sabato 2 agosto 2008

Musica. JULIA JAZZ summer 2008 a Giulianova il 4 agosto

JULIA JAZZ summer 2008

Jenny B in concert – lunedì 04 agosto, Porto Turistico – Giulianova

Sarà lo splendido scenario del Porto Turistico di Giulianova a fare da cornice al concerto della vocalist Jenny B. Vincitrice, nel 2000, del Festival di Sanremo e del premio della critica, nella sua carriera vanta collaborazioni eccezionali: Zucchero, Ligabue, Celentano, Massimo Ranieri, etc.. L’evento fortemente voluto dall’Assessore alla Cultura Laura Ciafardoni, costituisce il fiore all’occhiello della rassegna Julia Jazz, che si è aperta il 21 luglio con il concerto de “I solisti dell’Ateneo Big Band” dell’Università agli Studi di Teramo. L’artista si esibirà con il suo quintetto guidato dal pianista Toni Fidanza. La collaborazione con l’artista teramano ha già portato, nel 2007, all’uscita del cd live “Jenny B in concert”, e prevede, nel 2008 la realizzazione di un nuovo lavoro discografico, in cui due brani porteranno proprio la firma di Toni Fidanza. Il quintetto di Jenny B è completato da: Jerry Popolo al sax, Gabriele Pesaresi al contrabbasso e Roberto Desiderio alla batteria. L’ingresso è gratuito.

Religione. Intervento della giuliese Annarita Petrino sul caso Eluana

Non è morta, ma dorme

Dal Vangelo di Luca 8, 40-42 / 49-56

Al suo ritorno, Gesù fu accolto dalla folla, poiché tutti erano in attesa di lui. Ed ecco venne un uomo di nome Giàiro, che era capo della sinagoga: gettatosi ai piedi di Gesù, lo pregava di recarsi a casa sua, perché aveva un'unica figlia, di circa dodici anni, che stava per morire. Durante il cammino, le folle gli si accalcavano attorno.
Stava ancora parlando quando venne uno della casa del capo della sinagoga a dirgli: «Tua figlia è morta, non disturbare più il maestro». Ma Gesù che aveva udito rispose: «Non temere, soltanto abbi fede e sarà salvata». Giunto alla casa, non lasciò entrare nessuno con sé, all'infuori di Pietro, Giovanni e Giacomo e il padre e la madre della fanciulla. Tutti piangevano e facevano il lamento su di lei. Gesù disse: «Non piangete, perché non è morta, ma dorme». Essi lo deridevano, sapendo che era morta, ma egli, prendendole la mano, disse ad alta voce: «Fanciulla, alzati!». Il suo spirito ritornò in lei ed ella si alzò all'istante. Egli ordinò di darle da mangiare. I genitori ne furono sbalorditi, ma egli raccomandò loro di non raccontare a nessuno ciò che era accaduto.

La notizia di Eluana Englaro in coma da diversi anni a causa di un incidente stradale sta facendo il giro dei telegiornali da giorni, perché si chiede di lasciarla morire, staccando il sondino che la alimenta artificialmente. Non so perché, ma pensando a lei, mi sono tornate alla mente le parole di Gesù “non è morta, ma dorme”. Così ho preso la Bibbia e sono andata a cercare l’episodio e l’ho trovato nel Vangelo di Luca. Leggendolo, mi si è allargato il cuore, perché vi ho riscontrato molti punti di contatto con quanto avviene oggi.
“Ed ecco venne un uomo di nome Giàiro, che era capo della sinagoga: gettatosi ai piedi di Gesù, lo pregava di recarsi a casa sua, perché aveva un'unica figlia, di circa dodici anni, che stava per morire”. Trovo sia naturale nell’uomo questo atteggiamento di rivolgersi a Dio quando si trova nel dolore, perché in fondo Gesù è venuto proprio per questo, per farsi carico dei nostri dolori e farli suoi. Penso che questo atteggiamento sia inscritto profondamente nel cuore dell’uomo, che sempre anela a qualcosa di più grande di lui e fuori di sé, nonostante i continui tentativi del mondo di soffocare questo anelito.
“Tua figlia è morta, non disturbare più il maestro”. Ecco le parole terribili di un personaggio che nel brano biblico non viene meglio identificato, se non come uno della casa del capo della sinagoga e che, per questo suo essere “uno”, incarna perfettamente una voce indistinta come il coro che oggi si schiera a favore della morte di Eluana. Sono davvero pesanti queste parole, se prese singolarmente. È l’appello a lasciar perdere, perché non c’è più nulla da fare. Eluana non uscirà mai dal coma, Eluana è ormai morta. Non c’è più bisogno di disturbare il maestro… Chi è oggi il maestro? Potrebbe essere l’istituto di suore che si prendono cura della ragazza, al quale bisogna togliere questo compito, oppure l’opinione pubblica che non è il caso di opprimere oltre con problemi di natura etica e morale. Oppure potrebbe ancora essere Gesù che insegna nella sinagoga, che predica dai pulpiti. Dio non va disturbato oltre… Perché Dio qui non c’entra nulla. A Dio si devono rivolgere solo quelli che ne hanno davvero bisogno, ma nel caso di Eluana, Lui non ci deve entrare, perché non è Lui, che è il Creatore del mondo e datore di vita, a dover decidere se lei deve vivere o morire.
“Gesù che aveva udito rispose: «Non temere, soltanto abbi fede e sarà salvata»”. Eppure Gesù sente, Gesù parla, Gesù interviene, rivolgendosi allo stesso Giairo e invitandolo a non temere e ad avere fede. “Soltanto abbi fede”! Quante volte Gesù lo ripete nel Vangelo, che è la fede a salvare. In questo brano biblico lo ha detto anche all’emorroissa che pochi minuti prima gli aveva toccato il mantello, guarendo immediatamente dalla sua infermità. Che cosa non dobbiamo temere? Perché Gesù rivolge questo invito davanti a un fatto ineluttabile come la morte? Perché sa che Lui vincerà la morte, un evento che non può essere in alcun modo modificato dall’uomo, ma sul quale Dio ha potere. Perché allora non credere che Colui che ha vinto la morte vera e definitiva della croce, può vincere anche la morte apparente del coma? Perché abbiamo paura di lasciar vivere una donna che sembra morta?
“«Non piangete, perché non è morta, ma dorme»”. Queste sono parole che rivolgerà anche alle donne di Gerusalemme che piangevano su di Lui, durante la salita al Calvario. Gesù non vuole che si pianga, ma che si abbia fede. E poi, la fanciulla non è morta, ma dorme. Un’affermazione questa che noi dobbiamo fare nostra oggi. Eluana non è morta, ma sta dormendo. Considerarla già morta perché in coma irreversibile, rende forse più facile staccare il sondino, ma il punto è che lei non è morta, dorme!
“Essi lo deridevano, sapendo che era morta”. Ecco la derisione per chi osa affermare il contrario di quanto tutti pensano o credono di sapere. Certo la fama di Gesù lo precedeva, eppure questo non impedisce alla gente di deriderlo, come in seguito faranno anche i soldati e i capi sotto la croce. Perché? Sembrava così assurdo quello che diceva? Eppure in più di un’occasione aveva dimostrato di essere in grado di guarire.
Ma la ragione è dalla sua parte: “Fanciulla alzati!”. Il Vangelo prosegue dicendo che il suo spirito tornò in lei, dunque in un corpo che aveva già effettivamente abbandonato. Nel caso di Eluana, invece, il suo spirito è ancora in lei e non ha di certo lasciato il suo corpo. Così, se Gesù ha richiamato indietro un spirito già libero dal corpo, perché non dovrebbe prendersi cura di uno spirito che nel corpo abita ancora?
“I genitori ne furono sbalorditi”. Ecco cosa manca oggi, la capacità di stupirsi davvero per le grandi opere che il Signore compie in noi.
Eluana non è morta, ma dorme e noi non dobbiamo temere, ma solo… avere fede e sarà salvata!

Ambiente. CON LA GOLETTA VERDE SAI SEMPRE DOVE IL MARE E’ PULITO?

ASSOCIAZIONE DI CULTURA POLITICA
“IMPRONTE”

CON LA GOLETTA VERDE SAI SEMPRE DOVE IL MARE E’ PULITO?


Arriva anche a Giulianova La Goletta Verde, il laboratorio galleggiante di Legambiente.
Si tratta di un’iniziativa utile dal punto di vista divulgativo ed informativo, che mette a nudo il vero punto debole del nostro sistema che è quello degli scarsi controlli “istituzionali” sullo stato dell’ambiente marino, controlli che dovrebbero essere effettuati da enti e strutture la cui organizzazione grava finanziariamente sulle tasche dei contribuenti: su tutti ricordiamo l’Icram e l’Apat che dipendono dal Ministero dell’Ambiente.

Ciò premesso, un serio contributo alla crescita della cultura ambientalista non può prescindere da una riflessione sull’attendibilità scientifica delle “pagelle” che Goletta Verde assegna ogni anno ai numerosi Comuni sparsi lungo gli 8.000 km di costa del Belpaese. “Con Vodafone e Goletta Verde sai sempre dove il mare è pulito”, recita lo slogan di Legambiente. Ma è proprio così?

Secondo lo scrittore e studioso Marco Cedolin i controlli della Goletta Verde “sono esclusivamente di tipo microbiologico e non prendono in considerazione l’inquinamento di tipo chimico. Quelle stesse acque definite “perfettamente pulite”, in quanto prive di agenti patogeni nel momento dell’analisi, potrebbero pertanto rivelarsi inquinate anche pesantemente da sostante chimiche e metalli pesanti”.

Piuttosto scettico sul rigore scientifico dell’approccio di Goletta Verde è anche Giuseppe Cognetti, Professore Ordinario di Biologia Marina all'Università di Pisa e tra i più qualificati scienziati del mare a livello internazionale, che sottolinea la sporadicità e la non sistematicità con cui Goletta Verde effettua le analisi di tipo microbiologico previste dal Dpr 470/82, a cui Legambiente aggiunge la misurazione degli “escherichia coli”. Il Prof. Cognetti sostiene che “in una zona di mare si può riscontrare una certa presenza batterica che 10-15 giorni dopo è totalmente diversa; questo perché lo scarico inquinante potrebbe essere più o meno intenso, oppure potrebbe esserci stata una dispersione maggiore o minore, o un fiume invece che essere in secca potrebbe essere in piena, con un apporto maggiore di batteri. Inoltre, se c' è stato un afflusso di turisti in una determinata zona, questa avrà un maggiore carico batterico. I batteri, peraltro, hanno una permanenza molto breve e dopo 24-48 ore vengono distrutti dal potere antibiotico delle acque marine. Infine, tutta una serie di situazioni può variare anche per molti altri fattori quali la temperatura, la turbolenza delle acque, l'ossigenazione. E nemmeno ha senso misurare saltuariamente i metalli pesanti perché in mare anche questi sono soggetti a movimento e a cambiamenti”.

In sintesi, le mappe e le “vele” che Goletta Verde fornisce in relazione alla salute del nostro mare hanno valore indicativo ma non strettamente scientifico.
Nel corso della campagna 2007 furono campionati 443 punti, l’87,6% dei quali risultò “perfettamente pulito”. Ciò sembrerebbe voler dire che il nostro mare scoppia di salute. E’ proprio così?

Non è così. Solamente un serio piano di monitoraggi scientifici sistematici e non sporadici, che prendano in considerazione anche l’inquinamento microbiologico oltre a quello chimico, sarebbe in grado di fotografare la reale situazione di salute del nostro mare, che con tutta probabilità si rivelerebbe peggiore di quella che ci viene restituita da Goletta Verde.


UN CONFLITTO D’INTERESSI NON SI NEGA A NESSUNO
Anche quest’anno la campagna Goletta Verde sarà realizzata in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e con il contributo di uno dei principali produttori nazionali di elettrosmog, Vodafone Italia.
Legambiente definisce attività come questa “accessoria” e la collega a protocolli d'intesa per attività comuni: secondo dati resi pubblici dalla stessa Legambiente, queste “attività accessorie” nel 2006 hanno portato nelle casse dell’Associazione più di 2.000.000 di euro da un gruppo d'aziende tra cui, oltre a Vodafone, figurano Tim, Enel, Conai e Ferrovie dello Stato.
Con Ferrovie dello Stato, ad esempio, Legambiente ha messo in piedi l’iniziativa Treno Verde che nel 2007 ha avuto come sponsor ufficiale la Sorgenia, molto contestata per via della centrale Turbogas di Modugno dove ecologisti e comitati si chiedono ancora oggi perché mai Legambiente si sia fatta sponsorizzare da Sorgenia.
Sarà forse un caso ma Legambiente è socia al 10% della società Eligent che controlla Sorgenia e che ha già ottenuto le autorizzazioni per la costruzione di 2 nuove centrali turbogas ad Aprilia e nei pressi di Lodi.

