glorioso simbolo avranno la meglio su indecorosi tentativi di depistaggio, legati a progetti “amicali” di insignificante valenza politica.
Non mi piace farlo ma sono costretto ad intervenire perché giustamente sollecitato dagli amici dell’UDC che, impegnati come sono tutti in prima persona per il partito, non possono tollerare gli attacchi dell’ispiratore della lista dell’UDT, Lino Silvino. Poco importa quali siano gli attacchi personali rivolti a me o ad altri, così come riteniamo legittima qualsiasi scelta di spostamento a sinistra operata da singoli uomini. Quello che invece Silvino non deve fare è giocare con le tre carte e fingersi, attraverso una serie di equilibrismi di parole (purtroppo non dialettici), un po’ di qua e un po’ di là. L’UDC, partito di centro, slegato da alleanze nazionali, come vuole il partito, come vogliono i vertici, come ha voluto e vuole il presidente Casini, è in coalizione a Provincia e Comune con il centrodestra, a Teramo. Sostiene Catarra alla Provincia e Brucchi al Comune e schiera liste ovunque ottime, da votare, con persone candidate di coerenza e coraggio nelle scelte, da votare anch’essi. Nell’UDC sono stati fatti passi consapevoli, ponderati e soprattutto trasparenti. Ce ne vantiamo senza insultare chi invece segue sentieri tortuosi per raggiungere piccoli benefici personali. Certo non permettiamo però che siano proprio gli altri a insultare noi per continuare a far girare le famose tre carte. L’UDC è qui. Altrove, dalla parte avversa, c’è altro.
Il Commissario Cittadino dell’UDC
Alfonso Di Sabatino Martina

NEGRITA LINDA MUSIC PUB, VENERDI 22 MAGGIO, Via I Maggio 37 - Offida (AP)

VENERDI 22 MAGGIO
NEGRITA LINDA MUSIC PUB
Via I Maggio 37 - Offida (AP)


info: WWW.DESVERZAUX.COM (scarica i nostri mp3!!)

Seguici sui nostri Social Network, via RSS o scrivici una email

Interventi urgenti sulle strade danneggiate dall’alluvione

Interventi urgenti sulle strade danneggiate dall’alluvione

La Giunta provinciale, presieduta dal Presidente Ernino D’Agostino, ha approvato 19 lavori urgenti, la maggior parte dei quali necessari per far fronte alla situazione di emergenza e ai danni provocati dall’alluvione del 21 e del 22 aprile.

L’importo complessivo degli interventi, che partiranno in questi giorni, è di un milione 815 mila euro.

Tra le opere più importanti, il ripristino dei punti danneggiati lungo la strada provinciale 491 di Isola del Gran Sasso fra Tossicia e Ornano (200 mila euro) e lungo sp 19/A di Miano (150 mila euro) e il consolidamento del corpo stradale in frana lungo due tratti della sp 34 di Appignano (due interventi distinti, per complessivi 210 mila euro). Sono previsti anche lavori di consolidamento sulla strada provinciale 18 di Nepezzano nei pressi del bivio di Colleminuccio (100 mila euro) e sulla sp 553 di Atri (90 mila euro).


Ad essere interessate ai lavori di ricostruzione, nelle zone montane, sono - oltre alle strade già citate – anche la sp 42 di San Giorgio nel comune di Crognaleto (120 mila euro), la sp 48 di Bosco Martese (70 mila euro), la sp 63 di Forca di Valle ad Isola del Gran Sasso (90mila euro). Lavori urgenti saranno avviati anche per la ricostruzione del muro di sostegno e per l’eliminazione di massi pericolanti in tratti saltuari delle sp 43 di Pietracamela, 45 di Senarica, 48 del Bosco Martese e 39/A di San Pietro in località Ceriseto. Interventi anche a Valle Castellana (50 mila euro) e Macchia Santa Cecilia nel comune di Rocca Santa Maria (40 mila euro).


Ulteriori lavori, tra gli altri, sono infine previsti a Spiano (90 mila euro), Castel Castagna (90 mila euro) e Bisenti (85 mila euro).

IL CIRCOLO NAUTICO "VINCENZO MIGLIORI" SALUTA LA PARTENZA DEL 1° M.llo Lgt. ANTONIO VALENTE DOPO DIECI ANNI A GIULIANOVA


Dopo dieci anni di attività presso l'Ufficio Circondariale Marittimo di Giulianova, il 1° Maresciallo Luogotenente Antonio Valente parte per altra destinazione.Infatti, il sottufficiale, fino ad ora braccio destro del comandante T.V. Giuseppe Barretta e capo sezione tecnica amministrativa-operativa, l'8 giugno prossimo raggiungerà la nuova sede di lavoro presso la Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto (Ap) per ricoprire altro prestigioso incarico di responsabilità.Per salutare "Capo Valente" (così è conosciuto nell'ambiente marinaro) il Circolo Nautico "Vincenzo Migliori" di Giulianova ha organizzato una serata conviviale con la partecipazione di tutto il direttivo del club (Marco Maria Ferrari, Silvestro Marcozzi, Antonio Marchionni, Emilio Marcozzi, Pietro Campanaro e Sandro Abbondanza), dello stesso Antonio Valente e del comandante del porto T.V. Giuseppe Barretta. Nel corso del simpatico e cordiale appuntamento è stata consegnata al festeggiato una targa ricordo a testimonianza dei tanti anni di collaborazione tra l'Ufficio Circondariale Marittimo ed il Circolo Nautico.

Elenco dei lavori urgenti approvati dalla Giunta provinciale di Teramo

1
SP 18 di Nepezzano - Lavori urgenti di consolidamento del corpo stradale nei pressi del Bivio di Colle Minuccio
€ 100.000,00
2
Lavori urgenti per la ricostruzione del corpo stradale in frana alle km.che 2+750 e 13+300 della SP 42 di San Giorgio e alla lm.ca 1+600 della SP 48 del Bosco Martese
€ 70.000,00
3
Lavori urgenti per la ricostruzione del corpo stradale in frana alla km.ca 10+350 della SP 42 di San Giorgio
€ 120.000,00
4
Lavori urgenti per la ricostruzione di muro di sostegno e per il disgaggio di massi pericolanti in tratti saltuari delle SSPP n.43 di Pietracamela n.45 di Senarica e n. 48 del Bosco Martese
€ 40.000,00
5
Lavori urgenti per la ricostruzione del corpo stradale in frana alla km.ca 3+800 della SP 48/E di Fiume
€ 90.000,00
6
Lavori urgenti per la ricostruzione del corpo stradale in frana alla km.ca 17+200 della SP 49 di Valle Castellana
€ 50.000,00
7
Lavori urgenti per la ricostruzione del corpo stradale in frana in tratti saltuari della SP 48/G di Macchia S.Cecilia
€ 40.000.00
8
SP 365 di Bisenti - Lavori urgenti per la ricostruzione del corpo stradale in frana alla km.ca 18+050
€ 85.000,00
9
SP 491 DI Isola del Gran Sasso tratto Tossicia – Ornano lavori urgenti per il ripristino delle sovrastrutture stradali in Comune di Tossicia danneggiate dal nubifragio del 21/22 aprile 2009
€ 200.000,00
10
SP 46/A di Spiano lavori urgenti per il ripristino delle sovrastrutture stradali in Comune di Teramo danneggiate dal nubifragio del 21/22 aprile 2009
€ 90.000.00
11
SP 63 di Forca di Valle lavori urgenti per il ripristino delle sovrastrutture stradali in Comune di Isola del Gran Sasso danneggiate dal nubifragio del 21/22 aprile 2009
€ 90.000.00
12
SP 19/A di Miano lavori urgenti per il ripristino delle sovrastrutture stradali in Comune di Teramo danneggiate dal nubifragio del 21/22 aprile 2009
€ 150.000,00
13
SP 65 di Ronzano lavori urgenti per il ripristino delle sovrastrutture stradali in Comune di Castel Castagna danneggiate dal nubifragio del 21/22 aprile 2009
€ 90.000,00
14
SP 39/A di S.Pietro località Ceriseto - lavori urgenti per il ripristino delle sovrastrutture stradali in Comune di Isola del Gran Sasso danneggiate dal nubifragio del 21/22 aprile 2009
€ 90.000,00
15
Sp 34 di Appignano - Lavori urgenti per il consolidamento del corpo stradale in frana alle km.che 15+900 e 17+800
€ 150.000,00
16
SP34 di Appignano - Lavori urgenti per il consolidamento del corpo stradale in frana alle km.che 7+200 E 22+7000
€ 60.000.00
17
SP 31 Lavori urgenti per il ripristino del corpo stradale al km- 1+000
€ 120.000,00
18
SP 31/B Lavori urgenti per il ripristino del corpo stradale in prossimità dell’innesto con la SS 81
€ 90.000,00
19
SP 553 Lavori urgenti per il ripristino del corpo stradale al km.ca 23+450
€ 90.000,00

Interessante pubblicazione delle Edizioni Amicizia Cristiana di Chieti

Interessante pubblicazione delle Edizioni Amicizia Cristiana di Chieti

Marcel Lefebvre, LO HANNO DETRONIZZATO, dal liberalismo all’apostaziaLa tragedia conciliare