CHE PROBLEMA C’È? IN UN PAESE COME L’ITALIA UN CONFLITTO DI INTERESSI NON SI NEGA A NESSUNO. NEPPURE A LEGAMBIENTE.

Mostre. Amedeo Modigliani a Giulianova, dal 2 al 24 agosto 2008, a cura dell'Associazione Culturale Piazza Dante







Programma degli eventi in occasione della mostra su Modigliani dal 2 al 24 agosto 2008, ingresso libero, Piazza Dante Alighieri, 2 - 64021 Giulianova alta, centro storico

http://www.piazzadante.net/ e http://www.piazzadante.blogspot.com/


Sabato 02 agosto 2008
Ore 21,30 Proiezione del cortometraggio “Trà Montmartre e Montparnasse” di C. Parisot
Ore 22,00 Saluto delle autorità e apertura mostra delle opere di Amedeo Modigliani
Ore 22,30 Opera musicale DEDO omaggio ad Amedeo Modigliani
Delilah Guttman (piano) Gianluca Reggiani (voce recitante) Laura Catrami (soprano). Il Concerto “Dedo” è la presentazione in musica dell’opera musicale di Delilah Gutman “Dedo”: all’esecuzione di temi tratti dall’opera e dal repertorio pianistico e vocale di Erik Satie – Laura Catrani, soprano, e Delilah Gutman al pianoforte - si alterneranno e si sovrapporranno testi poetici tratti dal libretto dell’opera e recitati da Gianluca Reggiani. Il libretto, scritto da Salvatore Ritrovato ed elaborato con la partecipazione di Delilah Gutman, racconta con la Parola e la Musica, della Poesia, della Bellezza e dell’Amore nella Vita e nell’Opera del grande Maestro Amedeo Modigliani. Per Informazioni su Delilah Gutman: http://www.gutman.it/. Il Concerto “Dedo” è la parte spirituale del progetto che la Galleria Rosini ha dedicato ad Amedeo Modigliani raccogliendo da sempre i suoi capolavori al fine di scandire le tappe più significative della vita del grandissimo Maestro con le sue opere. Circa 10 fra disegni tecniche miste e sculture saranno esposte per l’occasione. Questi capolavori di Modigliani, vengono esposti dal 1999 in Gallerie e Musei con il nome di “Collezione Rosini ”. Negli ultimi 3 anni la “ Collezione Rosini ha partecipato alle mostre di Modigliani della Biennale di Venezia, poi trasferita a Cagliari, Domodossola e Roma.


Domenica 03 agosto 2008
Ore 21,30 Cinema sotto le stelle
Proiezione del film “I colori dell’anima” ispirato alla vita di Amedeo Modigliani
Con Andy Garcia e Elsa Zylberstein

Martedì 05 agosto 2008
Ore 21,30 Evento dedicato ad Anna Magnani nel centenario della sua nascita
Proiezione dei film più importanti della sua carriera
L’evento continuerà anche nei seguenti giorni: 17/19/21/26 Agosto
VERSI VERSO IL MARE – Rassegna di poesia con autori teramani
a cura del circolo culturale “Il Nome della Rosa”di Giulianova Alta

Venerdì 22 agosto 2008
ore 21.30 Nuvole e spume” Presentazione di: Francesco dott. Camerino (Prefetto di Teramo)
“Il sapore dell’estasi” presentazione di Carina Spurio
Serata condotta da Azzurra Marcozzi
Lettura di poesie a cura di Anita Di Marcoberardino

Sabato 23 agosto 2008
Ore 21.30 “In punta di piedi” Presentazione di Eugenia Di Giovanni
Libro Italiano World Presentazione di Gabriella Falanga
Serata condotta da Simone Gambacorta.
Lettura di poesie a cura di Anita Di Marcoberardino
CONCERTO di Lorenzo Piccioni ”La chitarra senza frontiere”

Domenica 24 agosto 2008
Ore 21.30 “Treno in corsa. Treno in sosta” Presentazione di Giuliana Sanvitale
“Grandangolo” Presentazione di Nicola Catenaro
Serata condotta da Simone Gambacorta
Lettura di poesie a cura di Anita Di Marcoberardino e
CONCERTO JAZZ “Fabrizio Mandolini e Walter De Federicis duo” (sax e chitarra)


AMEDEO MODIGLIANI
Christian Parisot


Tra Segno e Nota Armonica


Amedeo Modigliani: tra Italia e Francia, una vita illuminata dall‘Arte e dalla Musica.

L’artista livornese è nato nel 1884, ed ha trascorso in Italia i primi venti anni della sua vita, viaggiando e studiando tra Livorno, Firenze, Roma e Venezia.
La prima esperienza è rivolta all’apprendimento tecnico della pittura Macchiaiola, nello studio di Guglielmo Micheli, a Livorno, e poi a Firenze dal maestro Giovanni Fattori.
Le sue iscrizioni alla Scuola di Belle Arti, di Firenze e successivamente a Venezia, sono momenti della sua carriera d’Artista da considerarsi come di ripensamento a proposito della lunga esperienza dell’Arte del Trecento e del Rinascimento.
La forma in tre dimensioni, con la sua passione per la scultura, rimane il segno più incisivo e duraturo di tutta la sua esperienza.
Da Venezia, dopo aver visitato i musei romani, il giovane artista compie il viaggio “iniziatico” verso la Francia nel 1906. Dopo le letture incessanti, e le testimonianze della Avanguardie riprodotte su tutte le riviste d’Arte, a proposito dell’evoluzione del linguaggio artistico nella capitale francese, era evidente che questo percorso fosse quello più rischioso, ma anche il più interessante per un Artista desideroso di mettersi in evidenza. Non esistevano nel linguaggio espressivo, o pittorico confini, o difficoltà linguistiche, il concetto era universale, adatto ai giovani che comunicano con spontaneità la loro forma d’Arte.

A Parigi, Amedeo Modigliani vive intensamente, senza lasciare nulla al caso, le amicizie sono quelle del quartiere di Montmartre e poi Montparnasse, dove la dinamica degli incontri ha la stessa velocità del gesto dell’artista nel ritrarre i suoi modelli.

La passione cancella ogni difficoltà. Picasso, Derain, Max Jacob, Jean Cocteau, Severini e Brancusi aprano gli orizzonti ad un concetto europeo della cultura, e Modigliani ne assume in gran parte la responsabilità, quella tutta italiana, di confrontarsi liberamente e spontaneamente con il mondo artistico.
Il mondo creativo della nuova Scuola di Parigi illumina di gloria la capitale, ma è formato da Atisti venuti da tutte le Capitali d’Europa.
L’apertura alla comprensione per la nuova forma d’Arte si dimostra senza frontiere sin dai suoi fondatori.

Modigliani è il “Nuovo Pilota” della Scuola Italiana, che vive tra le due culture, mettendo in evidenza nella sua pittura il ritratto, interpretato in maniera personale, leggibile, ma moderno, innovatore e rivolto a tutti coloro che “partecipano ” alla realizzazione del suo sogno: unire l’esperienza del Rinascimento italiano, con l’innovazione del cubismo, dell’avanguardia pittorica francese.

In questo senso il mito dell’artista italiano s’incarna, si fa “Modello Universale” in quello francese, proprio come se Modigliani avesse voluto riunire le due esperienze in una sola realizzazione pittorica, dalla tradizione toscana del modello ritratto a quella parigina della scomposizione delle forme.

Un mito artistico senza frontiere, un segno leggibile senza sillabario, un linguaggio universale che fa riconoscere la sua immagine ancor prima del suo nome.

Le testimonianze si incrociano, si susseguono e si intersecano, in un gioco di rimandi, di note musicali appena accennate, come per ricordare le lezioni di piano impartite dalla madre Eugenia Garsin a Livorno.
Amedeo ripercorre il sentiero della musica come un giovane ragazzo alla scoperta della nuova melodia.
Delilah Gutman rimuove questo sogno e lo fa rivivere oggi, ricordando il perduto amore: il vecchio pianoforte di casa Modigliani.

Le note di Eric Satie ci riportano alla musica d’Avanguardia, ma le sue elaborazioni, le sue interpretazioni, pongono l’ascolto del pubblico ad un sogno che «prende forma» dedicando a Modigliani un suo concerto, una sua composizione ancora più d’Avanguardia, come un movimento di umori che percorrono il secolo e lo rinnovano ad ogni nota, ad ogni silenzio musicale tradotto su un disegno.
Il padre di Eric Satie era stato nel secolo passato, un giovane stampatore, un’ editore di libretti musicali. E proprio su uno di questi, Amedeo trascrive le sue sensazioni estetiche, grafiche e liriche.
Un libretto d’opera grafica.
E’ a questo mondo di memorie che si ispira il Libretto Musicale che Salvatore Ritrovato ha scritto ed elaborato con Delilah Gutman per l'Opera Musicale "Dedo" della stessa Delilah Gutman.
Un condensato di immagini e di mani che si sovrappongono, Jean Cocteau con Modigliani, Max Jacob con i suoi segni cabbalistici e esoterici…una risonanza di segni e di suoni che ci riportano e ci fanno rivivere con Delilah Gutman quell’atmosfera, quella veglia di gioia.
Una Gioia Eterna, vissuta nella Poesia e nell'Arte e tramandataci dall'Amore indissolubile di Jeanne e Amedeo.

Lunia ricorda d'aver incontrato per la prima volta nel mese di giugno del 1916 l'artista italiano grazie al suo amico polacco Zborowski.
L'occasione si presenta poco tempo dopo a Zborowski di creare tra i due un legame d’amicizia e di lavoro, e in modo particolare quando alla rue Huyghens vengono esposte le opere degli amici in una manifestazione collettiva dal titolo “ Les soirées de Paris ”.
Tra i partecipanti ci saranno tutti gli artisti della sua futura Galleria.
Nel tardo pomeriggio dello stesso giorno si incontreranno per la seconda volta alla terrasse della Rotonde….., e da quel momento non si separeranno più…, Modigliani al bistrot fece subito un ritratto della giovane Lunia, schizzando in pochi tratti un volto somigliante, e lo dono’ con un gesto signorile, continuando poi in studio una serie di opere in vari atteggiamenti.

Ricorda Lunia - Senza badare a nulla, un'invito cordiale in studio a posare per lui, incurante di chi mi accompagnava – ma intervenne Zborowski per rimettere un po' d'ordine, e invitare Modigliani alla serata con mio marito ... ma lui rifiuto' e insistette per fare il mio ritratto.

Il giorno dopo, per evitare ogni forma di gelosia, Lunia ando' da Zborowski, in un piccolo Hôtel del Boulevard de Port-Royal, dove il pittore dipinse in una stanza d’albergo il primo ritratto della giovane con un vestito nero (attualmente al Museo di Grenoble).

Hanka Zborowska, la moglie del futuro gallerista e Lunia ebbero modo di vivere molte “ storie in comune ” con tutti gli artisti.
Risiedevano al 3 della rue Joseph Bara a Montparnasse, dove entrambe vivevano dal 1917 ; anno in cui il marito di Lunia era partito al fronte e lei si era installata in casa degli Zborowski.
Tutto e tutti nel medesimo immobile, grazie all’intervento di Moïse Kisling, che si era reso garante nei confronti del suo stesso proprietario.
Il catalogo “Musicale ” di una delle « Soirées de Paris », dedicata alla musica e alla poesia, dimostra, se ce ne fosse bisogno, del legame sentimentale di Modigliani verso i suoi amici Artisti.
Un carnet dedicato, disegnato : « Mod à la musique », dimostra ancora di più questo legame affettivo, dinamico e creativo tra tutti loro.

Il ritorno di Modigliani in Italia dopo un secolo.

La nascita del centro a Roma è stata voluta da Jeanne Modigliani concretamente sin dal 1983, e lo espresse sinceramente come desiderio da realizzare, all’allora assessore Renato Nicolini, per concretizzare un sogno comune : ritrovare tutte le tracce dell’artista e riunirle per la conoscenza delle future generazioni.