Agli errori del passato e ai misfatti attuali dei princìpi liberali, che hanno detronizzato Nostro Signore Gesù Cristo, Monsignor Marcel Lefebvre oppone queste semplici parole vangeliche: «Io sono la Verità» e «La Verità vi farà liberi».
In queste pagine, l'ardore del missionario fa tutt'uno con l'amore della Verità, attinto nello studio meditato dei testi del Magistero perenne della Chiesa. Di fronte alla debolezza tirannica e alla forza distruttrice del liberalismo che ha condotto l'uomo moderno sull'orlo dell'abisso, il Prelato non ha alcun dubbio. Egli oppone il programma che fu del grande Papa san Pio X: «Instaurare omnia in Christo - Ricapitolare in Cristo tutte le cose». Ricostruire la cittadella cattolica, riedificare i bastioni della Fede, ricostruire la società cristiana sull'unico fondamento voluto da Dio: Cristo Re.

Marcel Lefebvre nasce a Tourcoing (Francia) nel 1905 ed è ordinato sacerdote nel 1929. Missionario della Congregazione dei Padri dello Spirito Santo in Africa, poi Vicario apostolico di Dakar; nel 1948 diventa Delegato apostolico per tutta l'Africa francofona; nel 1955 diventa Arcivescovo di Dakar, poi Assistente al Trono pontificio e membro della Commissione preparatoria al Concilio; nel 1962 è consultore della Congregazione della Propagazione della fede, poi eletto Superiore generale della sua congregazione fino al 1968.
All'età della pensione, viene sollecitato da alcuni seminaristi che gli chiedono una formazione sacerdotale tradizionale: quasi senza volerlo si ritrova fondatore della Fraternità Sacerdotale San Pio X, che ha per scopo la formazione sacerdotale. Dopo anni di colloqui con le autorità romane, che hanno prima approvato l'opera, poi l'hanno perseguitata, monsignor Lefebvre procede a ciò che chiamerà "l'operazione sopravvivenza della Tradi-zione": il 30 giugno 1988 consacra quattro Vescovi, invocando il grave stato di necessità di cui soffre la Chiesa, e pertanto egli considererà nulle le censure che seguiranno.
Monsignor Lefebvre muore il 25 marzo 1991 ad Ecône, dove ora riposa. Con il decreto del 21 gennaio 2009, il Papa Benedetto XVI ha revocato la scomunica ai quattro Vescovi consacrati da mons. Marcel Lefebvre nel 1988.


Marcel Lefebvre
LO HANNO DETRONIZZATO
DAL LIBERALISMO ALL'APOSTASIA
La tragedia conciliare
Edizioni Amicizia Cristiana, Chieti 2009
[ISBN-978-88-89757-22-2]
Pag. 288 - Euro 18,00

"UN SALTO DI QUALITA' PER L'OFFERTA TURISTICA DI GIULIANOVA" - CONVEGNO C/O LIDO CESARE VENERDI' 22 MAGGIO ORE 19:00 -

CONVEGNO
A Giulianova si parla di turismo in funzione dello sviluppo economico della Città e dell'ottimizzazione del settore in un area della costa teramana dove la ricettività può contare su basi consolidate da anni di attività.
Non a caso è stato organizzato un convegno dal tema "Un salto di qualità per l'offerta turistica di Giulianova".
L'appuntamento è per venerdì 22 maggio 2009, ore 19:00, presso lo stabilimento balneare Lido Cesare, Lungomare Spalato, Giulianova Lido.-
I lavori saranno introdotti dal dott. Flaviano Montebello, candidato per il PDL al Consiglio Provinciale di Teramo.
Seguiranno gli interventi da parte di Gabriele Rossi (Console Touring Club per la Provincia di Teramo), Dante Di Pompeo (Ideatore progetto "Museo del Mare"), Walter Squeo (Responsabile progetto "Boe rilevamento inquinamento marino"), Valle Riccardo Antonio (Promotore del "Reef Ball" - Oasi per i sub), Giuseppe Di Filippo (Coordinatore Progetto "L'isola che non c'è"), Pierangelo Guidobaldi (Presidente Ente Porto di Giulianova), Giancarlo Cameli (Candidato Sindaco al Comune di Giulianova).
I lavori saranno conclusi da Mauro Di Dalmazio, Assessore al Turismo della Regione Abruzzo.



UN SALTO DI QUALITÀ PER L'OFFERTA
TURISTICA DI GIULIANOVA



Venerdi 22 maggio 2009 - ore 19.00
stabilimento balneare LIDO CESARE
Lungomare Spalato - Giulianova

Introduce:
FLAVIANO MONTEBELLO
candidato PDL alla provincia per il collegio 1 di Giulianova Lido



Intervengono:

GABRIELE ROSSI : CONSOLE TOURING CLUB PROVINCIA DI TERAMO
DANTE DI POMPEO: IDEATORE PROGETTO "MUSEO DEL MARE"
WALTER SQUEO: RESPONSABILE PROGETTO "BOE RILEVAMENTO INQUINAMENTO MARINO"
VALLE RICARDO ANTONIO: PROMOTORE DEL "REEF BALL" (OASI PER I SUB)PIERANGELO
GIUSEPPE DI FILIPPO COORDINATORE PROGETTO “L’ISOLA CHE NON C’È”
PIERANGELO GUIDOBALDI: PRESIDENTE ENTE PORTO DI GIULIANOVA
GIANCARLO CAMELI: CANDIDATO SINDACO AL COMUNE DI GIULIANOVA



Conclude

MAURO DI DALMAZIO
Assessore al Turismo della Regione Abruzzo

Per info sui punti di prevendita, www.aspettandoilprimomaggio.it .

Sono già disponibili i biglietti di ingresso per il concerto “Aspettando il Primo Maggio”, che verrà ospitato presso l’area ex Villeroy domenica 31 Maggio. Il costo del singolo biglietto sarà di , € 8,00 + € 2,00 di prevendita. Per info sui punti di prevendita, www.aspettandoilprimomaggio.it . PUNTI PREVENDITA
TERAMO:
Enoteca Centrale 0861 243633 Bar New York 0861 245684Empatia 0861 249055Stonehenge Bar – Piano D’Accio 0861 558721Bar Carducci – Via Carducci 0861 250618Sede Big Match – Via Vittorio Veneto 334 3297109S. NICOLO’ A TORDINOLa Terrazzina 0861 588600GIULIANOVA: Stirparo Calzature – Via N. Sauro, 80 - 085 8000635CASTELNUOVO VOMANO:Bar Boulevard 0861 57434 MONTORIO AL VOMANOLa cantina dei Cappuccini 329 4243851ROSETO: Bar Aurora – Piazza della Repubblica 085 8932090 PESCARA: Discover – Via Ro 085 2120989Localbus c/o Nettuno V.le Riviera 30 085 4221542Ferri Dischi 085 4216606MONTESILVANO:Bar Time Out – Corso Umberto 085 4483226SAN BENEDETTO DEL TRONTOPub Edelweiss 0735 657768L'AQUILAHollywood Cafè Via Leonardo da Vinci 0862 316031Bar Ristorante Pizzeria Molto Buono 0862 318838Crazy Bar Viale della Croce Rossa 18/c 0862 481960

Teramo. Ricominciamo . . . tutti insieme per L’Aquila

A s s o c i a z i o n e C u l t u r a l e

www.aspettandoilprimomaggio.it info@aspettandoilprimomaggio.it

Ricominciamo . . . tutti insieme per L’Aquila
da “Aspettando il primo maggio”
a “Contemporaneamente Woodstock”,
5^ edizione - Teramo dal 22 al 31 Maggio.
Woodstock compie quarant’anni: percorsi culturali tra storia, arte, musica e performance.

Raccolta fondi per la realizzazione di un asilo a L’Aquila.

IL PROGRAMMA

VENERDI’ 22 MAGGIO
Piazza Martiri – Ore 20.30
TRIBUTO A JIMI HENDRIX: Roberto Ciotti band

SABATO 23 MAGGIO
Piazza Martiri – dalle 10.00 alle 20.00
LA MOSTRA MERCATO ARTIGIANATO E VINTAGE
Piazza Martiri – Ore 20.30
OMAGGIO A JANIS JOPLIN e SANTANA: Mercedes Band – Mark Trio

MARTEDI’ 26 MAGGIO
Università - Sala Conferenze Scienze delle Comunicazioni – Ore 10.30
IL CONVEGNO: “Contemporaneamente Woodstock ”
Convegno multidisciplinare e multimediale

VENERDI’ 29 MAGGIO
Warehouse Contemporary Art – Ore 18.30
TITANS: presentazione del libro
Interviene l’Autore Al Satterwhite
The Niro in concerto
Omaggio a “Contemporaneamente Woodstock ”
Electa Creative Arts La performance MASS # _ 1 TO 8

SABATO 30 MAGGIO
Electa Creative Arts Teramo – Ore 19.00
Be_Pop – Personale di Marco Pace
Electa Creative Arts La performance MASS # _ 1 TO 8

DOMENICA 31 MAGGIO
Area ex Villeroy - dalle 16.00 a notte fonda
IL CONCERTO “Aspettando il primo Maggio”
Piero Pelù, Bandabardò, Marina Rei e Paola Turci, Franz Di Cioccio,
Marta sui tubi, La grande tribù, I Ratti della Sabina, Yres, Vega’s,
Mr.White, Mistolana, Orchestra della Transumanza, Manila Hemp, Rainska