Jeanne Modigliani prima, Victor suo marito sino al 1993, e la figlia Laure nella sua recente visita a Roma nel mese di novembre 2006, hanno sostenuto questa iniziativa .
Avendo comunemente manifestato, con gli attuali coordinatori, l’intenzione di dare a questa nuova sede del “Modigliani Institut” la vocazione ad aiutare i giovani creatori, devolvendo parte dei benefici, affinché potessero presentare le loro creazioni degnamente al pubblico.

Avendo iniziato l’attività a Roma, con la prima pubblicazione bibliografica : “Modigliani, la vita e le opere” , ed altre manifestazioni editoriali, come il Catalogue Raisonné Amedeo Modigliani Tome III, l’apertura di questa sede ha come scopo principale di informare il pubblico italiano, e internazionale sulle ricerche attualmente in corso, come le verifiche e le analisi chimiche sui pigmenti, i ritrovamenti delle opere su carta, e la presentazione di tutti i nuovi ritrovamenti dei documenti degli Archivi Legali Amedeo Modigliani per essere diffusi e pubblicati periodicamente.

A Palazzo Taverna si è aperto nel mese di giugno lo spazio dedicato al Modigliani Institut Archives Lègales.

Oltre seicento metri quadri nel centro di Roma, in un quadro architettonico seicentesco, con saloni affrescati e restaurati dalla Soprintendenza, sotto la direzione di Claudio Strinati, saranno aperti al pubblico dei ricercatori e storici dell’arte.

Le sale saranno corredate da opere, documenti rari e fotografie d’epoca, con l’aiuto dei computers messi a disposizione saranno possibili le consultazioni della totalità documenti fotografici e manoscritti.

Un percorso dettagliato e completo sulla vita e le opere di Modigliani, dei suoi amici italiani, ma soprattutto di quelli incontrati a Parigi e vissuti in gran parte come avvenimenti inscindibili dal suo metodo di produzione artistica spontaneo e creativo.

Una sede per scoprire e consultare tutti i documenti, le pubblicazioni e le riproduzioni delle opere.

Un percorso “iconologico” e artistico tra l’Italia e la Francia, dove per tappe sono ricostruiti tutti i passaggi della vita, dell’opera del pittore livornese comparate a quella dei suoi amici italiani e della Scuola di Parigi.

Attualmente la mostra “Modigliani e la spiritualità africana” pone l’accento sulla storia delle avanguardie cubiste, paragonate alle esperienze delle arti primitive.
Un metodo di paragone senza precedenti, una presentazione apparentemente caotica: 60 sculture d’arte negra si confrontano con le sculture e i disegni di Modigliani.

Il catalogo edito da Carte Segrete, illustrato e riccamente commentato ci riporta negli studi dell’epoca, ci introduce nelle conversazioni e nelle lettere, con le cartoline illustrate dell’epoca: una storia vera, raccontata per immagini.

Dopo la prima mostra in Russia, a Mosca, al Puskin Museum, conclusasi pochi mesi or sono, con un’affluenza record di pubblico, la nuova ed ultima edizione del volume dedicato ad Amedeo Modigliani in francese e in lingua russa, edito da ELR a Losone in Svizzera, testimonia e segna l’entusiasmo dei visitatori e degli estimatori per l’opera di Modigliani anche nei paesi dove per molti anni nessuno poteva accedere ad una cultura “ diversa”. Ed oggi la dimostrazione più sentita è quella dei giovani che dedicano un concerto alla vita e all’opera di Amedeo Modigliani, di un italiano vissuto in Europa sin dai primi anni del secolo.

Christian Parisot





























Teatro. Montone Tra Il Sole e La Luna 2008

PROGRAMMA FESTIVAL“TRA IL SOLE E LA LUNA” MONTONE Dal 3 al 6 agosto. Per maggiori info visitate il sitohttp://www.montonefestival.ithttp://www.lettera32.infoSegnaliamo, tra le altre iniziative il concerto degli amici del “Tragic quartet” Martedì 5 agosto alle ore 21,15.http://www.ilnomedellarosa.com/schedanews.php?id=123

Eventi. Teatro a Giulianova il 5 agosto

L’Associazione Teatro Laboratorio/compagnia Proskenion

Martedì 5 agosto 2008 - h 21,30

presenta

presso “La casa al mare” dell’Istituto Castorani
Viale Orsini 194 – Giulianova (Te)

Spettacolo teatrale per bambini (e grandi bambini)

“Fiab…erranti”




Ingresso Libero

Per info

Email: Margherita@proskenion.org
Cell. 340.6072621

Giovani. Riunione del Forum Giovanile di Giulianova

LA RIUNIONE DEL DIRETTIVO MERCOLEDI' 6 AGOSTO ORE 21:00
ORDINE DEL GIORNO:
1) MANIFESTAZIONE DA TENERSI AL PORTO DI GIULIANOVA
2) BILANCIO MANIFESTAZIONE "ZUMMA ZUMMA & CLIKKA"
3) POSIZIONE NEL DIRETTIVO DI MATTEO MONTANARI E LUIGI BIONDI
4) ELEZIONI DI OTTOBRE
5) VARI ED EVENTUALI
TUTTI SONO INVITATI A PARTECIPARE
Per info 0858006006 ? 3402670874

Politica. Manifesto Politico Lista Civica "Cittadini di Giulianova "

Manifesto Politico Lista Civica "Cittadini di Giulianova "
Giulianova 01-08-2008 - Lista Civica a Sovranita' Popolare dagli Amici di Beppe Grillo di Giulianova "Cittadini, il sistema democratico del nostro Paese e' stato messo in crisi dal clientelismo, dalla corruzione e dal malaffare che gli attuali partiti hanno adottato a sistema di governo.
La sovranita', che in base all'art. 1 della Costituzione, appartiene al popolo, e' di fatto riservata alle segreterie di partito che la esercitano in base ad interessi personali o di gruppo e per il rafforzamento delle lobbies che li finanziano.Per restituire la sovranita' al popolo questa Lista Civica ha come suoiPrincipali obiettivi http://www.listeciviche.org/mediawiki/index.php?title=Principi_Fondanti . Restituire ai Cittadini il diritto di partecipare direttamente alla estensione delle leggi attraverso l'introduzione nello Statuto del Comune del Referendum Legislativo e Propositivo e non solo consultivo affinche' l'ultima parola nella formazione delle leggi spetti al Popolo.. Dare forza al voto dei Cittadini eliminando il Quorum da qualsiasi tipo di referendum.. Restituire dignita' e valore al principio della rappresentanza rimuovendo dallo statuto del Comune l'esenzione dal vincolo del mandato, affinché il Delegato (Consigliere) risponda del suo operato nei confronti di chi lo ha eletto.. Introdurre l'elezione diretta da parte dei Cittadini del Difensore Civico perche' e' assurdo ed illegittimo che il controllato (Consiglio Comunale) nomini il suo controllore..Adozione del bilancio partecipato deliberativo (non consultivo)
Requisiti dei CandidatiCiascun candidato. Al momento della candidatura e nel corso dell'intero mandato, non dovra' essere iscritto ad alcun partito o movimento politico da almeno due anni;. Non dovra' essere in "Conflitto di Interessi" ne' aver riportato condanne in sede penale, anche non definitive, ne' avere procedimenti penali in corso;. Dovra' impegnarsi a rimettere la delega ricevuta in caso di disaccordo con la volonta' popolare espressa dalla Lista o in caso di sopravvenute cause di inelegibilita'.I Cittadini che aderiscono alla Lista hanno il diritto all'autocandidatura ed alla delega con scelta diretta dei candidati attraverso consultazioni ed elezioni dirette, alla determinazione degli indirizzi programmatici ed alla loro verifica, alla revoca di tutti i mandati, all'accesso a tutte le informazioni, documenti, e processi decisionali.Programma amministrativoSi invitano tutti i Cittadini personalmente a partecipare alla definizione del Primo Programma Amministrativo Condiviso che sara' presentato prima della presentazione ufficiale della lista e dei candidati alle prossime Elezioni Comunali.Restituiamo dignita' alle Nostre Istituzioni a partire dal Comune di Giulianova.


Lista Civica "Cittadini di Giulianova"

Eventi. La notte bianca a Silvi Marina, 2 agosto

L’evento notturno: la Città de “La Canzone del Sole”
Una notte di magia a Silvi Marina, Sabato 2 Agosto

SILVI (TE), 1 Agosto ’08 - Silvi si prepara a una notte fantasmagorica, quella tra Sabato 2 e Domenica 3 Agosto, con circa 40 gruppi musicali coinvolti, attrazioni di tutti i tipi e per tutte le età, tra cinema, teatro, karaoke, gruppi musicali e di ballo, letteratura, spettacoli intineranti di giocolieri. E' la notte bianca, presentata ieri, Giovedì 31 Luglio, in conferenza stampa nella sala blu del palazzo regionale, dal Sindaco di Silvi Gaetano Vallescura, dall'assessore alla cultura della provincia di Teramo Rosanna Di Liberatore, e da Giancarlo Cianflone, direttore della Fiere Service.
Nove i settori in cui saranno suddivise le varie aree di Silvi. Ogni quartiere sarà identificato con bandiere di diverso colore e al suo interno sono attesi spettacoli vari. Tra questi non va trascurato il concerto di Eugenio Finardi, alle 21,30 a Piazza dei Pini, né la performance dei King & Real Blues Alley Band al Bar Gelateria Atene di Via Garibaldi, o alle ore 23,00 in Piazza Marconi il gruppo Uscita Nord. Tutti sistemati sotto le stelle, per una riuscita assicurata.
«La Provincia – ha spiegato Di Liberatore – organizza una serie di eventi per ogni comune, anche di un certo livello culturale. A Silvi è toccato il concerto di Eugenio Finardi e, attorno a questo evento, l'amministrazione comunale ha costruito questa Notte Bianca dal programma veramente molto ricco.»
«Organizzare questa notte bianca – ha chiarito Cianflone – è stato possibile grazie al supporto degli operatori economici di Silvi che hanno contribuito. La conformazione geografica di Silvi rende difficile organizzare questo tipo di eventi, manca un vero centro, così abbiamo deciso di dividere la città in settori, indicati con il nome delle piazze.»
«Dobbiamo ringraziare Cianflone – ha detto il sindaco Vallescura – senza il cui impegno questa notte non sarebbe stata possibile. Faccio un appello ai concittadini di sopportare con pazienza qualche disagio, che la manifestazione inevitabilmente comporterà. Per la prima volta, ad esempio, il lungomare sarà completamente sgombro dalle automobili. A mezzanotte in punto, poi, il momento emozionalmente più significativo, con tutte le orchestre in ogni punto della città che eseguiranno la "Canzone del Sole" di Mogol, quale tributo al maestro che, proprio dalla bella cittadina balneare, ha tratto ispirazione per i versi della sua canzone.
«Un primo passo – ha aggiunto il Sindaco di Silvi – verso il conferimento della cittadinanza onoraria al "paroliere" umbro, che riporteremo a Silvi per il 21 o il 22 di Agosto". Non mancherà un'angolo culturale, a cura della casa editrice Solfanelli, che ospiterà i migliori scrittori abruzzesi con in testa la giallista Angela Capobianchi. Da evidenziare, inoltre, la partecipazione della Fiaf, Federazione italiana associazioni fotografiche, rappresentata da Bruno Colalongo e Gianni Iovacchini. I migliori fotografi abruzzesi saranno dunque ospiti della serata.
Paolo De Carolis3471649984

Ambiente. un tuffo nella legalità : arriva la Goletta Verde


Sabato 2 Agosto alle ore 20 la Goletta Verde attraccheràal porto di Giulianova. La Goletta rappresenta la storica campagna diLegambiente che da 22 anni si fa paladina del mare e dellecoste italiane. Per due mesi, ogni estate, le imbarcazioniambientaliste effettuato il periplo della nostra penisolaavvistando abusi e illeciti, ma anche promuovendo lebellezze del mare nostrum.Due equipe di biologi di Legambiente puntellano tutta lacosta via terra, prelevando oltre 500 campioni di acquamarina e facendo analisi nei laboratori mobili attrezzatiper informare sullo stato di salute del mare. Saranno 3 giorni dedicati ai temi cari agli ambientalistidella Goletta :Monitoraggio scientifico, informazione, lotta alleillegalità di ogni genere, promozione del turismosostenibile e delle Aree marine protette.Il Presidente Francesca Morgante ha chiarito gli intenti diquesto evento:" Stimoleremo cittadini ed istituzioni al rispettodell'ambiente marino enon solo. La Goletta rappresenta un forte richiamo turisticoma non dimentichiamo che i temi ambientali sono una cosa seria."Francesca MorganteCircolo Legambiente Giulianovahttp://www.legambientegiulianova.it/

Ambiente. Al via “Ambiente in festa!” a Giulianova!