DAL 22 AL 31 MAGGIO
Centro storico
“Eviva gli sposi” Ritratti di matrimonio a Teramo negli anni settanta
Itinerario espositivo nei locali del centro storico
Concorso: “Vetrine in Mostra”
Cantina di Porta Romana – Enoteca Centrale
La cucina teramana negli anni 60/70


“ …quando c’è bisogno non solo d’intelligenza agile e di spirito versatile, ma di volontà ferma e di persistenza e di resistenza, io mi sono detto a voce alta: tu sei abruzzese! ”
Benedetto Croce

Teramo. Contemporaneamente Woodstock’

A s s o c i a z i o n e C u l t u r a l e

www.aspettandoilprimomaggio.it segreteria@aspettandoilprimomaggio.it

‘Contemporaneamente Woodstock’
Woodstock compie quarant’anni: percorsi culturali tra arte, musica, cinema e performance


Convegno multidisciplinare e multimediale
Martedì 26 Maggio- Dipartimento di Scienze della Comunicazione– Ore 10.30


Utilizzando come punto di partenza il quarantesimo anniversario dello storico concerto di Woodstock (15, 16, 17 Agosto 1969), l’associazione culturale Big Match propone una mattinata di incontro volta alla riflessione, allo scambio di idee e di conoscenze sugli avvenimenti della fine degli anni sessanta.
Per tutta la stagione estiva le più vitali città italiane ed europee arrecheranno dei tributi a questo storico evento tramite mostre, concerti, itinerari culturali e convention e anche Teramo intende dare il suo contributo alla celebrazione di questo “compleanno” per ricordare una fase storica di grande interesse e affiancarsi, così, alle altre città.
Il convegno intende fornire una panoramica multidisciplinare della cultura della fine degli anni sessanta e dell’inizio degli anni settanta facendo riferimento, inoltre, alle fondamentali influenze che essa ha avuto sugli anni successivi fino alla nostra contemporaneità. Big Match propone un incontro in grado di approfondire la conoscenza di tale periodo, di creare collegamenti tra le differenti discipline e di spiegare le manifestazioni culturali che lo hanno caratterizzato. Woodstock, essendo considerato come l’evento simbolico di un intero movimento culturale, sarà la base comune per una più ampia riflessione fondata sulla convergenza di molteplici ambiti e punti di vista.
L’obiettivo è quello di fornire un’adeguata e avvincente informazione capace di coinvolgere tutti gli aspetti intellettuali e culturali che si sono proficuamente contaminati a vicenda. Il convegno intende, pertanto, indagare e spiegare le connessioni tra i diversi ambiti di un periodo cruciale per il pensiero dell’uomo contemporaneo. A quaranta anni dal grande raduno l’intera manifestazione, in particolar modo mediante l’incontro di martedì, desidera che gli studenti e i giovani conoscano un periodo così importante che, a volte, rischia di essere trascurato o indagato solo nei suoi aspetti superficiali.
La controcultura e l’innovazione della fase in questione hanno avuto, inoltre, notevoli ripercussioni sul presente e il convegno si propone di esplorarle e comprenderle, illuminando lo studio del passato con la luce della contemporaneità.
Un evento di tale portata storico-culturale sarebbe stato impensabile senza l’efficace sinergia e cooperazione tra i vari ambiti del sapere. È proprio su questa sinergia che il convegno desidera svilupparsi, mediante l’intervento di relatori che analizzeranno la situazione storica, artistica, musicale e cinematografica del periodo in questione tenendo ben presente le fondamentali connessioni tra le varie aree culturali.
La mattinata verterà, pertanto, sugli interventi di docenti di Storia Contemporanea, Storia dell’arte contemporanea, Storia della musica, Storia del costume e di esperti in cinema e mass media. Nella volontà di improntare gli interventi sulla multiculturalità, il convegno desidera, persino, essere multimediale integrando le relazioni con proiezioni di immagini, filmati e musica.
L’intenzione di Big Match è di innescare una riflessione sull’inestimabile valore culturale di tale periodo e renderlo godibile e comprensibile a tutti nelle sue molteplici manifestazioni. Approfittando di questo quarantennale, la nostra associazione desidera esaminare un importante capitolo della cultura internazionale e confermare la propria convinzione che il sapere sia realmente fruibile da chiunque lo desideri e che solo un’adeguata e disponibile conoscenza, possa coinvolgere, formare e informare.



I relatori

Ilaria Del BiondoWe have a dream: il risveglio della baby boom generationIlaria Del Biondo è dottore di ricerca in Storia del movimento sindacale presso l'Università degli studi di Teramo. Collabora stabilmente con la Fondazione Di Vittorio di Roma, per la quale è membro del Comitato di Redazione degli Annali, e con la cattedra di Storia contemporanea dell'Università degli studi di Teramo. Tra le recenti pubblicazioni “L'Europa possibile. La CGIL e la CGT di fronte al processo di integrazione europea 1957-1973” (Ediesse, 2007). Si occupa principalmente di storia del movimento operaio e delle sue rappresentanze per il periodo relativo agli anni '50 e '60 in una ottica comparata Italia e Francia.

Fabriano Fabbri
Woodstock e dintorni: tra arte e musica.
Fabriano Fabbri è docente di Storia dell'arte contemporanea presso l’Università di Bologna e il Polo scientifico-didattico di Rimini. Nel 2005 è stato visiting professor in Giappone, alla Tokyo University, dove ha tenuto un corso sulla storia del readymade e della performance. Da sempre interessato ai rapporti tra cultura alta e cultura bassa, è stato curatore del progetto ArtBeat, con cataloghi editi da Mazzotta e Castelvecchi. Tra le sue pubblicazioni: “I due Novecento” (Manni, Lecce 2003), “Alieni e alienati” (Aracne, Roma 2004), “Sesso arte Rock’n’roll” (Atlante, Roma 2006) e “Lo zen e il manga” (Bruno Mondadori, Milano, 2009).

Paola Besutti
Dal country-rock al rap: la musica in megaraduno ieri e nell’Italia di oggi.
Paola Besutti è docente presso la Facoltà di Scienze della comunicazione dell’università degli studi di Teramo dove insegna Forme musicali, Musica e comunicazione, Musica e nuovi media.
La sua ricerca si incentra sulla storia della musica e dello spettacolo dal Rinascimento alla diffusione della cultura musicale del Novecento. Ha pubblicato contributi per riviste musicologiche nazionali e internazionali, atti di convegni e ha collaborato alla redazione di voci per dizionari enciclopedici. Dirige dal 2003 “Rivista italiana di Musicologia”.
Nel convegno la professoressa Besutti verrà affiancata dal Dott. Marcos Cortelazzo

Leonardo Persia
To be a Rock and not to Roll: stairway to hell.Leonardo Persia, presidente del Cine Club Ennio Flaiano, collabora con alcuni insegnamenti universitari, tra Teramo e Roma, come esperto del settore. Da sempre studioso di cinema, è impegnato nella cura di importanti appuntamenti nazionali quali “Maggio Fest” e in relazioni per convegni scientifici. Ha organizzato numerose rassegne e retrospettive sul cinema arabo e dell'Africa sub sahariana, sul cinema portoghese degli anni '90 e su quello brasiliano dei '60 e '70. Si è inoltre dedicato ad approfondimenti riguardanti Luigi Di Gianni, Antonio Rezza e Matthias Muller, Ron Fricke e Mario Peixoto, il cinema muto a colori, quello espressionista tedesco, i film del e sul '68 e il cinema futurista.
Nicoletta Bazzano
E non vestimmo più alla marinara
Nicoletta Bazzano è docente di Storia moderna presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università degli studi di Teramo. Si occupa principalmente di storia politico-istituzionale del Cinquecento, con un particolare interesse per tutte quelle manifestazioni, prime fra tutte la cerimonialità e la storiografia, in cui la sfera politica e la sfera culturale trovano svariati punti di contatto. Ultimamente si è dedicata a studi riguardanti la storia del costume e dei mutamenti culturali del Novecento. Tra le pubblicazioni: “Marco Antonio Colonna” (Roma, 2003) e “La donna perfetta” (Laterza, Roma 2008).

Teramo. ASPETTANDO IL PRIMO MAGGIO

A s s o c i a z i o n e C u l t u r a l e
BIG MATCH presenta: Ricominciamo . . . tutti insieme per L'Aquilada "Aspettando il primo maggio"a "Contemporaneamente Woodstock",5^ edizione - Teramo dal 22 al 31 Maggio.

Woodstock compie quarant'anni: percorsi culturali trastoria, arte, musica e performance.Raccolta fondi per la realizzazione di un asilo aL'Aquila.info: www.aspettandoilprimomaggio.it info@aspettandoilprimomaggio.it

IL PROGRAMMAVENERDI' 22 MAGGIO Piazza Martiri - Ore 20.30TRIBUTO A JIMI HENDRIX: Roberto Ciotti band
SABATO 23 MAGGIO Piazza Martiri - dalle 10.00 alle 20.00LA MOSTRA MERCATO ARTIGIANATO E VINTAGEPiazza Martiri - Ore 20.30OMAGGIO A JANIS JOPLIN e SANTANA: Mercedes Band - MarkTrio
MARTEDI' 26 MAGGIOUniversità - Sala Conferenze Scienze delle Comunicazioni- Ore 10.30IL CONVEGNO: "Contemporaneamente Woodstock "Convegno multidisciplinare e multimediale VENERDI' 29 MAGGIOWarehouse Contemporary Art - Ore 18.30TITANS: presentazione del libro Interviene l'Autore Al SatterwhiteThe Niro in concerto Omaggio a "Contemporaneamente Woodstock "Electa Creative Arts La performance MASS # _ 1 TO 8