COMUNICATO STAMPA DEL 1° AGOSTO 2008

Domani al via “Ambiente in festa!” a Giulianova!

Domani, sabato 2 agosto, prende il via la manifestazione “Ambiente in festa!” a Giulianova Lido presso il Nautico (A.N.M.I.) lungomare Spalato n. 2.
La manifestazione, organizzata dal Centro di Educazione Ambientale di Giulianova e dalla Sezione provinciale di Teramo del WWF, gode del patrocinio del Comune di Giulianova, della Provincia di Teramo e di AGENA, l’Agenzia per l’Energia e l’Ambiente della provincia di Teramo, oltre alla collaborazione della Coop. Citygas.

Il programma di domani prevede dalle ore 17, giochi ed attività di educazione ambientale per bambine/i.
Prosegue poi alle 18, con una tavola rotonda: “Le aree protette della costa teramana: le volontà locali in rete” che affronterà il tema delle riserve e dei parchi costieri e marini della nostra provincia che si avviano a costituire una vera e propria rete per la conservazione e la promozione di questi tratti di costa ancora integri.
Alle ore 21 è poi prevista la proiezione del film “I Simpson”, mentre la prima giornata della manifestazione si concluderà con un concerto della Rockjuice band dalle ore 22:30.

Per il giorno successivo, domenica 3 agosto, alle ore 9 è prevista una passeggiata alla foce del Tordino per conoscere la bellezza ed i problemi di questo fiume ricompreso nella Riserva naturale regionale del Borsacchio.
Alle 17 riprenderanno i giochi e le attività di educazione ambientale per bambine/i, mentre alle 18:30 è prevista la biciclettata “Giuliaciclo!” lungo le vie della città.
Alle ore 21:30 gran chiusura con lo spettacolo teatrale dialettale “Nù guàje nìre” a cura dell’Associazione culturale “Il Carrozzone”.

Durante tutta la durata della manifestazione saranno aperti stand informativi su le principali tematiche ambientali.

Religione. Aggiornato il sito della giuliese Annarita Petrino: www.mooncity.it

Aggiornato il sito www.mooncity.it per questo mese di agosto tutto mariano.Non posso non inoltrarvi questo stupendo messaggio di preparazione al compleanno della Madonna:Oggetto: [Innamorati di Maria] Cosa offrirle il 5 agosto per il suo compleanno?


2 - 3 - 4 agosto 2008

Cari amici, con grande gioia ci prepariamo al compleanno della nostra cara Madre Regina della Pace. Lei stessa ci ha rivelato che la data esatta della sua nascita è il 5 Agosto e quest'anno celebriamo il 2024° anno. Certo siamo chiamati, insieme a tutta la Chiesa, a festeggiare liturgicamente la natività di Maria ogni 8 settembre, ma in modo affettuoso vogliamo approfittare di questo dono che la Regina della Pace ci ha fatto nell'indicarci la data esatta del suo compleanno.
"Il cinque agosto prossimo si celebri il secondo millennio della mia nascita. Per quel giorno Dio mi permette di donarvi grazie particolari e di dare al mondo una speciale benedizione. Vi chiedo di prepararvi intensamente con tre giorni da dedicare esclusivamente a me. In quei giorni non lavorate. Prendete la vostra corona del rosario e pregate. Digiunate a pane e acqua. Nel corso di tutti questi secoli mi sono dedicata completamente a voi: è troppo se adesso vi chiedo di dedicare almeno tre giorni a me?" (Messaggio del 1° agosto 1984)Pensate, nel 1984, tre giorni prima della celebrazione del 2000° compleanno della Mamma Celeste, a Medjugorje ci furono tre giorni di digiuno e preghiere continue! Le confessioni furono ascoltate ininterrottamente da ben settanta sacerdoti, e un gran numero di persone si convertì.I veggenti dissero che la Mamma Celeste appariva piena di gioia, ripetendo: "Sono molto felice! Continuate, continuate. Continuate a pregare e a digiunare. Continuate a farmi felice ogni giorno". "I sacerdoti che ascolteranno le confessioni, avranno una grande gioia quel giorno." E infatti in seguito molti sacerdoti confideranno con entusiasmo che mai nella loro vita avevano provato così tanta gioia nel cuore!Anche noi, possiamo fare un regalo alla Regina della Pace per quest'anno. Più volte ci ha indicato come prepararci alle festività: con la confessione, anche se ci si è confessati recentemente (inoltre oggi e domani è possibile ottenere il Perdono di Assisi), con la Messa quotidiana, con la preghiera ed il digiuno. Allora almeno in questi tre giorni ognuno di noi ne approfitti per rinnovare la propria risposta, in modo che il 5 agosto Lei possa davvero dirci "grazie per aver risposto alla mia chiamata" e affinché in quel giorno possiamo offrire noi stessi come un regalo di compleanno. Se non ci è possibile digiunare offriamo delle rinunce: alcol, sigarette, caffè, dolciumi.. sicuramente le occasioni per offrire qualcosa non ci mancheranno, no?

E la cosa più bella sarebbe se il 5 agosto di quest'anno, ad ognuno di noi Lei dicesse ciò che disse nel 1984:

"Figli cari! Oggi sono felice, tanto felice!
Non ho mai pianto di dolore nella mia vita
come questa sera piango di gioia!
Grazie!"
( Messaggio del 5 agosto 1984 )

.
Annarita Petrinowww.mooncity.it

Musei. Sottoscritto il protocollo d'intesa per il museo della resistenza


Sottoscritto il protocollo d’intesa per il Museo della Resistenza

È stato sottoscritto ufficialmente questa mattina, nella sede della Provincia, il protocollo d’intesa per la nascita del Museo storico della Resistenza teramana, progetto presentato alcune settimane di cui la Provincia di Teramo è capofila.

Con la firma del documento, Provincia, Comune di Torricella Sicura e Fondazione Pasquale Celommi Onlus si sono impegnati a portare avanti tutte le iniziative necessarie a realizzare ed allestire il museo all'interno della Villa Capuani-Celommi (in quella che fu la residenza di Mario Capuani, eroe della Resistenza partigiana) a Torricella Sicura.

Alla firma (nella foto) erano presenti il Presidente Ernino D'Agostino, il presidente del Consiglio Ugo Nori, il sindaco di Torricella Sicura Mario Di Carlo e il presidente della Fondazione Celommi, Giuseppe Pio.

La gestione del museo sarà strettamente legata all'attività della Fondazione Celommi, che opererà anche per assicurare la nascita e la funzionalità di un museo di arte e di storia all'interno di Villa Capuani.

Il Presidente D’Agostino ha confermato che l’ente ha impegnato una parte dell’avanzo di amministrazione (circa 60 mila euro) per il restauro dei due monumenti dedicati alla Resistenza teramana situati nelle località Ceppo e Pietralta.

Eventi. Conferenza Stampa della Consorform a Giulianova




INVITO CONFERENZA STAMPA
Martedì 5 agosto 2008
Ore 11,00
Sala Consiliare
Comune di Giulianova
Il Presidente del Gruppo Consorform, Gianfranco Mancini, vi invita alla conferenza stampa prevista per martedì 5 agosto, alle ore 11,00, nella Sala Consiliare del Comune di Giulianova, per la presentazione della VI edizione di “Artigianato Estate”, una mostra-mercato dei prodotti dell'artigianato artistico e tradizionale.
La manifestazione si svolgerà in piazza Fosse Ardeatine, a Giulianova, il 7 agosto 2008, a partire dalle ore 19,00 e prevede la partecipazione di una ventina di espositori che presenteranno i propri prodotti artigianali in 16 gazebo.
Le altre novità dell’evento e gli ultimi dati sull’andamento dell’artigianato in provincia di Teramo saranno illustrati nel corso della conferenza stampa.

Cultura. Presentazione libro a Bomba (CH)


L'Associazione Identità Regionale vi invita alla presentazione del libro "1968 - Storia degli eventi e delle idee che hanno cambiato il mondo", scritto da Pucci Cipriani e Francesco Agnoli per le Edizioni Fede & Cultura. L'iniziativa si terrà Domenica 3 Agosto a Bomba (Ch), presso la Sala "San Mauro" del Museo Etnologico, con inizio alle ore 16:30. Interverranno il co-autore dott. Pucci Cipriani, il dirigente dell'Associazione prof. Andrea Asciuti ed il senatore Fabrizio Di Stefano.


Gli Autori:
Francesco Agnoli vive ed insegna a Trento. Collabora a Il Foglio, Avvenire, e alla rivista "Il Timone". Ha pubblicato: “La Liturgia Tradizionale”, “La filosofia della luce: dal Big bang alle cattedrali”, “La fecondazione artificiale”, “Conoscere il Novecento. La storia e le idee", “Dio questo sconosciuto” e “Santi e rivoluzionari”. Collabora da anni a Radio Maria e al sito www.libertaepersona.org.Pucci Cipriani è stato vaticanista del settimanale “Candido” ed è attualmente collaboratore de Il Giornale, edizione della Toscana; ha pubblicato “Memorie di un conservatore toscano” (Controrivoluzione, Firenze, 2006) e “La fedelissima Civitella Del Tronto” (Nuova Italia-Abruzzo, 2007). Dirige il periodico “Controrivoluzione” e organizza gli annuali convegni tradizionalisti di Civitella del Tronto.

Giornalismo. INCHIESTA: I SOLDI DI TREMONTI AL CONI E L'INGAGGIO DI PETRUCCI. ESCLUSIVO: I VALORI DEL DUCE

Newsletter www.gabrielemastellarini.com Il BloGiornale di Gabriele Mastellarini
INCHIESTA. Olimpiadi, marchio Coni, Petrucci e Tremonti. Tutto ciò che avreste voluto sapere..., di Gabriele Mastellarini per "Il Mondo" (in edicola, con Il Corriere della Sera)
ESCLUSIVO. I valori del Duce. "Nel mio archivio tutte le foto originali", intervista di Gmast a Francesco D. Caridi
SCOOP. Parlò di brogli, l'ex Ministro La Loggia, citato a giudizio da tre magistrati
SENTENZE. Sparò a Carlo Giuliani, congedato dall'Arma non avrà un euro di risarcimento
ATTUALITA'. Morte improvvisa di Gianni Masciarelli, il "principe del vino", i commenti degli esperti e degli amici abruzzesi
EDITORIALI. SuperTonino - I Misteri della Rete/2 - Onorevoli "acchiapponi", Chiesa ipocrita e povericristi
RUBRICHE. AMARCORD. Quando la Cassazione annullò la condanna di De Benedetti per la bancarotta dell'Ambrosiano di Calvi.
RUBRICHE. E'SPORT! Fotoshock. I giocatori della Lazio si allenano nelle casse di frutta.
RUBRICHE. CULTUR@ I luoghi della satira: itinerario con vignetta, di Nicoletta Salata
RUBRICHE. STORIE DI MAFIA. Vito Ciancimino e il Pci, di Francesco Caridi
RASSEGNATI STAMPA. Geronzi a de Bortoli: "Mediobanca per Alitalia? No, si, forse"
RASSEGNATI STAMPA. Le mille cause di Vittorio Sgarbi e l'avvocato su misura.
More news on www.gabrielemastellarini.com (e, in edicola, La battaglia per la nuova sede Istat, sul Mondo a p. 59)

Manifestazioni. Tesori di Fattoria su Sky e Tvsei

Confederazione Italiana Agricoltori di Teramo

REDAZIONALE TELEVISIVO

GIULIANOVA ALTA (TE), 25, 26, 27 Luglio 2008

Data Inizio Programmazione: Sabato 2 Agosto

Orari di messa in onda:

data

SABATO
DOMENICA
LUNEDI
MARTEDI
GIOVEDI
02.08.’08
03.08.’08
04.08.’08
05.08.’08
07.08.’08
ora
07,40


07,30

ora

14,10



ora


22,10*

20,40*

NB:Occasionalmente i seguenti orari possono essere suscettibili di variazioni di 10 minuti max.
per modifiche del palinsesto (TG e trasmissioni in diretta, partite in diretta, etc.)

DA GENNAIO ’08 E’ POSSIBILE SEGUIRE LA PROGRAMMAZIONE TVSEI ANCHE DAL CANALE SATELLITARE SKY 910:
· SABATO e DOMENICA dalle ore 14,00 alle 24,00
· Dal LUNEDI al VENERDI dalle ore 19,00 alle 24,00

*: agli orari contrassegnati dall’asterisco è possibile seguire la messa in onda in contemporanea su TVSEI e SKY 910

Info: www.tvsei.it
Tel. 0861.410888 – 335.1405847


L’occasione ci è gradita per informarVi che sul sito web www.tvsei.it
(pagina Produzioni/ spazio Infobox) è possibile seguire (e scaricare il download)
in modalità streaming il redazionale INFOBOX a Voi dedicato.

Cultura. Domenica, 3 agosto, ore 20:30, sarà inaugurata la mostra D'Annunzio e il Parrozzo

Domenica 3 agosto, alle ore 20.30, sarà inaugurata, nella scuola elementare di Garrufo di Sant'Omero (Te), la mostra fotografico-documentaria "D'Annunzio e il Parrozzo", a cura di Enrico Di Carlo, allestita in occasione del 70° anniversario della morte di Gabriele d'Annunzio.

L'iniziativa rientra nell'ambito della quarta edizione della manifestazione "Garrufo con gusto", promossa dalla Pro Loco.

A inaugurare l'esposizione sarà Pierluigi Francini, titolare dell'azienda "D'Amico-Parrozzo" e nipote di Luigi D'Amico, al quale si deve la creazione di dolci come il "Parrozzo" e il "Senza nome", tanto decantati e gustati dal poeta pescarese.

Successivamente, agli ospiti verrà offerta una degustazione dei prodotti dolciari D'Amico.









D’Annunzio e Luigi D’Amico

Durante gli anni trascorsi al Vittoriale, Gabriele d’Annunzio aveva intrattenuto frequenti rapporti epistolari con il pasticciere pescarese Luigi D’Amico (1885-1954) il quale, nel 1926 e 1927, aveva creato due dolci, il “Parrozzo” e il “Sensa nome”. Dolci che, inviati a Gardone Riviera, avevano trovato ampio consenso da parte del poeta il quale, dopo aver assaggiato il Parrozzo, scrisse addirittura a D’Amico un sonetto dialettale che terminava con i versi: Benedette D’Amiche e San Ciatté / O Ddie, quanne m’attacche a lu parròzze, / ogne matine, pe’ lu cannaròzze / passe la sise de l’Abbruzze me’.
A queste due gustose creazioni, d’Annunzio non rinunciò mai: «Ti sono tanto riconoscente della tua costante e vigilante amicizia ma alla riconoscenza si mescola il rancore per la tua continua sopraffazione di donatore».
Oggi, la ricca documentazione appartiene a Pierluigi Francini, attuale titolare dell’azienda e nipote di Luigi D’Amico, grazie al quale è stato possibile realizzare questa mostra fotografica.
Le immagini esposte a Garrufo (una parte della collezione) raccontano, infatti, la storia dell’industria dolciaria abruzzese, ripercorrendone i rapporti che il fondatore ebbe sia con d’Annunzio (del quale, quest’anno, ricorre il settantesimo anniversario della morte), sia con personaggi dello spettacolo, dello sport, della politica e della cultura italiana, tra la prima e la seconda guerra mondiale.
Tra i vólti noti, vi sono quelli di Erminio Macario, Totò, Nino Taranto, Titina De Filippo, ma anche di Benito Mussolini, Vittorio Emanuele III, Tazio Nuvolari, Enzo Ferrari. Ognuno porta una dedica al “Cav. Luigi D’Amico”. Tra le più simpatiche, vi sono sicuramente quella di Macario il quale, parafrasando una sua celebre esclamazione, scrive con tono di bonario rimprovero: «Lo vedi come sei!?! Mi mandi il famoso “Parrozzo” fenomeno dei dolci e me ne mandi solo l’assaggio. Lo vedi come sei D’Amico?»; e quello della De Filippo che, con saggezza tutta napoletana, ricorda che il «Parrozzo aggiunge un filo alla trama della vita!!!».

Enrico Di Carlo

Artigiani. Situazione di acute difficoltà per il comparto degli autoriparatori abruzzesi

Situazione di acute difficoltà per il comparto degli autoriparatori abruzzesi



Sulla scia della situazione nazionale, gli autoriparatori abruzzesi si trovano ad affrontare un momento di forte difficoltà ed un futuro sospeso tra i tanti nodi da sciogliere del decreto Monti ed i risarcimenti diretti; è quanto afferma il coordinatore Reg.le CNA Servizi alla Comunità Vincenzo Cicioni.
“Basta osservare i dati delle Camere di Commercio Abruzzesi – continua Cicioni – dai quali si evidenzia, rispetto alle 2780 imprese di autoriparazione iscritte per l’anno 2000, il calo fino a 2500 unità per il primo semestre 2008; se poi osserviamo il dato occupazione la chiusura di circa 300 imprese del comparto autoriparazioni ha conseguentemente mandato a casa circa 900 addetti, il che significa che occorrono misure legislative urgenti a tutela di una categoria che è già tanto gravata dai costi delle attrezzature e dai torti delle ultime normative, oltre alle ben note problematiche provocate dall’indennizzo diretto.
A tal proposito, permangono le ombre dovute all’arroganza delle assicurazioni, che testardamente non applicano in toto le normative con il loro tanto decantato indennizzo diretto che prometteva un disbrigo delle pratiche ed un considerevole risparmio economico soprattutto per l’utenza. Dai dati in nostro possesso, non ha prodotto la diminuzione dei premi assicurativi, ed è per questo che è necessaria una fattiva collaborazione anche con le associazioni dei consumatori a tutela dei diritti di intere categorie.

Politica. Manifestazione per ricordare la figura dell'On. Nino Sospiri


mercoledì 30 luglio 2008

Manifestazioni. Al Capo Horn, musica e altro.........

MUSICA DAL VIVO
GIOVEDI 31 LUGLIO 2008
" FLYING HOUSE"
musica rock,vintage rock anni 70-80 pop

VENERDI 1 AGOSTO
ORE 21.30
SFILATA DI MODA

SABATO 2 AGOSTO
"PEPERONCINI ROSSI "
COVER RED HOT CHILI PEPERS
DALLE 22.30 ingresso libero

Stabilimento CAPO HORN
LUNGOMARE (SUD) GIULIANOVA (TE)
NON MANCARE!!!

teatro. Fiab...Erranti a Giulianova il 5 agosto


Il 5 agosto alle ore 21,30 spettacolo a Giulianova dedicato alla promozione le iniziative future dell'Istituto Castorani.
Presso la casa al mare dell'Istituto Castorani in viale orsini n. 194.

Sanità. Nota del Presidente del Comitato per l'Ospedale di Giulianova

Ieri 29-07-2008 abbiamo ascoltato la dichiarazione delle dimissioni del Sindaco Ruffini. Non condividiamo cio' che e' stato detto sulla sanita' ed in particolare quella teramana. Ruffini non puo' commuoversi non deve assolutamente piangere con lacrime da coccodrillo, perche' Lui ha sempre detto che si e' candidato a Giulianova per ordine di partito e che lo avrebbe fatto per una sola legislatura per poi proseguire la sua carriera politica alla Regione, oggi ha presentato il conto al partito ed ha fatto quello che ha sempre desiderato di fare per Lui Giulianova era solo un passaggio.
Il nostro ex Sindaco dice di essersi schierato contro Mazzocca, Del Turco , Molinari in difesa dell'Ospedale di Giulianova ma il degrado del nostro Ospedale e' sotto gli occhi di tutti. Il nostro ex Sindaco ha piu' volte detto, ed e' tutto registrato in consiglio comunale, che avrebbe agito in modo eclatante, tipo lo sciopero della fame, ma mai nulla e' stato fatto perche' ha sempre assecondato gli ordini superiori cioe'"stare buono". Il nostro ex Sindaco dice di essersi schierato contro Molinari ma Lui ha votato "favorevole" all'operato di Molinari!!! Lo abbiamo detto in tempi non sospetti questi POLITICI non devono piu' presentarsi, Ruffini e' da 22 anni che fa politica crediamo che sia ora che vada a timbrare il cartellino al comune di Nereto.
Non vogliamo ricordare tutti i passaggi di lotta che abbiamo fatto ma lasciateci ricordare l'esposto del 29-05-2008 quando i 4 comitati della Provincia di Teramo presentarono un esposto alla Procura della Repubblica di Teramo, alla Corte dei Conti, all'Ispettorato Prov. del lavoro per quanto stava accadendo nella sanita' teramana mentre a Pescara, a Chieti ed all'Aquila nel cosiddetto "triangolo delle bermude" finivano le risorse della Regione Abruzzo tra convenzioni, cliniche private,presidi pubblici, strutture riabilitative e spesa farmaceutica che hanno assorbito circa l'80% della spesa sanitaria regionale con la conseguente ipotesi di danno erariale.
Da circa 2 anni e mezzo che il comitato per la salvezza dell'Ospedale di Giulianova sta' lavorando invitando tutte le forze politiche ed i cittadini, senza strumentalizzazioni e demagogia. Oggi lo possiamo dire a voce alta, i fatti recenti ci danno ragione su dove vanno a finire i soldi della sanita' : " nel privato".
Abbiamo organizzato raccolta firme, convegni, serrate di protesta dei negozianti, ecc. ecc. sempre con la costante assenza dei politici regionali votati nel teramano. Per gli Amministratori della Regione Abruzzo la sanita' non e' mai stata un problema importante. A Pescara, Chieti ed all'Aquila si assumevano centinaia di unita' ( medici e paramedici) mentre la scelta del nostro Direttore Generale di "smontare" i quattro Ospedali veniva tacitamente sostenuta da diverse forze politiche del centro-sinistra teramano in primis dal Partito Democratico.
Ai cittadini, elettori attenti, il Comitato chiede una riflessione sull' operato svolto dal nostro ex Sindaco e dai nostri Amministratori Regionali sulla sanita' teramana e non sulle facili promesse elettorali attuali ( ricordiamoci la falsa inaugurazione delle sale operatorie a pochi giorni elezioni Aprile 2008).
Il presidente del Comitato per la salvezza Ospedale di Giulianova
Roberto Ciccocelli Giulianova 30-07-2008

Sport. Atletica. La Bruni Pubblicità a Pechino 2008


Atletica: La Bruni Pubblicità a Pechino.

La Bruni Pubblicità e l’Atletica Vomano, nei prossimi giorni saranno al villaggio Olimpico di Pechino con l’atleta più rappresentativo, Taleb Brahim specialista dei 3000 siepi.
L’atleta durante la permanenza a Pechino indosserà materiale tecnico con il marchio della nota azienda di diffusione pubblicitaria della famiglia Bruni, ovviamente in gara l’atleta è costretto ad indossare la canotta della Nazionale Marocchina.
“Abbiamo raggiunto l’accordo con questo grande atleta, perché il nostro responsabile tecnico Gabriele Di Giuseppe ha voluto Taleb Brahim nella rosa di atleti del progetto speciale “Sogno Olimpico” che abbiamo istituito all’inizio dell’anno agonistico e che prevede interventi di aziende private e Enti Pubblici a sostegno di un gruppo ristretto di atleti probabili Olimpici. E in questo caso Taleb Brahim è stato supportato economicamente nella lunga preparazione verso le Olimpiadi di Pechino anche dalla nota azienda Bruni Pubblicità già sostenitore principale della nostra Società. Taleb Brahim che vanta un personale di 8.08.22 sui 3000 siepi, in questa stagione si è messo in grande evidenza a meeting Internazionali e ambisce alla finale per poi cercare un posto nella storia” questo è stato il commento del Presidente del sodalizio Morrese Ferruccio D’Ambrosio.
Taleb Brahim , punta diamante della Bruni Pubblicità atletica Vomano, ha già regalato grandi emozioni agli appassionati Abruzzesi, durante la fase Regionale dei Campionati di Società assoluti disputati a Teramo il 17 maggio correndo la distanza praticamente senza avversari e successivamente dominando la gara dei 3000 siepi anche alla finale Top Club Challenger svolta a Firenze dove la squadra di Morro D’Oro è risultata prima nella classifica delle Società non militari.