SABATO 30 MAGGIOElecta Creative Arts Teramo - Ore 19.00Be_Pop - Personale di Marco PaceElecta Creative Arts La performance MASS # _ 1 TO 8

DOMENICA 31 MAGGIO Area ex Villeroy - dalle 16.00 a notte fondaIL CONCERTO "Aspettando il primo Maggio" Piero Pelù, Bandabardò, Marina Rei e Paola Turci, FranzDi Cioccio, Marta sui tubi, La grande tribù, I Ratti della Sabina,Yres, Vega's, Mr.White, Mistolana, Orchestra della Transumanza, ManilaHemp, Rainska

DAL 22 AL 31 MAGGIOCentro storico"Eviva gli sposi" Ritratti di matrimonio a Teramo neglianni settantaItinerario espositivo nei locali del centro storicoConcorso: "Vetrine in Mostra" Cantina di Porta Romana - Enoteca CentraleLa cucina teramana negli anni 60/70 " .

quando c'è bisogno non solo d'intelligenzaagile e di spirito versatile, ma di volontà ferma e dipersistenza e di resistenza, io mi sono detto a voce alta:tu sei abruzzese! " Benedetto Croce

Giulianova. Motovedetta soppressa

* nella foto: Danesi e Squeo

motovedetta soppressa


La marineria e il turismo giuliese perde anche uno strumento valido di controllo e di sicurezza sul mare, nessuno fa niente. La motovedetta rassicurava nei suoi pattugliamenti i natanti della piccola pesca, essa ha effettuato molti salvataggi ed ora è ormeggiata alla rada come un relitto pronto per essere svenduto oppure demolito. Come si può pensare di costruire castelli e nello stesso tempo perdere quello che veramente serve.


Walter Squeo, Presidente del COGEVO

Andretti e Indy, 40 anni fa, riceviamo da Lino Manocchia

Andretti e Indy, 40 anni fa

di Lino Manocchia

INDIANAPOLIS, 20 Maggio ’09 - Quarant’anni or sono, un giovane emigrato da Montona (Istria), con i genitori sfuggiti agli orrori dei comunisti, scendava dalla fumante STP Special costruita dall’italo Americano Andy Granatelli, che abbracciava il “Paisà” e gli schioccava un’affettuoso, effuso bacio sulla guancia: Mario Gabriele Andretti (foto) aveva conquistato il mitico trofeo Wagner che premia il vincitore dell’altrettanto storica 500 Miglia di Indianapolis.
Per Mario Andretti si apriva un orizzonte senza fine, che, a distanza degli anni, sembra brillare sempre più.
Annesso nella Hall of Fame per il suo palmares che conta 29 partecipazioni alla mitica corsa dell’Indiana dove ha concluso per ben 11 volte tra i primi dieci, Mario, definito “Piedone” dal grande Jim…
E’ ancora sulla breccia delle corse al seguito prima del figlio Michael, adesso del nipote Marco sul quale riversa ovviamente tutta la sua esperienza, passione e coraggio per tentare il varco in F.1 del precoce “principino” di casa Andretti. (nella foto, i tre andretti)

«Ho vinto soltanto una volta, ma il palmares mi pone al secondo posto della storia di Indy per i ripetuti piazzamenti,» commenta Mario, che non si è mai accontentato soltanto di Indy ma è sfociato nella Usac della quale detiene il titolo, nella Nascar, dove ha impartito lezioni di guida malgrado la grande esperienza dei rivali, ed i multipli titoli di diverse categorie. «Io e te,» dice A.J.Foyt, un’altro mito di Indianapolis, «abbiamo vinto tutto quanto c’era da vincere. Mi manca soltanto il prestigioso titolo di Formula uno, e per questa mancanza mi batti.»
Già, perché Mario “Piedone” con la Lotus conquistò il massimo alloroper poi proseguire nella marcia trionfale contro avversari del calibro di Dan Gurney. «Indubbiamente la vittoria di Indy per me rappresenta il fulcro della mia carriera. Successo che Andy Granatelli cercò per anni, con coraggio ed abnegazione con la sua Novi e le turbine, non contento soltanto di aver “creato” la famosa Atp.