Morro D’Oro, 30 luglio 2008

Ufficio stampa
Bruni Pubblicità atletica Vomano

Provincia. La Sezione urbanistica procede all’esame finale del Prg di Teramo

La Sezione urbanistica procede all’esame finale del Prg di Teramo

È stata fissata a venerdì 8 agosto, in modo da consentire la discussione e l’approvazione da parte del Consiglio comunale prima del suo scioglimento, la data in cui la Sezione urbanistica provinciale si riunirà per l’esame finale del Piano regolatore di Teramo.

La Sezione urbanistica dovrà procedere all’analisi delle controdeduzioni dell’amministrazione comunale al parere precedentemente espresso dalla stessa Sup.

Teatro. DRAMMATEATRO/FLORIAN TSI, in collaborazione con COMUNE DI GIULIANOVA e ATAM

DRAMMATEATRO/FLORIAN TSIin collaborazione con COMUNE DI GIULIANOVA e ATAM
IGIGANTI
della MONTAGNA
di Luigi Pirandello drammaturgia e regia Claudio Di Scanno
PERSONAGGI E INTERPRETI
LA COMPAGNIA DELLA CONTESSA
Ilse Paulsen La Contessa...Susanna Costaglione Il Conte, suo marito...Massimo Vellaccio Diamante, la seconda donna...AnnaPaola Vellaccio Cromo, il caratterista...Francesco Anello Spizzi, l'attor giovane...Umberto Marchesani Battaglia generico- donna...Flavia Valoppi Sacerdote, con la fisarmonica...Marco Di Blasio
LA COMUNITA' DEGLI SCALOGNATI
Cotrone, il mago...Emanuele Vezzoli La Sgricia...Giulia Basel Duccio-doccia...Ivan Marcantoni Mara-mara...Stefania Cosma Milordino...Fausto Morciano Quaqueo...Oscar Strizzi Maddalena...Valentina Rosaroni L'Angelo Centuno, con la viola...Irida Mero
costumi Helena Calvarese allestimento scenico Ennio Tinari luci Noel Santoro servicePublivideoWall di Gianluca Del Biondo assistente scenotecnico Tibo Gilbert realizzazione costumiHelena Calvarese Marina Ceratoli truccatrice Marina Vaccarelli macchinista Andrea Ginestraorganizzazione Emanuela D'Agostino Erminia Cardone foto Silvia Mazzottaufficio stampa Fabio Sanvitale Livia Tammaro
dal 28 luglio al 1 agostoCASA MARIA IMMACOLATA
Giulianova Alta via Gramsci 59 ore 21.30
è necessaria la prenotazione -posti limitati
Attori che danno vita ai fantasmi e fantasmi che restituiscono la vita del teatro
agli attori. C’è un antefatto al testo, “La Favola del figlio cambiato” che rappresenta la materia incandescente attraverso la quale Pirandello ci offre il tema forte della sconfitta dell’arte al cospetto dell’ ignoranza e dell’inciviltà. Il sogno di Ilse è quello di portare il teatro tra gli uomini. Ma nella sua rincorsa troverà la morte ad opera dei Giganti della montagna e dei suoi servi. Agli artisti, non ignari della sconfitta della poesia al cospetto della barbarie, resta la necessità della creazione, il pensiero della possibilità della sua incidenza, il sogno di Ilse... e la coscienza di essere e di agire nel Tempo dei giganti, permantemente.
Sorge solitaria nella vallata una villa, detta “La Scalogna”, una villa che ha fama di essere abitata dagli spiriti. I suoi frequentatori sono un manipolo di personaggi bizzarri fuggiti dalla civiltà, il cui capo è Cotrone, un illusionista o forse un mago. Dal sentiero che porta sulla montagna arriva una sera dalla città una scalcinata compagnia di attori: l’itinerante Compagnia della Contessa.
Una volta numerosa e piena di risorse, da due anni sta portando in scena, con immense difficoltà ma ovunque ve ne sia la possibilità, uno spettacolo: “La favola del figlio cambiato”, che un giovane poeta, prima di darsi alla morte perché non corrisposto, aveva scritto per amore di Ilse Paulsen, l’attrice capocomica della Compagnia, soprannominata la Contessa. Ilse, ferma nella decisione di portare la Favola tra gli uomini che si ostinano a rifiutarla, vuole così pagare un debito nei confronti di quello sfortunato giovane, e soprattutto di quell’opera ricca di rara poesia. Le avevano consigliato di recarsi alla Villa, ma non pare che tra gli “scalognati” possa aver luogo la rappresentazione. Non senza riluttanza la Contessa accetta l’invito di fermarsi alla Villa, per godere l’atmosfera magica di quel luogo.
“Avviene, ciò che di solito nel sogno. Io lo faccio avvenire anche nella veglia”, spiega e promette Cotrone. Ma tra giochi di luci, voci senza corpo e apparizioni fantastiche, i prodigi più stupefacenti avvengono una notte, in quella stanza chiamata “delle apparizioni” e dove alcuni fantocci lì custoditi si animano di vita propria e dove gli attori della Compagnia finiscono
involontariamente, sognando tutti lo stesso sogno, per assumere le parti dei personaggi de “La Favola del figlio cambiato”.Magicamente attratti dalle parole di Ilse ecco che la Favola si rappresenta da sé, così come l’aveva concepita la fantasia del poeta. “Non c’è bisogno d’altro per l’arte”, assicura Cotrone, ma la Contessa persiste nella sua determinazione di portare il dramma tra gli uomini.
Capita a proposito una stimolante occasione: quello stesso giorno sono previste le nozze fra i rampolli di due famiglie di Giganti, “gente d’alta e potente corporatura, che stanno sulla montagna”, incarnazione dell’homo faber, che dissoda, coltiva, costruisce, produce le condizioni che favoriscono il benessere materiale ma che ha negletto i piaceri dello spirito, diventando duro di mente e bestiale. Si annuncia una colossale celebrazione: forse, in un momento di festa, la magia del teatro può insinuarsi anche nei cuori e nelle menti più ottuse. Si ode allora da lontano il frastuono crescente della cavalcata dei Giganti, che scendono dalla montagna verso il paese, “con musiche e grida selvagge.Ne tremano i muri della Villa”. Gli attori restano con l’animo sgomento e sospeso. “Ma tu non hai paura, Ilse?”, le chiede il Conte, suo marito. Ilse non risponde. Uno degli attori pronuncia le parole che suggellano il dramma: ”Io ho paura! Ho paura!”
info tel. 085.4224087 -4225129 cell. 3889240352 -mail:
organizzazione@florianteatro.it

USA. Nella cornucopia di magnifici modelli, appaiono anche primizie Ferrari, Il Museo delle auto di Saratoga celebra il "Century of Style"



Notiziario Italic Business News News ITALIA PRESS agenzia stampa - N° 147 - Anno XV, 29 Luglio 2008, 09:51:00
Business activities
Nella cornucopia di magnifici modelli, appaiono anche primizie Ferrari
Il Museo delle auto di Saratoga celebra il "Century of Style" della Cadillac
ospite d'onore- appartenenti a facoltosi Affezionati del Cavallino,presenti per onorare, con la Cadillac, anche la marca onore e vanto dell'Italia
29.07.2008 09:07:51
Saratoga - Il maestoso Museo delle automobili di Saratoga spring, la citta' famosa per le acque minerali ed il nominato ippodromo, celebra il ‘Secolo dello styling' della Cadillac con uno splendido show che verra' aperto al pubblico per 15 giorni.

Su due piani, come immense aiuole metalliche variopinte, si mostrano le drammatiche vetture, vanto e giuistificato orgoglio della General Motors, che partono dal prototipo Runabout del 1902, giungono alla "Sexteen" del 2003,e puntano decisamente verso il futuro con concept car-sperimentali, come la "Solitair" e la "Cadzzilla" che gia' hanno superato il primo traguardo della celebrita'.

A far da cornice alla cerimonia d'apertura un gruppo di giornalisti specializzati, compresa la nostra fotografa Shelia A'hearn, unitisi alla ricca schiera di eleganti signore e facoltosi "gentleman", molti possessori dei piu' disparati modelli Cadillac.

Da Detroit presenti Ed Welburn V.Presidente della Global division GM ed il V.Pres. della Casa del Michigan Jim Taylor, importanti esponenti che prestano da decenni, la loro indiscussa bravura nel settore "design" della G.M.

Fanno bella mostra gli indimenticabili modelli degli anni '40, con la "serie 62 Coupe'", con a fianco l'imponente sagoma della prima "Coupe de Ville del 1949 "hard top convertibile" e poi le "dame" della grande eleganza, come la Eldorado Biarritz 1959, degna rappresentante del "flamboyant" periodo 1959. (Foto Biarritz)

Le "convertibili" "Cadillac- made" sono di armoniosa snellezza, solide, con la caratteristica griglia e gli interni da salotto, una vera "dreambot" capace di galvanizzare l'attenzione dei passanti, con la loro linea, come la "Seville" 1979 per poi subentrare in un differente "pianeta" fatto di colori, stile, strutture, dalle linee che si susseguono come le onde di un mare semicalmo. Indubbiamente un' era che recapita successi e meriti alla casa di Detroit che ha origini storiche ed un nome appartenuto ad un nobile capitano di marina francese, Antoine de la Mothe Cadillac, che venne adottato perche' aveva fascino e ricordava la fondazione della citta' di Detroit, Le macchine di questa divisione della GM sono le piu' lussuose e costose d'America. Per tradizione le auto con questo marchio sono di grande prestigio e distinzione sopratutto,e non solo negli Usa. Del resto se si pensa che gli americani identificano le vetture di questa divisione della General Motor con un motto che tradotto suona all'incirca cosi':"La pietra di paragone con cui confrontare il mondo (automobilistico s'intende) "è facile rendersi conto di quanto sia il prestigio di cui gode questo marchio".

Che dire delle ultime creazioni? Una cornucopia di innovazioni, colori, dettagli tecnici di massimo valore. La Casa presenta in maniera particolare la potente "Sixsteen 2003" che rasenta l'inverosimile, affiancata dalla Caddy CTS.VR da corsa.

Un fenomeno, dunque, la Cadillac? Ce lo conferma il V.Pre. Welburn.
" Per capire l'importanza di questo prodotto occorre conoscerne la sua potenza, e stupenda personalita'. Non tutte le Case hanno il privilegio di dare una perfetta impressione di dignita' essendo al contempo storico ed attraente."

Come si spiega la vena cosi' vasta in casa Cadillac? Ecco Mr.Welburn.

"Il disegno di una vettura muta a seconda del nome da applicare cercando di amalgamare modello e nome. Un lavoro non semplice poiche' lei sa, che Cadillac e' un nome, una marca, una macchina che si tramanda da cento anni sempre nuova, sempre migliore," A noi interessa offrire una vettura "diversa" stilisticamente parlando, nel contempo cerchiamo di penetrare i misteri delle "concept" car del domani, come ad esempio la "Solitair" che marcia all'avanguardia delle nostre vetture concept" di grido, progressive,attraenti".

Quanti "designer" conta la General Motors?

"Sono 1600-sparsi in tutto il mondo- tra disegnatori, scultori, tecnici che con passione, pazienza, intelligenza offrono una miriade di disegni, mentre 266 mila addetti svolgono,intorno al mondo i vari lavori -montaggio-organizzazione -vendite".
E lei com'e' che intraprese quest'arte?

"Per me il disegno e' amore, hobby, che sviluppo anche durante il sonno. Cominciai a disegnare automobili a scuola, ed oggi...sono ancora qui'".

Mr. Welburn,quando pensa che la GM attuera' altre modifiche, altri disegni radicali creando macchine diverse da quelle di un tempo e quelle di oggi?

"Purtroppo attraversiamo un momento economico non certo soddisfacente. Io credo che mutando l'economia, tra una diecina d'anni potremo sfornare una varieta' di macchine da sogni, pronte a competere con le "massime" mondiali."

E' doveroso accennare sia pure pindaricamente alla presenza della Casa di Maranello che-ospite d'onore-in uno dei due piani, offre mezza dozzina di modelli, tra i quali una splendida Protat 365 bianca di 4.4 allestita in Glendale (California) per un ricco appassionato collezionista. La potente vettura ha "fermato" dozzine di presenti alla serata, i quali hanno reso un riverente omaggio alla classe del Cavallino, orgoglio italiano.

C'e anche la F555- 12 cilindri lineare del 1955, che il torinese Nino Farina provo' sullo speedway di Indianapolis; un cimelio valido e caro alla memoria. (Foto col nostro Manocchia).

Assente quest'anno Nicola Bulgari, il mago dei gioielli, che ha piu' volte collaborato con la Cadillac disegnando classici orologi, indicatori di livello per i cruscotti della vettura del Michigan ( ultima la recente Evoq) che preferisce, con la Buick, della quale e' un affezionato collezionista.

E' noto, infine, che la preziosa collaborazione tra Pininfarina e la Cadillac risale al lontano 1930, anno in cui costrui' una Cadillac V16 roadster. ancora oggi ricercata.



Lino Manocchia News ITALIA PRESS

Festival. Festival Riccitelliano, a Giulianova l’esecuzione di “Madonna Oretta”




Festival Riccitelliano, a Giulianova l’esecuzione di “Madonna Oretta”
Si tratta di un evento unico: l’opera è assente dalle scene dal 1938. Dopo il ritrovamento di alcuni spartiti che sembravano distrutti, è possibile riascoltarla

Provincia e Città di Giulianova, in collaborazione con Fondazione Tercas ed Ente Porto di Giulianova, sono i promotori della terza edizione del Festival Riccitelliano, dedicato al compositore di origini teramane Primo Riccitelli, uno tra i protagonisti della cultura musicale del primo Novecento. Questa mattina, nella sede dell’ente, la presentazione agli organi d’informazione dell’evento.

La manifestazione prevede quest’anno un unico appuntamento, domenica 3 agosto, al porto turistico di Giulianova, alle ore 21: l’esecuzione in forma di concerto dell’opera lirica di Primo Riccitelli “Madonna Oretta”, a cura dell’Orchestra Giovanile “I Sinfonici” diretta dal maestro Sergio Piccone Stella (ingresso libero).

Si tratta di un appuntamento particolarmente importante, visto che l’opera è assente dalle scene dal 1938, quando fu rappresentata l’ultima volta all’Opera di Roma. In seguito al ritrovamento nei magazzini della casa editrice musicale Sonzogno degli spartiti di due atti, che si credevano distrutti in un incendio durante la seconda guerra mondiale, è stato possibile ricostruire le parti musicali mancanti e, dunque, offrire al pubblico l’opportunità di ascoltare nuovamente l’opera del grande compositore.

Da ricordare che, per rendere omaggio a Primo Riccitelli, l’amministrazione comunale di Giulianova sta realizzando un sarcofago a lui dedicato la cui inaugurazione è prevista in autunno.

La direzione artistica del Festival è di Agnese Riccitelli, pronipote del musicista, la quale ha sottolineato come il concerto del 3 agosto sia “un appuntamento da non perdere sia per la rilevanza storica che riveste sia per la bellezza dell’opera, che riscosse successo a livello internazionale come peraltro dimostrano anche le recensioni dell’epoca”.

“Vogliamo onorare con un concerto di grande livello – ha detto ai giornalisti l’assessore alla Cultura Rosanna Di Liberatore - questo personaggio che ha contribuito a fare grande la nostra storia e, soprattutto, ci proponiamo di farlo apprezzare a chi, tra i più giovani, ancora non lo conosce”. “Consideriamo questo uno degli appuntamenti più significativi di GiuliaEventi, la nostra rassegna estiva di manifestazioni – ha aggiunto l’assessore alla Cultura del Comune di Giulianova, Laura Ciafardoni – e siamo contenti di poterla offrire in una suggestiva cornice quale è il porto turistico”.
Un plauso all’iniziativa anche da parte di Fiore Zuccarini, intervenuto in rappresentanza della Fondazione Tercas, il quale ha ricordato che la Fondazione ha prodotto negli anni passati un’altra importante opera del compositore, “i Compagnacci”, e di Pierangelo Guidobaldi, presidente dell’Ente porto.

Primo Riccitelli nasce a Cognoli di Campli il 9 agosto 1875 da Giuseppe, piccolo proprietario terriero, e da Maria Maiaroli. Ad appena un anno i genitori lo affidano alle cure dello zio prete: Don Emidio Riccitelli, parroco di Bellante, dove Primo trascorrerà l'infanzia e la fanciullezza fino a dieci anni.
Grazie alle cure dello zio prete (il suo primo benefattore; il secondo sarà Pietro Mascagni) viene messo in seminario dove riceve i primi rudimenti musicali da Nicola Dati, maestro di cappella del Duomo di Teramo, ma, insofferente a un insegnamento regolare e tradizionale, studia per conto suo su una vecchia spinetta regalatagli dallo zio, componendo ad orecchio romanze, una Messa funebre, mottetti, canzoni, danze. Dopo qualche anno fugge dal seminario con la complicità del fratello Antonio per dedicarsi corpo ed anima alla composizione. Muore il 27 marzo 1941 a Giulianova, dove viene sepolto.

Provincia. Si dimette per partecipare alla competizione elettorale l’assessore all’Ambiente, Antonio Assogna

Si dimette per partecipare alla competizione elettorale l’assessore all’Ambiente, Antonio Assogna


Questo pomeriggio, l’assessore all’Ambiente e alla Caccia, Antonio Assogna (Rifondazione Comunista) ha rimesso la delega nelle mani del Presidente.

Anche lui, come aveva fatto ieri l’assessore Nicola Di Marco (Partito Socialista), ha firmato le dimissioni da assessore per avere l’opportunità di partecipare alla competizione elettorale per il rinnovo del Consiglio Regionale.

Musica. Vasco Rossi a Teramo, conferenza stampa

Domani, mercoledi 30 Luglio 2008, alle ore 11,00
nella piazza Corno Grande del Centro Commerciale Gran Sasso,
verranno illustrati i dettagli della
data zero del concerto che il cantante
Vasco Rossi
terrà a Teramo, allo Stadio di Piano D’Accio.


Interverranno l’assessore alla Cultura Mauro Di Dalmazio
gli organizzatori: Sabatino Cantagalli e l’Agenzia New



Siete invitati a partecipare

Lavoro. Sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, al via il progetto Safer

Sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, al via il progetto Safer
Obiettivo: aumentare il grado di consapevolezza sia tra i giovani sia presso gli imprenditori e i lavoratori. Previste azioni di formazione e comunicazione

Al via il progetto SAFER (acronimo di Sicurezza e Attenzione fino all’Esclusione dei Rischi) sulla sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro. Ieri, nella sede dell’ente, la costituzione del nucleo centrale di coordinamento, del quale fanno parte la Provincia, in qualità di ideatrice e coordinatrice del progetto, e i soggetti territoriali istituzionalmente interessati: Inail, Inps, Direzione Provinciale del Lavoro, Asl, Camera di Commercio e Ispesl.

Il progetto, che sarà presentato ufficialmente a settembre e vedrà il coinvolgimento anche delle associazioni sindacali e datoriali, si pone due obiettivi strategici: in primo luogo la creazione di una nuova cultura della salute e della sicurezza, soprattutto presso i giovani; in secondo luogo, l’aumento del grado di consapevolezza e conoscenza del tema presso imprenditori e lavoratori.

“Due obiettivi ambiziosi, che intendiamo raggiungere attraverso azioni mirate di comunicazione e, soprattutto, di formazione che il nucleo di coordinamento è chiamato a definire nel dettaglio” spiega l’assessore al Lavoro e alla Formazione professionale, Francesco Zoila.

SAFER raccoglie i frutti di un lavoro di concertazione iniziato lo scorso ottobre, quando, alla presenza dell’allora Ministro del Lavoro Cesare Damiano, la Provincia siglò con gli altri rappresentanti istituzionali il protocollo d’intesa per promuovere la sicurezza nei luoghi di lavoro.

L’incontro di ieri ha riavviato un dialogo e una serie di attività che, seppur da tempo programmate, avevano subito un rallentamento a causa dei cambiamenti intervenuti a livello legislativo.

Politica. Il PRC sulla Farmacia Comunale

Circolo di GIULIANOVA
“ Pasquale Di Massimantonio “

del Partito della Rifondazione Comunista
Corso Garibaldi,43/45 – 64021 GIULIANOVA
www.rifondazionegiulianova.too.it

Giulianova 28 Luglio 2008

Al sig.Presidente del Consiglio Comunale di Giulianova Gabriele Filipponi
Al sig. Sindaco del Comune di Giulianova Claudio Ruffini

ORDINE del GIORNO

Oggetto:”Farmacia Comunale”PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE

CONSIDERATA l’importanza della salvaguardia della salute pubblica e la necessità di favorire l’accesso ai servizi sanitari, ed in primis al servizio di farmacia, a tutti i residenti sul territorio comunale;

CONSIDERATO che la gestione diretta della farmacia costituisce per il Comune di Giulianova non solo il modo di fornire direttamente servizi fondamentali, ivi compreso la prenotazione delle visite e degli esami ospedalieri, ma anche fonte di importanti entrate finanziarie attestatesi per l’esercizio 2007 a 100mila euro netti;

CONSIDERATO che la città di Giulianova, con quasi 24mila residenti e 5 farmacie operanti sul territorio, presenta una media di 1 struttura ogni circa 4800 abitanti, ben superiore alla media nazionale e di legge che vede la presenza di una farmacia ogni circa 4mila persone;

CONSIDERATO che anche la farmacia più vicina dista dall’abitato di Colleranesco più di 4 chilometri
CONSIDERATO che la legge 8 novembre 1991, n. 362 ,L'articolo 2 stabilisce che il limite di distanza per l'apertura di nuove farmacie in base al cosiddetto criterio topografico (o della distanza) è derogatorio rispetto al criterio demografico o della popolazione. In base a tale norma, allorché lo richiedono particolari esigenze dell'assistenza farmaceutica, in rapporto alle condizioni topografiche e di viabilità, le Regioni o le Province autonome possono autorizzare l'apertura di nuove farmacie nel rispetto di un limite di distanza per la quale la farmacia di nuova istituzione disti almeno 3.000 metri dalle farmacie esistenti, anche se ubicate in Comuni diversi.

IMPEGNA

il Sindaco e la Giunta Comunale affinché, privilegiando la strada di una convenzione tra Comune e Giulianova Patrimonio, intraprendano tutte le iniziative necessarie a dotare la frazione di Colleranesco di una nuova farmacia pubblica


Distinti Saluti
I consiglieri del Partito della RIFONDAZIONE COMUNISTA

ELISA BRACA - ANTONIO DE VINCENTIS

Politica. Il Comitato promotore dei 5 referendum regionali

Comitato promotore 5 Referendum Regionali
e Proposta di Legge di iniziativa Popolare
Sede ufficiale del Comitato: Via Lombardia, 10 – ROSETO DEGLI ABRUZZI (TE)
COMUNICATO STAMPA
“Lo scioglimento del Consiglio Regionale non sospende ma “rilancia” la necessità della raccolta delle firme per ridurre i costi della politica e riformare gli enti strumentali della Regione, a cominciare proprio dallo scioglimento con urgenza dell'Agenzia Sanitaria Regionale e della F.I.R.A. S.p.A.
Il Comitato promotore dei 5 Referendum Regionali, invita i Cittadini di tutti i 305 Comuni della Regione Abruzzo ad una “Settimana di impegno referendario” per “rilanciare”, prima delle ferie estive e proprio in presenza dello scioglimento del Consiglio Regionale e quale forma di “programma elettorale amministrativo” da sottoporre alle forze politiche ed ai candidati alle prossime elezioni regionali, la raccolta delle firme sui quesiti referendari con i quali si chiede
l'abrogazione di due Leggi Regionali che consentono al Presidente ed al Consiglio Regionale e al Presidente ed alla Giunta Regionale di conferire a soggetti “esterni” alle strutture della Regione, CARICHE INCARICHI PROFESSIONALI E CONSULENZE;
lo scioglimento dell'AGENZIA SANITARIA REGIONALE – A.R.S. - Abruzzo e di ogni rapporto “combinato disposto” con la F.I.R.A. S.p.A.;
l'abrogazione della norma che ha consentito alla Regione Abruzzo di costituire società di gestione a capitale pubblico” e partecipare ad Aziende e imprese regionali di pubbliche autolinee;
lo scioglimento dell'AGENZIA REGIONALE PER I SERVIZI ALLO SVILUPPO AGRICOLO – A.R.S.S.A. Abruzzo;
lo scioglimento dell'AZIENDA DI PROMOZIONE TURISTICA (A.p.t.r.) “Abruzzo promozione turismo”;
Contestualmente si “rafforza” la motivazione sociale e morale per la raccolta delle firme sulla Proposta di Legge di iniziativa popolare con la quale i Cittadini “possono chiedere” al prossimo Consiglio Regionale, e vincolarlo su questo, la riduzione del 50% del costo degli organi politici, indennità, diarie, rimborsi e compensi aggiuntivi dei Consiglieri e Assessori regionali, spese di rappresentanza, contributi finanziari “omnibus”; la riforma ed il riordinamento degli enti strumentali della Regione Abruzzo; una nuova disciplina per ridurre il conferimento di nomine, incarichi, consulenze e collaborazioni varie.
I Cittadini possono firmare recandosi, in orario di Ufficio e muniti di un documento di riconoscimento, presso l'Ufficio Anagrafe ed Elettorale, il Segretario Comunale e il Sindaco del proprio Comune di residenza..