INDY 2009
Quest’anno, ancora una volta, Mario sarà al pit del nipote Marco che guiderà una vettura del padre Michael, patron e “conduttore” di Tony Kanaan, Danica Patrick ed il 22enne Marco, che partirà ottavo nella griglia di partenza. Per l’occasione la famiglia Andretti si ritrovera’ al tavolo per consumare una affettuosa colazione. Al “patriarca” (Mario) si affiancherà il fratello-gemello Aldo, anch’egli un tempo valido pilota,
il figlio John che guiderà una macchina col n umero 43, adottato dall’altro grande asso delle stock Richard Petty, ed il proprietario dei team Michael, il quale per ben nove volte ha tentato di eguagliare il padre per numero di vittorie ad Indy.
Un momento storico, emotivo, se vogliamo, carico di memorie indimenticabili e successi che resero orgoglioso “Papà Gigi”, lavoratore indefesso che fece di Nazareth la sua Patria adottiva.
Un solo desiderio assilla Mario.«Se... la gara di Indy fosse stata di 400 miglia, il mio palmares oggi
>>>

ABRUZZOpress – N. 179 del 20 Maggio ’09 Pag 2

sarebbe gonfio di trionfi veramente indimenticabili. Purtroppo il successo venne meno per la durezza
della corsa ed il cedimento di qualche motivo tecnico che tarparono le ali al mio successo.»
Ma questa è la bellezza di Indianapolis che conserva un tocco di magico, tradizione, popolarità.


Per Mario vuol dire: Non dimenticare e non far dimenticare che hai vinto la 500 miglia di Indy, cosa grande, sospirata da centinaia di illustri e medi piloti del mondo. Questa è la bellezza dello sport automobilistico, dei dediti fans che apprez-zano il buono, il bello, il grande.

DOVEROSA DOMANDA: Chi vincerà la 93ma edizione di Indianapolis? Tutti, ma soltanto uno potrà baciare la mitica coppa d’argento, incasserà il milione e passa di dollari e darà il benvenuto al successo che lo seguirà per tutta la vita.
Perché, come afferma Emerson Fittipaldi: «Se vinci ad Indianapolis, ti assicuri una speciale pensione a vita.»
Mai più veritiera affermazione, poiché si dimenticano le giornate uggiose o afose, ma quel sorso di latte trangugiato alla fine della gara mettono il vincitore su un piedistallo che non perderà mai il lustro.
LINO MANOCCHIA

L’autore teatino Arturo Bernava vince quattro premi letterari in un mese

L’autore teatino Arturo Bernava vince quattro premi letterari in un mese
Non c’è due senza tre… e il quarto vien da sè


Ottima affermazione dello scrittore teatino Arturo Bernava (foto), che nel giro di un mese si è aggiudi-cato il posto d’onore in ben quattro premi letterari.
Venerdì 8 maggio si è tenuta, infatti, la premiazione del Premio Internazione “S. Benedetto del Tronto”, dove l’autore teatino si è affermato come vincitore assoluto della sezione racconti inediti con l’opera “Signora musica, come si sente?”.
Appena il giorno dopo, ad Avellino, si è tenuta la premiazione del premio “Kriterion”, organizzato dall’as-sociazione nazionale persone down. Bernava ha vinto il primo posto con l’opera “Casa famiglia”.

Tra i premiati dello stesso concorso, ma in atre sezioni, hanno figurato l’attore Roul Bova per l’impegno sociale e l’abruzzese Umberto Vicaretti, per la “Poesia inedita”.
Il terzo successo è stato colto a Salerno, nel corso dell’iniziativa “Racconta la solidarietà”. Bernava ha vinto sia il primo premio assoluto con l’opera “L’ultimo raggio di sole” che il secondo premio con il racconto “Alfredo”.
Ma l’affermazione che maggiormente soddisfa il giovane autore (senza nulla togliere agli altri premi) è quella riconosciutagli “in casa” ed esattamente al “Premio alla cultura 2009, città di Tortoreto”, avente come tema “L’Abruzzo tra tradizione e natura”, dove Bernava si è imposto con l’opera “Come i Pastori di D’Annunzio”.
“Sono particolarmente soddisfatto del premio vinto a Tortoreto, perché aveva come tema il mio argomento preferito: l’Abruzzo”, ci dice l’autore che sta lavorando ad un nuovo libro dal titolo “Il colore del caffè”, dove si esaltano la forza e la genuinità della sua terra natia.
Nel contempo Bernava è anche giunto in finale al prestigioso premio “Parco Maiella” i cui esiti definitivi saranno resti noti alla fine del mese di maggio.
Con quelle appena descritte salgono ad oltre trenta le piazze d’onore conquistate da Bernava in altrettanti premi letterari per racconti inediti. Ed “inedito” resterà ancora per un po’, almeno sino a quando una casa editrice illuminata deciderà di investire su scrittori di talento, ma sconosciuti al grande pubblico.