Musica. Maremoto Festival Rock

MAREMOTO FESTIVALRock / Hip Hop / Reggae"FESTIVAL PER OCCHI E PER ORECCHIE"SAN BENEDETTO DEL TRONTO,Italiahttp://www.maremotofestival.it/
www.myspace.com/maremotofestival

http://i536.photobucket.com/albums/ff325/yabastaroseto/Circolo/manifesto_maremoto_2008_sma.jpg

Ambiente. La riserva di Atri, I calanchi

PROGRAMMA ESTIVO 2008 RNR CALANCHI DI ATRI La Riserva naturale dei Calanchi di Atri è lieta di presentare il programma degli eventi previsti per l'estate 2008.Certi di una vostra partecipazione, vi auguriamo serene vacanze!!!Alleghiamo pregandovi di darne ampia diffusione ai vostri amici il programma delle iniziative. Lo staff: Adriano Francesca Mariaelena

http://i536.photobucket.com/albums/ff325/yabastaroseto/Circolo/Programmaestivoriservacalanchi.jpg

lunedì 28 luglio 2008

Politica. Si dimette il Sindaco di Giulianova, Claudio Ruffini, sarà il candidato del PD in prov. di Teramo


Claudio Ruffini si dimette dalla carica di Sindaco della Città di Giulianova.








Manifestazioni. II° Edizione R...estate bambini 2008

II° edizione
“R…estate bambini 2008”
Presenta

Mercoledi 30 luglio 2008
Sambuceto, Parco Comunale (Bocciodromo), via Ciafarda
h 21.30

Spettacolo teatrale
“Vita Intensa”
di e con Lis Nobre
Compagnia Teatro Minuscolo
(Brasile)



**************************************************************************

Spettacolo teatrale

“Vita Intensa”

Compagnia Teatro Minuscolo – Manaus (Brasile)

di e con: Lis Nobre

Nanica si è perduta! Il pubblico è impaziente e lo spettacolo deve cominciare. Ma tutta la compagnia è stata ingaggiata, senza di lei, dal Circo de “Seu Leo” e lei ne resta scolvolta. Tutti meno che lei!
Ed ora? Lei aveva già annunciato le attrazioni della sua compagnia internazionale: equilibrismo, sciamanismo..e altri “...ismo!”
Così la piccola Nanica si fa coraggio e va in scena da sola. Tra le sue gags più classiche e di improvvisazione, tra av-verbi e poesia, la Pagliaccia Nanica inizia il suo spettacolo e scopre nella relazione con il pubblico la sua ragione di esistere e la sua poetica. Il pubblico è coinvolto sempre ad interagire con lei che fa del sano umorismo intorno alla celebre frase “è un mondo difficile” ma anche soffermandosi sulla generosità della vita. Risate e commozione; un’umanità che va oltre il tempo, la lingua e la distanza.
Ingresso libero

In caso di maltempo gli spettacoli si terranno presso l’Auditorium della Scuola Civica Musicale in P.zza S.RoccoOrganizzazione:
Comune San Giovanni Teatino – ufficio cultura dott. Nicola Farina
Tel 085.44446245Email: ufficio.cultura@sgt.ch.it

Direzione artistica: Margherita Di Marco
Associazione Teatro Laboratorio/compagnia Proskenion
Email: margherita@proskenion.org

Politica. LISTA CIVICA ALLE PROSSIME ELEZIONI REGIONALI ABRUZZO

LISTA CIVICA ALLE PROSSIME ELEZIONI REGIONALI ABRUZZO

Manifestazione sit-in del 25 luglio 2008 davanti alla Regione Abruzzo: le motivazioni che ci hanno indotti a manifestare di fronte alla sede della Sanità in Via Conte di Ruvo, è stata l'indignazione verso i politici che per anni si sono successi sia di destra che di sinistra, e che hanno portato ad un indebitamento insostenibile della sanità per non aggiungere altro, salvo alcuni politici quasi tutti sono stati conniventi, e pur di rimanere in gioco hanno accettato il sistema di favoritismi, scambio di voti, senza avere la diligenza del buon padre di famiglia, con ciò non vogliamo dire che gli unici santi siamo noi, per cui ci siamo permessi di creare un comitato promotore di una lista civica, da presentare alla Regione alle prossime elezioni Regionali, che si terranno tra il 30 novembre ed il 7 dicembre 2008.La lista sarà civica, sarà in democrazia diretta e partecipata, ci ispiriamo ai principi della decrescita vedi "Progetto politico per la decrescita" di Maurizio Pallante www.decrescitafelice.it e www.comunivirtuosi.org .Tutti i cittadini possono parteciparvi sia per la candidatura che per dare il loro contributo, vi invito a fare una riflessione: costerà sacrificio ma difficilmente si riuscirà a fare peggio di coloro che si sono succeduti in questi anni; amministrare una Regione a qualcuno potrà sembrare che ci vogliano delle competenze eccezionali, bene, su questo siamo convinti che ci vogliano delle competenze, ma siamo anche convinti che sia meglio avere buon senso, sobrietà, umiltà, e non avere visioni di piacere verso un lusso sfrenato come ci dimostrano quasi sempre gli amministratori che ci governano, insomma noi siamo vicini, se vogliamo fare un nome in Italia degno di vita, a Padre Alex Zanotelli (per le critiche ricevute riguardo alla superstizione termine da noi non contemplato, ci teniamo a chiarire che Zanotelli, in particolare si occupa di disarmo ed ambiente).Nella mattinata ci siamo permessi di consultare Grillo riguardo alla posizione del meetup nei confronti dell'Italia dei Valori con telefonata di 3,25 minuti, giustamente Grillo ha detto noi siamo vicini a IDV, solo su alcuni aspetti, riguardo in particolare alla legalità, ma divergiamo su ambiente ed energia, non perchè abbiamo due modi di vedere le cose, ma perchè IDV tratta queste argomentazioni in maniera marginale o se vogliamo per nulla, poi ha aggiunto IDV è pur sempre un partito che difficilmente approva la democrazia partecipata e diretta, tema per noi di essenziale importanza.Nella serata abbiamo avuto dei contatti con alcuni di IDV, Roberto Urban che si occupa di Teramo città e con la coordinatrice della provincia di Teramo, mentre altri dirigenti più vicini a Di Pietro alla nostra richiesta di essere ricevuti in qualità di cittadini non hanno dato la disponibilità, sia per loro che a nome di Di Pietro, circa 6 persone di IDV sono state presenti sul palco e dopo il breve intervento di Di Pietro probabilmente sono andati a cena in un ristorante di lusso a spese di chi ? Mi domando io, sarebbe stato bello ispirarsi alla democrazia diretta come avviene in svizzera a Glarus, e per alzata di mano decidere i candidati dell'IDV, se no anche nell’ IDV si va per la solita strada.Di Pietro non esclude di correre da solo alle prossime elezioni regionali: "...Per l'Abruzzo servono facce nuove e idee innovative,è chiaro? Altrimenti, alle prossime elezioni l'IDV si presenterà da sola, in alleanza con una grande rete di liste civiche".Noi diciamo: faccia seguire alle parole i fatti, altrimenti si tratta solo delle solite parole vuote!Allora il nostro appello va ai cittadini, tutti: non si può più rimanere a casa come dei vigliacchi oziosi sordi ad ogni sofferenza; non votate i partiti ma partecipate, partecipate, partecipate."AMICI di BEPPE GRILLO ABRUZZO"Loris Tarli, Carlo Cardarelli, Vincenzo Santuomo, Vittorio Di Giacinto.

Ambiente. Ambiente in festa a Giulianova dal 2 al 3 agosto

COMUNICATO STAMPA DEL 28 LUGLIO 2008

Ambiente in festa a Giulianova!

Questa mattina presso la sede del Centro di Educazione Ambientale di Giulianova è stata presentata la manifestazione “Ambiente in festa!” che si terrà sabato 2 e domenica 3 agosto a Giulianova Lido presso il Nautico (A.N.M.I.) in via Spalato n. 2.
La manifestazione, organizzata dal Centro di Educazione Ambientale di Giulianova e dalla Sezione provinciale di Teramo del WWF, gode del patrocinio del Comune di Giulianova, della Provincia di Teramo e di AGENA, l’Agenzia per l’Energia e l’Ambiente della provincia di Teramo, oltre alla collaborazione della Coop. Citygas.

“Si tratta di due giorni di festa, durante i quali avremo modo di affrontare le principali tematiche ambientali”, dichiara Gabriella CASSIANI, responsabile del C.E.A. di Giulianova. “La riserva del Borsacchio che ancora pochi sanno interessare con il suo perimetro anche il nostro territorio comunale, la mobilità sostenibile, il Piano d’area del Tordino, l’educazione ambientale ed il risparmio energetico saranno tutti temi affrontati in maniera approfondita, ma divertente così da coinvolgere quante più persone possibili. Si rafforza poi la collaborazione tra il nostro Centro ed il WWF con il quale stiamo creando un nucleo di volontari dell’associazione che si occuperà delle problematiche ambientali dei comuni della bassa valle del Tordino”.

Questo il programma della manifestazione.

Sabato 2 agosto
Ore 17 – Giochi ed attività di educazione ambientale per bambine/i
Ore 18:00 – Tavola rotonda: “Le aree protette della costa teramana: le volontà locali in rete”, con:
Nerina ALONZO, Assessore all’Ambiente Comune di Pineto e Coordinamento AdriaPAN; Dante CASERTA, Presidente WWF Abruzzo; Fabio CELOMMI, Portavoce del Comitato cittadino Riserva Naturale Borsacchio; Raffaele DI MARCELLO, Amministrazione Provinciale di Teramo; Umberto DI LORETO, WWF Gruppo Cerrano; Giuseppe MARCUCCI, Comitato Gestione Riserva Naturale Regionale della Sentina; Olga SILVESTRI, Provincia di Ascoli Piceno; Fabio VALLAROLA, Direttivo AIDAP
Ore 21:00 – Proiezione “I Simpson. Il film”
Ore 22:30 – Concerto con la Rockjuice band

Domenica 3 agosto
Ore 9 – Escursione lungo il Tordino: bellezza e problemi di un fiume
Ore 17 – Giochi ed attività di educazione ambientale per bambine/i
Ore 18:30 – Giuliaciclo! Biciclettata per Giulianova
Ore 21:30 – Spettacolo teatrale dialettale “Nù guàje nìre” a cura dell’Associazione culturale “Il Carrozzone”

Durante tutta la durata della manifestazione saranno aperti stand informativi.
http://lagramigna.blogspot.com Sabato 2 e domenica 3 agosto 2008 presso Il Nautico (ANMI) - Lungomare Spalato n. 2 Giulianova Lido (TE) Ore 17 Giochi ed educazione ambientale per bambine/i Ore 18 Tavola rotonda: “Le aree protette della costa teramana: le volontà locali in rete” Ore 21 Proiezione “I Simpson. Il lm” Ore 22,30 Concerto con la Rockjuice band Ore 9 Escursione lungo il Tordino: bellezza e problemi di un ume Ore 17 Giochi ed educazione ambientale per bambine/i Ore 18,30 Giuliaciclo! Biciclettata per Giulianova Ore 21,30 Spettacolo teatrale dialettale “Nù guàje nìre” a cura dell’Associazione culturale “Il Carrozzone” Ingresso libero Domenica 3 agosto Sabato 2 agosto